La natura ha concepito due sessi perchè le specie si riproducessero, non per offendere chi si sente “diverso”

di Antonio Catalano

Molti sanno della biologa tedesca Marie Luise Vollbrecht alla quale, in seguito alla protesta di vari collettivi Lgbt, l’università Humboldt di Berlino ha impedito di tenere una conferenza sulla questione del “Perché in biologia ci sono due sessi”.

Così ancora una volta l’ultra minoritaria lobby ellegibitì, legata a ben precisi interessi e poteri forti del mondo occidentale, riesce ad avere il sopravvento senza che ciò desti più di tanto scandalo nel mondo liberal progressista. Il fatto che questa tendenza sia così tanto coccolata e sovradimensionata, al punto che ormai è proposta ossessivamente ovunque, lascia ben intendere quali sia il grado di decomposizione delle classi dirigenti del nostro settore di mondo, destinato all’estinzione demografica con i suoi tassi di natalità spaventosamente bassi. Il tema dei diritti non c’entra un fico secco. La si faccia finita con questa stucchevole e fuorviante manfrina. La questione è semplice, incontrovertibile, e dirlo sembra essere diventata la vera blasfemia: su un piano di prospettiva di crescita e di futuro della comunità umana è la coppia eterosessuale a garantire la sua sopravvivenza.

A patto che questa sopravvivenza importi qualcosa. Insomma, per essere ancora più chiari: in natura è la coppia eterosessuale a garantire le nascite, la discendenza, la prosecuzione e il destino della specie. Non si può tollerare che gruppi ben organizzati e finanziati impongano la propria stramba, unilaterale e antinaturale “visione”. Ripeto: non c’entrano nulla né diritti né pari opportunità. C’entra la vita.

Fonte: Antonio Catalano

12 Commenti
  • Aplu
    Inserito alle 17:22h, 15 Luglio Rispondi

    Non solo, c’entra il divino buonsenso. Se gruppi minoritari di viziosi sodomiti e lesbiche vogliono trasformare le società umane adducendo termini filosofici ANZI, sofisti, per in fondo, guarda quanto è semplice, giustificare la propria malformazione e il proprio disagio psichico che hanno dentro risolvendolo in una giustificante modernista ed addirittura “evolutiva” che vuole ridurre il resto della società a loro immagine e somiglianza, hanno sbagliato tutto.

  • Aplu
    Inserito alle 17:38h, 15 Luglio Rispondi

    C’ erano sodomiti e lesbiche nell’antichità? Certo che c’erano, e nella generale indifferenza vivevano MA dovevano starsene al loro posto. Anche se Virgilio nelle Bucoliche si lascia andare a tutto un peana di culattoneria fra pastori e pastorelli, non è che venisse poi accolta la cosa come regime di vita, ma semmai era guardato con indifferenza o sufficienza purché mascherato da ipocrisia poetica, e anche con una nota di biasimo sotteso e sempre presente. Tant’è vero che nei successivi poemi la cosa viene relegata in un angolo, perché Augusto cacciava via anche dal suo esercito i sodomiti conclamati. Nell’ Eneide, poi, ci sono solo Eurialo e Niso che si capisce essere due ricchioni, ma comunque combattenti e guerrieri che muoiono per la loro gente, quasi a far dimenticare il loro cameratesco viziaccio. Insomma i sodomiti c’erano, ma non erano affatto portati ad esempio del vivere normale e decente….

  • Giorgio
    Inserito alle 17:55h, 15 Luglio Rispondi

    PERFETTO APLU !
    Abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni che TUTTO CIO’ che altera (anche a fin di bene o con la giustificazione di un imprecisato progresso) quello che la natura ha creato e prodotto in miliardi di anni porta solo a conseguenze disastrose …. E non vale solo per il cosiddetto mondo Lgbt, ma anche per la rivoluzione industriale e ancora peggio riguardo alle bio tecnologie ….
    E’ solo il progresso del nichilismo, guarda caso guidato dall’occidente liberal democratico, non l’evoluzione naturale della razza umana !!!!!
    ” ……. Le società industrializzate sottopongono i popoli
    indigeni a violenza genocida, a schiavitù e razzismo
    per poterli derubare di terre, risorse e forza lavoro.
    Questi crimini vengono spesso compiuti nel nome del
    progresso e dello sviluppo. Tuttavia, la nozione di
    “progresso” – affermatasi con il colonialismo –
    viene raramente messa in discussione: si pensa
    semplicemente che vada bene per tutti ….. ”
    Da: Il progresso può uccidere:
    http://www.filosofiatv.org/news_files/163_Surviv%20progr.pdf

  • Riki
    Inserito alle 07:47h, 16 Luglio Rispondi

    Facciamo chiarezza: l’elite bancaria che domina il pianeta vuole eliminare gli italiani, perché tra gli italiani ci sono ci son stati e ci potrebbero essere in futuro delle menti eccellenti. Quindi per evitare, fanno fuori tutti gli italiani. Lentamente..,…se no qualcuno potrebbe accorgersene

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 08:33h, 16 Luglio Rispondi

    V’è forse precisa intenzione eliminare uniche etnie refrattarie a totale sottomissione…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • vitus
    Inserito alle 11:03h, 16 Luglio Rispondi

    @APLU Attenzione agli scivoloni omofobi. Lo dico da omosessuale (culattone o ricchione: anche a me piacciono le “coloriture” e le uso x primo, sottraendole agli omofobi).
    Ritengo tutta la deriva LGBT una fuga in avanti: abbiamo ottenuto molto, quanto a diritti, e non riusciamo (alcuni di noi e non è il mio caso) a fermarci x fare il punto della situazione.
    Respingo l’idea di “stare al mio posto”, come omosessuale (e come uomo): e chi lo decide, qual è il mio posto? TU???
    Ripeto: giusto e doveroso denunciare i deliri LGBT (che non si traducono in alcun beneficio per omosessuali e lesbiche) ma senza scadere nell’omofobia

    • Giorgio
      Inserito alle 11:51h, 16 Luglio Rispondi

      Nessuno omofobia …. che ognuno viva le proprie “inclinazioni” come gli pare …
      Ma non si pretenda che tutti devono per forza approvarle …
      Mi ritengo libero di approvare o disapprovare le altrui inclinazioni … sia sessuali, culturali, politiche ecc.
      E come dice il titolo dell’articolo …. La natura ha concepito 2 sessi perchè le specie si riproducessero, non per offendere chi si sente diverso ….

  • Farouq
    Inserito alle 11:57h, 16 Luglio Rispondi

    Secondo la teoria dell’evoluzione la riproduzione primordiale era asessuata, poi gli individui hanno sviluppato per caso un pene primordiale (a cosa serviva?) poi uno sfigato lo ha perso e si è ferito tra le gambe formando una vagina, gli altri con il pene sviluppato lo chiamarano donna e lo trombarano
    La domanda è seria, i due sessi sono comparsi temporaneamente? in caso contrario come si riproduceva il uomo?
    La teoria di Darwin non regge, il Creatore esiste

  • Farouq
    Inserito alle 12:47h, 16 Luglio Rispondi

    In altre parole l’esistenza della donna (riproduzione sessuata) è una delle prove dell’esistenza del Creatore, la “Natura” non può inventare casualmente un meccanismo simile, tutto il resto è semplicemente un malfunzionamento del sistema originale, forse un avvelenamento chimico (ultimamente voluto) per provocare una disfunzione ormonale

  • francesca
    Inserito alle 15:54h, 16 Luglio Rispondi

    Pienamente d’accordo.
    Le leggi universali e naturali che regolano la vita su questo pianeta sono semplici.
    Affermare questo non vuol dire mancare di rispetto nei confronti di chi, senza condizionamenti esterni, seguendo semplicemente la propria natura, abbia maturato con il tempo una consapevolezza sessuale diversa rispetto al sesso di appartenenza.
    Sono scelte personali e insindacabili, che però, non devono divenire strumento di ricatto nelle mani delle elite di potere nel tentativo di modellare la società secondo le loro visioni perverse.

    • Giorgio
      Inserito alle 17:46h, 16 Luglio Rispondi

      Totalmente d’accordo Francesca !!!

Inserisci un Commento