La Nato sta preparando un attacco combinato sulla Crimea in occasione della festa della Vittoria Russa

di Luciano Lago

Il nervosismo dei comandi della Nato si misura in questi giorni e cresce a momenti in tale modo  che può succedere che vengano prese decisioni affrettate sul momento che possono costare molto caro….
La Russia ha distrutto un nuovo bunker degli alti comandi a Odessa, la mostra, inaugurata a Mosca,  con gli armamenti della Nato distrutti sul fronte e presentati in piazza, ha creato altro imbarazzo ai comandi della Nato ed alle industrie della guerra USA, quelle che perdono prestigio sul mercato internazionale delle armi.

Inoltre accade che gli Houthi hanno distrutto una nave commerciale ad una distanza di 1500 Km. dalle coste dello Yemen. Negli stessi giorni i paesi baltici hanno fatto un appello alla Nato sulla base dell’art. 5 per far riconoscere come aggressione russa la paralisi del GPS per effetto dell’azione di guerra elettronica russa.  La dinamica di guerra sale a livelli elevati e apre il campo a decisioni inconsulte e poco ponderate.
Di fronte a tutto questo, la Nato ha deciso di rispondere con un attacco massiccio alla Crimea dove il primo obiettivo sarà il ponte.

Riepiloghiamo i fatti.

Secondo le informazioni di intelligence da fonti affidabili, risulta che    Il bunker segreto distrutto la scorsa notte a Odessa è quello dove si trovavano alti ufficiali delle forze ucraine e ufficiali della Nato. Non ci sono superstiti, la distruzione è stata totale. L’attacco è stato diretto su un punto vicino alla stazione dei treni dove si trova il bunker e sono stati utilizzati  missili russi ipersonici. La difesa aerea ucraina è inesistente.
Allo stesso tempo nel mar Rosso gli Houthi hanno sferrato un attacco a distanza di 1500 Km. su una nave commerciale, la Cicladi, con bandiera di  Malta,  diretta a Israele, rivelando una capacità militare notevole, con l’utilizzo di missili da crociera a lunga distanza.  Uno smacco per le forze della coalizione occidentale che non hanno raggiunto il loro obiettivo di fermare la resistenza yemenita solidale con Gaza
A Mosca la mostra di armi sequestrate all’Ucraina ed alla Nato ha dimostrato la scarsa efficacia delle armi occidentali come i tanks Abrams, Leopard e quelli francesi, inclusi pezzi di artiglieria e missili.
I missili ATACMS inviati segretamente dagli USA all’Ucraina sono già stati utilizzati in questi giorni dalle forze ucraine Nato, per attaccare la penisola di Crimea sotto controllo degli istruttori occidentali, ma hanno fatto un buco nell’acqua e sono stati intercettati e distrutti dalla contraerea russa senza difficoltà.

Questa volta le forze ucraine/Nato cercheranno di attaccare la Crimea e distruggere il ponte il giorno della vittoria, il 9 Maggio. Lo ha dichiarato il primo vice pres. della Duna statale ucraina e il ponte rappresenta un obiettivo strategico, ha detto il parlamentare.
 Sembra certo che i servizi di intelligence ucraini, con la direzione Nato,  faranno di tutto per centrare e distruggere il ponte. Questo perchè tale attacco sul ponte dovrebbe rappresentare un obiettivo simbolico e un fattore di immagine per la giunta ucraina, così da giustificare le forniture miliardarie ottenute e quelle che si aspettano di ricevere dall’occidente.
I missili ATMCS di lunga portata, forniti dagli USA, sono in grado di colpire il ponte ed altri obiettivi ma non sono in grado di cambiare le sorti del conflitto che vede ormai una offensiva inarrestabile della Russia che continua ad avanzare sul terreno. Le forze armate dell’Ucraina dovranno utilizzare tutto il loro arsenale per ottenere risultati con un attacco alla Crimea, con enorme dispendio di forze.

Drone navale ucraino

La Nato ricorre apertamente ad una  strategia terroristica

Lo fa per compensare la situazione fallimentare sul fronte. Colpire obiettivi civili sul territorio russo per creare terrore e panico fra la popolazione, come è stato fatto su Belgorod. Potrebbe essere però un fatale errore di calcolo di Zelenky e della sua cricca.
Tuttavia i comandi Nato non hanno calcolato quali potranno essere le reazioni della Russia. Gli esperti non possono calcolare quale sarà la portata della reazione.. Per dare un chiaro segnale il presidente Putin ha fatto muovere in un’esercitazione le forze nucleari tattiche vicino alle frontiere ucraine.

Difese aeree crimea

Una delle prime risposte russe potrebbe essere quella di colpire le restanti centrali energetiche, gli snodi ferroviari ed i depositi di gas in Ucraina lasciando il paese senza comunicazioni, energia e trasporti ferroviari.
I missili ATACMS su cui l’Ucraina contava, hanno fallito nel loro utilizzo in Crimea e si sono rivelati vulnerabili di fronte al sistema di difesa aerea russo che conta anche su un efficace sistema di contromisure elettroniche.
L’obiettivo delle forze Ucraine Nato è quello di colpire i centri di comando  e di coordinamento russi in Crimea per debilitare la flotta russa e neutralizzare le difese della penisola. Il primo obiettivo è il ponte, il secondo è la base di Sebastopoli, la più importante della penisola.
Sembra chiaro che la Nato si prepara a combattere come una coalizione integrata contro la Russia e l’Ucraina è il primo banco di prova. Il momento dello scontro è sempre più vicino e le conseguenze saranno incalcolabili.

Fonti Varie

9 commenti su “La Nato sta preparando un attacco combinato sulla Crimea in occasione della festa della Vittoria Russa

  1. Che covino sempre qualcosa di malvagio è evidente. Se si tratta dal ponte di Kerch, non è una novità. Mi risulta che recentemente i russi ne’ abbiano aumentato le difese. In caso di successo ucroNato, sarebbe un miserabile risultato. In tutti i sensi, se non propagandistici.

  2. L’articolo conferma la superiorità delle armi dei Russi, sulle strombazzate, costose e difettose armi occidentali. Che l’occidente spenda moltissimo per le armi …… è dovuto ai cacciaviti da 600 dollari ! (come si era venuto a sapere da una fattura al Pentagono ………. anni fa) (cose comicissime della corruzione)…….. ma non c’è la eccellenza della progettazione e della produzione dell’EST ! La conferma che gli Houti hanno colpito a 1500 km di distanza una nave nemica la dice lunga sulle armi in possesso dello Yemen. Ha missili di tutti i tipi che superano i 2000 km di gittata, tant’è vero che bloccano pure il Mediterraneo. Da quello che ho osservato, sia i Russi che Hezbollah e gli Houti hanno missili che inquadrano otticamente l’obiettivo, fornendo con la telecamera la visione in diretta dell’avvicinamento del missile al bersaglio, fino all’impatto.

    1. Caro ARMIN, la vicenda che citi, quella dei cacciaviti da 600 dollari l’uno, spiega come mai gli USA spendono in armamenti quanto tutti gli altri paesi del mondo messi insieme ! Non perchè producono e posseggono più armi nè perchè sono di miglior qualità, ma perchè la corruzione porta i costi a livelli pazzeschi ! A proposito, ma la corruzione non era un fenomeno tipico dei paesi del terzo mondo ? E invece dilaga in occidente, nonostante tutta la enorme legislazione in materia di appalti di cui si vantano i nostri “civili e progrediti paesi” ! Corruzione che arma e tiene in piedi quella organizzazione terroristica chiamata NATO, il cui acronimo esatto è proprio Nazioni Alleate Terroristiche Occidentali !

      1. Caro GIORGIO, ciao ! La corruzione direi che è intrinseca al Sistema occidentale, dato che è immorale. Guardano gli altri, i padroni e c. , ma tutto il loro occidente è marcio, negativo, e inemendabile. Il Sistema del debito usuraio non ha molto futuro (mi viene da ridere).
        I padroni e c. sono dei grandi peccatori blasfemi. Ottima la tua definizione di NATO !

  3. Vorrei ricordare che chi picchia x primo picchia 2 volte, ma questo i Russi lo sanno? Xche continuano a cincischiare facciano come Israele, dopotutto la guerra è guerra. I

    1. Sono 2 anni che come un povero baucoto ritardato ripeti sempre le stesse stupidaggini assurde e deliranti !
      In un mondo COMUNISTA IDEALE dove le leggi è le regole sono uguali per tutte le genti e per tutte le nazioni la Russia sarebbe autorizzata a fare bombardamenti a tappeto e beata è candida potrebbe compiere crimini di guerra come fanno abitualmente i paesi USA-NATO-ISRAELE !
      In un mondo Capitalista-Fascista dove vige la regola che la lagge NON è UGUALE PER TUTTI Nè per i comuni cittadini e NEMMENO PER GLI STATI liberi ed indipendenti !
      Perciò la Russia nella guerra contro gli Ucraini e contro i paesi USA & NATO è obbligata ad adeguarsi alle condizioni di guerra che gli vengono imposte da questi Stati Canaglia che controllano per ora l” ONU e tutta la rete mediatica ed internet MONDIALE !

  4. La Russia ha convocato gli ambasciatori di Regno Unito e Francia probabilmente per avvisare i loro governi che ci saranno ritorsioni serie, i russi hanno effettuato anche esercitazioni nucleari tattiche dimostrative.
    Xi Jin-ping nelle stesse ore era in Francia, dove ha sottoscritto 18 accordi commerciali, probabilmente per offrire la carota assieme al bastone russo, poi è volato in Serbia per ricordare i 25 anni dal bombardamento NATO, che distrusse completamente l’ambasciata cinese (guarda caso era premier sionista quello che ha bombardato pure quella iraniana a Damasco, pura coincidenza).
    La Cina pare stia provando con molta difficoltà a scardinare la NATO-UE, che sostanzialmente sono la stessa cosa, dato che nel Pacifico sta proliferando contro di lei con le varie AUKUS, QUAD e simili.
    La visita del presidente cinese in Ungheria, Serbia e di passata Francia va in quella direzione, la Russia sta per sfondare definitivamente la linea fortificata del Donbass dopo di che incontrerà sempre meno resistenza, arriverà fino ad Uzgorod, forse crolleranno pure i regimi degli spopolatissimi paesi baltici, che potrebbero finire Estonia e Lettonia alla Russia e Lituania alla Bielorussia, pure la Finlandia distrutta e spopolata ad est dalla crisi economica potrebbe finire alla Russia, mentre la Serbia potrebbe prendersi la maggior parte della Bosnia oltre al Kosovo, magari spedendo verso ovest con l’appoggio militare russo-cinese i musulmani dei due territori.

  5. Da quanto la Nato sta cercando di convincere il mondo, ma soprattutto se stessa , di poter combattere , e competere, contro l’esercito russo? Forse ricordo male ma non è dall’inizio della SMO? Ogni tanto si inventano qualche nuovo film e recitano la parte, ora è il turno di quel gigante di intelligenza di Macron, fino a poco tempo fa era protagonista stolthenberg ma , insomma , la trama è sempre la stessa-” gliela faremo vedere noi a Putin!!”. Certo, da quest’orda di deficienti che ci governa da oltre atlantico e dall’europa, ci si può senz’altro aspettare qualsiasi follia, ma prima devono metabolizzare ed accettare profondamente l’idea di guerreggiare contro la Russia da tacchini certo non più da leoni. Ce la faranno? Non lo so, ma so che la disperazione spesso fa commettere errori fatali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM