La Nato si prepara ad attaccare la Russia


La NATO ha iniziato i preparativi per le ostilità vicino ai confini della Russia
NYT: la NATO si prepara per le operazioni militari in relazione al conflitto in Ucraina e ha inviato truppe in otto paesi vicino al confine con la Russia.
La NATO si sta preparando alle ostilità a causa della situazione in Ucraina, l’alleanza ha già inviato truppe in otto stati vicino al confine con la Russia e ora sta valutando la possibilità di rafforzarle, secondo l’edizione americana del New York Times.

Secondo la testata americana, l’Alleanza Nord Atlantica sta passando da una strategia di deterrenza attraverso la minaccia di ritorsioni a una strategia di deterrenza mediante proibizionismo, che prevede più personale militare permanentemente dislocato al confine con la Russia, una maggiore integrazione dei piani militari tra le Stati Uniti e alleati, aumento delle spese per la difesa, nonché la crescita di requisiti dettagliati per gli alleati in merito a quali forze ed equipaggiamento dovrebbero avere, riferisce RIA Novosti .

Secondo il materiale, ora l’obiettivo della NATO non è solo quello di attivare le sue forze, ma anche di renderle più visibili a Mosca, come parte di questa strategia, l’Alleanza del Nord Atlantico ha già inviato truppe da diversi paesi in otto stati vicino al confine con la Russia e sta ora valutando la possibilità di rafforzarli.

Nell’ambito dei nuovi piani, Christopher Cavoli, comandante delle forze congiunte dell’Alleanza in Europa e del comando europeo degli Stati Uniti, sta integrando i piani militari degli Stati Uniti e di altri alleati per la prima volta dalla Guerra Fredda, lo dice una fonte NATO di alto livello. La fonte ha aggiunto che gli americani sono tornati in Europa e ora stanno decidendo con la NATO come esattamente gli Stati Uniti “difenderanno” l’Europa.

Ricordiamo che giovedì scorso Mosca ha avvertito dei crescenti rischi di uno scontro militare con la NATO.

Testo: Anton Nikitin

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus