La NATO preme sui confini della Federazione Russa

MOSCA, 16 aprile – RIA Novosti, Andrey Kots. Ricognizione aerea dei confini della Crimea, navi della NATO nel Mar Nero, preparativi per esercitazioni su larga scala e carichi misteriosi che gli Stati Uniti stanno trasferendo in Ucraina: negli ultimi giorni l’alleanza nordatlantica ha fortemente intensificato la sua concentrazione di forze nell’Europa orientale. Nessuno nasconde che si tratta di una reazione al trasferimento di unità ed equipaggiamenti da Kiev alla linea di contatto nel Donbass, nonché al movimento delle truppe russe all’interno del Paese. RIA Novosti ha capito cosa stava succedendo.
UAV sulla parte anteriore
Con l’inizio del prossimo aggravamento nel Donbass, l’aviazione dei paesi della NATO appare qui sempre più spesso. I droni da ricognizione RQ-4 Global Hawk sono quasi costantemente sospesi sulla linea di contatto, osservando i preparativi degli eserciti DPR e LPR (Repubbliche del Donbass) per la difesa. Naturalmente, le immagini dei droni vengono immediatamente posizionate sui tavoli dei comandanti di Kiev.


Una delle case nel villaggio della miniera di Glubokaya a Gorlovka, rimasta senza tetto a causa dei bombardamenti e alla fine senza inquilini – RIA Novosti, 1920, 13/04/2021

Le stesse forze armate ucraine hanno intensificato la ricognizione aerea: la milizia ha notato i droni d’attacco Bayraktar TB2 acquistati in Turchia. Non hanno attaccato obiettivi di terra: ovviamente, gli operatori UAV stanno ancora studiando un potenziale teatro di operazioni militari. L’APU ha sei droni di questo tipo. Secondo i media ucraini, Kiev ha firmato un contratto per l’acquisto di UAV aggiuntivi con Ankara durante una recente visita in Turchia del presidente Volodymyr Zelensky.
Inoltre, l’aviazione occidentale controlla quasi ogni giorno la costa della Crimea. Gli aerei da ricognizione elettronica britannici e americani Boeing RC135W e Lockheed P-3COrion e gli aerei anti-sottomarini P-8APoseidon navigano sulle acque neutre del Mar Nero. Il loro compito principale è tracciare le azioni delle navi della flotta del Mar Nero e aprire le postazioni di difesa aerea del gruppo militare schierato nella penisola.


Misterioso carico
La NATO sta anche rafforzando la sua presenza navale nella regione. Entro la fine di aprile, due cacciatorpediniere missilistici della US Navy entreranno nel Mar Nero. Secondo la versione ufficiale del Pentagono, il trasferimento delle navi è “routine”. Tuttavia, il Cremlino ha reagito bruscamente. Non sorprende: dopo tutto, questi cacciatorpediniere trasportano più di cinquanta missili da crociera Tomahawk.
“Per quanto riguarda l’attività militare degli Stati Uniti, compreso il passaggio delle navi nel Mar Nero, questo avviene regolarmente”, ha detto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. “Ora questo viene fatto in modo particolarmente aggressivo, accompagnato da una retorica aggressiva, tanto che hanno chiesto cosa sta facendo la Federazione Russa al confine con l’Ucraina. La risposta è molto semplice: viviamo lì, questo è il nostro paese, ma cosa stanno facendo gli Stati Uniti sotto forma di navi, personale militare che organizza costantemente qualche tipo delle attività della NATO in Ucraina, a migliaia di chilometri dal proprio territorio – questa è la domanda che finora rimane senza risposta “.

Grandi aerei da trasporto USA C-117 scaricano attrezzature in Ucraina


C’è un’altra domanda interessante senza risposta: che tipo di carico consegnano a Kiev gli aerei da trasporto militare dell’US Air Force? Gli esperti hanno richiamato l’attenzione sulle letture del servizio Internet FlightRadar: C-17 e C-130 americani, in volo da USA, Germania e Paesi baltici, atterrano all’aeroporto di Boryspil, scaricano e tornano indietro.
Secondo l’esperto militare Alexei Leonkov, Washington sta schierando sistemi di guerra elettronica in Ucraina, il che potrebbe far presagire un’imminente offensiva delle forze armate ucraine. Ha citato come esempio la tattica delle forze armate statunitensi nell’operazione Desert Storm, quando nei primissimi giorni del conflitto, gli americani hanno completamente “accecato” l’esercito di Saddam Hussein. A favore di questa versione è la recente dichiarazione della leadership della DPR secondo cui le forze di sicurezza ucraine hanno iniziato a bloccare i canali di controllo ei sensori GPS dei droni della missione OSCE per nascondere l’arrivo su larga scala di attrezzature militari nella regione. Tuttavia, anche la Russia non starà a guardare.
“In caso di aggravamento, faremo, ovviamente, di tutto per garantire la nostra sicurezza e quella dei nostri cittadini, ovunque si trovino”, ha sottolineato il viceministro degli Esteri Sergei Ryabkov.

Cacciatorpediniere USA nel Mar Nero

Avvertiamo anche gli Stati Uniti che è meglio per loro stare lontani dalla Crimea, dalla nostra costa del Mar Nero. Sarà per il loro bene “.
Preparazione alle esercitazioni
Un altro motivo per la maggiore attività delle truppe occidentali vicino ai confini russi è la preparazione della NATO per le più grandi esercitazioni militari Defender Europe 2021, che si svolgeranno partire da metà maggio.

Traduzione: Sergei Leonov

20 Commenti
  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 11:16h, 16 Aprile Rispondi

    nonostante l’articolo sia evidente filo russo, gran parte delle notizie riportate sono vere, i global hawk decollano dalla Sicilia quasi ogni giorno, dall’Inghilterra idem un boeing che serve a spiare e diversi C-130 sono partiti sia dagli Stati Uniti per Ramstein che da Ramstein per non so dove (ad un certo punto spengono i transpoder)

    una notizia invece che dovrebbe/potrebbe essere smentita riguarda l’arrivo di due navi americane nel Mar Nero, come era stato precedentemente riportato (incluso me stesso), a quanto pare le due navi non hanno attraversato il Bosforo e non è stata comunicata nessuna ulteriore data alla Turchia.

    che forse l’amministrazione usa abbia deciso di lasciare al suo destino il comico ucraino, forse sorpreso dalla notevole mole di mezzi e uomini (detto senza nè retorica nè clamore propagandistico, quello che è giusto dire bisogna dirlo) che i Russi hanno spostato verso il confine?
    nessuno può saperlo, ma appunto gli ultimi rumors che arrivano sembrerebbero smentire la possibilità di un attacco a breve

    • nicholas
      Inserito alle 11:30h, 16 Aprile Rispondi

      A mio parere, gli usa, aspettano qualche evento particolare prima di attaccare.

      • Mau
        Inserito alle 14:38h, 16 Aprile Rispondi

        I Russi a mio parere stanno attendendo l’ultimazione del gasdotto nordstream2. Dopo avranno le mani più libere

    • Hannibal7
      Inserito alle 13:09h, 16 Aprile Rispondi

      Alle 2 navi americane è stato dato ordine di fermarsi in Grecia (o Cipro non ricordo bene) perché l’amministrazione di merda ritiene sia meglio così….dicono che in caso di inizio conflitto sarebbero bersaglio facile …tra l’altro gli ameri-CANI sanno che nel Mar Nero stanno girando almeno 4/5 sommergibili russi
      Questo è quanto ho letto fin’ora su altri siti
      Su Avia-pro poi dicono che i 6 Typhoon occidentali (presumibilmente inglesi) in realtà potrebbero essere addirittura 12
      Se fosse così la situazione si sta surriscaldando
      Grazie per le informazioni sui voli spia
      Saluti né

      • Farouq
        Inserito alle 13:23h, 16 Aprile Rispondi

        In caso di conflitto aperto non ci sarà un posto per nascondersi, ci sono i sommergibili

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 15:35h, 16 Aprile Rispondi

        sono un paio di giorni che gli aerei spia partono da Creta e non dalla Sicilia, inoltre sempre da qualche giorno da Ramstein partono aerei che arrivano al confine della Polonia, dall’altra parte c’è la Bielorussia
        per intenderci, arrivare al confine significa che sono a circa un centinaio di chilometri, non metri, idem o quasi gli aerei che quotidianamente sorvolano il mare a sud della Crimea

  • Farouq
    Inserito alle 12:42h, 16 Aprile Rispondi

    Purtroppo anche secondo me è guerra

    L’ordine è arrivato da Tel Aviv, non hanno più spazio di manovra grazie alle forze russe in Siria e contro l’Iran niente da fare

    I sionisti stanno perdendo allora rovesciano la scacchiera

  • Farouq
    Inserito alle 12:53h, 16 Aprile Rispondi

    Il cadaverico Biden è troppo nervoso, cade dalle scale, fa errori nei discorsi, ecc..

    Segno che ha un peso più grande di lui, la scelta della guerra

    • mondo falso
      Inserito alle 15:35h, 16 Aprile Rispondi

      Meglio così , i sionisti son quelli che ci vogliono rovinare la vita e ammazzare con restrizioni e vaccini

  • Niko
    Inserito alle 13:23h, 16 Aprile Rispondi

    Non ci sara’ nessuna guerra almeno di certo rilievo , forse solo un piccola scaramuccia da usare come diversivo…Perche??? Semplice, ormai la bolla del Cojona Vairus, si sta sgonfiando proporzionalmente al gonfiamento di coglioni della gente in generale, e che se scattera’ una piccola manifestazione di un certo peso, e con qualche morto, le proteste si estenderanno (sperando senza smartfon e mani alzate) e che potrebbero culminare nello sfondamento dei palazzi del potere con l’esecuzione diretta attraverso tribunali sommari e popolari… Il popolo quando si solleva diventa una bestia ………
    Per evitare cio’ e per crearsi una via di fuga, per allentare e far finire la storia del minkia Vairus,, ma non sanno come ecco che inventano questo pretesto e diversivo, premendo su questa direzione della guerra, in modo che al popolino faranno dimenticare quello che ha subito nel corso di questo anno poiche’ sara ‘ impegnato mentalmente a preoccuparsi di nuovi eventi di “pseudo guerra” .Sappiamo tutti che non conviene a nessuno svegliare l’orso russo e scatenare una guerra nucleare…a chi gioverebbe ??? A nessuno……..
    Un po’ come e’ successo in Croazia che dopo il terremoto di dicembre hanno trovato (giustamente ) la scusa per togliere alcune restrizioni, come ad sempio la “maskeuola” in strada che non e’ obblgatoria e la vita procede normalmente…….e con il diversivo della pseudo guerra, faranno lo stesso e faranno scemar la storia del minkia Vairus…..

    • Farouq
      Inserito alle 13:53h, 16 Aprile Rispondi

      Rivolte? Scenario ottimistico e irreale

      • Niko
        Inserito alle 15:51h, 16 Aprile Rispondi

        e’ una possibiita, solo che viviamo in un mondo di dementi, e comunque ci spero che avvengano anche perche’ anche se sono pecore ma hanno bisogno di nutrirsi (vero che arrivera’ il reddito di sopravvivenza)

    • nicholas
      Inserito alle 21:18h, 16 Aprile Rispondi

      Anche io sono d’accordo con te Niko.
      Una piccola guerra, farebbe dimenticare al popolo bue il virus.
      Sinceramente, spero che ciò avvenga al più presto. Non se ne puoi più.
      Vedo gente, ogni sera che aspetta il bollettino di “guerra”.
      E spaventoso, come il cervello delle persone è stato alterato.

  • enea
    Inserito alle 13:42h, 16 Aprile Rispondi

    quando in guerra attacchi frontalmente un nemico, ti devi guardare bene alle spalle perchè è li che prendi la grande batosta. (vedi Detroit durante il Desert Storm) . Gli americani in difesa sono delle patate, hanno troppo territorio, troppi interessi, vasti territori incontrollati e troppi lavoratori infiltrati stranieri che lavorano in cucina..

  • antonio
    Inserito alle 13:52h, 16 Aprile Rispondi

    firmiamo la petizione in rete per uscire dalla NATO

    • mario
      Inserito alle 20:45h, 16 Aprile Rispondi

      sono daccordo con lei…………………………………………..

  • eusebio
    Inserito alle 19:27h, 16 Aprile Rispondi

    Se è vero che i russi sono già in Donbass allora sono già sulla linea di contatto e si stanno sparando addosso tra russi e ucraini, le deliranti sanzioni USA contro il debito pubblico russo non avranno effetti perchè solo il 7% del debito è in mani estere le quali si sbrigheranno a disfarsene e sarà acquistato da russi residenti, al contrario del debito pubblico USA che ormai ha superato il PIL, non trova più acquirenti esteri a causa degli alti tassi di interesse e viene affannosamente tenuto in piedi dalla stampa continua di dollari iniettati nel sistema finanziario il quale li usa per comprare i treasuries-carta straccia,
    Al contrario l’Ucraina è uno stato fallito che ha gettato le sue ultime risorse finanziarie nello schieramento delle truppe nel Donbass nella speranza di recuperarlo e poter così entrare nella NATO e nella UE, ipotesi smentite da Germania e Francia.
    A questo punto se gli ucraini passano all’offensiva le prendono e i russi arrivano al Dniepr,
    Difficilmente la NATO interverrebbe, gli USA sono troppo preoccupati dell’espansione della potenza cinese, la quale sul piano economico nel primo trimestre di quest’anno è cresciuta come PIL addirittura del 18,3%, permettendo alla Cina di arrivare a fine 2021 ad avere un PIL di 17 trilioni di dollari.
    Mentre il paese sta sviluppando progressivamente la propria industria dei microchip che ha già una quota del 15% a livello globale, anche sul piano militare la Cina surclassa gli USA, per convincere Taiwan che è meglio farsi annettere alla madrepatria ieri la marina del PLA ha iniziato sei giorni di manovre a sud dell’isola, simulando uno sbarco.
    E la marina USA come sta alla larga dal Mar Nero sta alla larga da Taiwan.

  • antonio
    Inserito alle 19:45h, 16 Aprile Rispondi

    già vivono sulle terre rubate agli Indiani americani, e da sempre vogliono rubare terre e risorse ai più deboli, la storia li condanna

  • giorgio
    Inserito alle 09:45h, 17 Aprile Rispondi

    Ancora un esaltato fanatico decerebrato fan degli usa …..
    capisco perchè Basaglia si batteva per la chiusura dei manicomi …… non sarebbero mai riusciti a contenere tutta l’umana follia ….
    era una battaglia persa in partenza ….. neanche nei campi di rieducazione in Siberia potrebbero rinsavire ….. l’unica soluzione è mandarli sotto terra ……

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 12:46h, 17 Aprile Rispondi

    guardi che se non era per gli “yankee” che vi fornivano armi altro che a 10 km da mosca ci fermavate, arrivavamo fino al Caucaso ed agli Urali

Inserisci un Commento