La NATO concentra le sue forze per contenere Russia e Cina in vista di nuove provocazioni

di Luciano Lago

La NATO sta forzando la sua macchina militare contro Russia e Cina e questo è dimostrato dalla concentrazione, di forze che si sta attuando in questi giorni nel Mediterraneo, di fronte alle coste della Siria, passando per l’Ucraina, nell’est d’Europa, fino al mar della Cina dove sono arrivate unità navali britanniche e francesi.
Nel frattempo la Russia osserva i movimenti delle forze NATO e si appresta a testare il suo nuovo missile balistico ipersonico Sarmat di cui saranno effettuate almeno tre prove. Le capacità distruttive di questo missile sono enormi e potrebbe essere l’arma definitiva in caso di conflitto.

Questo si produce nel momento di massima tensione della guerra fredda fra USA/NATO e Russia.
Sembra che in questi giorni, per la visita del segretario di stato USA, Blinken, l’Ucraina ha incrementato i suoi attacchi contro il Donbass, cosa che ha spnto la Russia a ritrasferire una parte delle forze che aveva ritirato dalla frontiera con l’Ucraina. Attestate vicino alla frontiera ucraina già erano presenti 80.000 forze russe con armi pesanti ma la il comando della difesa russa ha detto che vari contingenti sono schierati in diverse posizioni nel territorio russo in attesa di ordini.


Tuttavia il maggiore generale Michael Repass, ex comandante USA, ha sostenuto che la Russia non ha ritirato le sue truppe dotate di armi letali ma solo alcune di queste e mantiene le sue forze essenziali sulla zona in stato massima preparazione. ( https://www.nytimes.com/2021/05/05/us/politics/biden-putin-russia-ukraine.html )
I paesi occidentali sono già impiantati con le basi militari in tutto il pianeta e tutti hanno capito cosa sta realmente accadendo: l’aumento delle possibilità di un confronto fra la NATO e la Russia.
“I politici occidentali, stanno impiantando il totalitarismo nelle relazioni internazionali in un tentativo di imporre la loro egemonia agli altri” (ha detto il cancelliere russo Sergei Lavrov) e nel contempo pensano di poter creare le loro regole. E’ incredibile che, mentre gli occidentali con le loro azioni affossano l’ordine internazionale, allo stesso tempo dicono che la loro finalità chiave è quella di contrarrestare i tentativi di Russia e della Cina nel loro sforzo di cambiare l’ordine basato sulle regole.
Dichiarazione testuale questa rilasciata nell’ambito delle Nazioni Unite dal segretario di Stato USA.

Segretario USA Blinken

Tale dichiarazione era stata fatta dopo di una riunione interministeriale svoltasi in Londra.
Queste enunciazioni sono un doppio discorso con cui l’Occidente non si preocupa per le norme del diritto internazionale continuamente violate (vedi il massacro fatto in Palestina o quello in corso nello Yemen) ma insiste che tutti i paesi obbediscano alle sue regole in una chiara strategia di mettere da parte le regole delle Nazioni Unite.
Sono in primo luogo USA e UE e i loro alleati quelli che respingono tutti i principi della democrazia e del multilateralismo, ha aggiunto Lavrov.
Lavrov ha enfatizzato che queste misure sono inammissibili ma sono ampiamente praticate dalla politica che attua l’Occidente sulla base di sanzioni che sono orientate a castigare i regimi che non si attengono alle regole occidentali.
l’Occidente sta solo indurendo queste sanzioni e Lavrov segnala che i paesi occidentali impongono tali restrizioni nel contesto della pandemia, riducendo la possibilità di combatterla.


Lo stato della democrazia lo vogliono discutere solo in certi paesi mentre si disinteressano degli altri ( quelli che si trovano nell’orbita occidentale) e stanno promuovendo dei gruppi di ristretti di interesse.
Da parte sua la UE cerca di intromettersi negli affari di altri paesi con gli abituali pretesti della retorica dei “diritti umani” e altri luoghi comuni della propaganda occidentale ma, nonostante tutto, l’alleanza per il multilateralismo sta dando molti risultati e lo scenario internazionale destinato a cambiare.

9 Commenti
  • ARMIN
    Inserito alle 13:42h, 21 Maggio Rispondi

    Le “élite” occidentali sono PERDENTI, ma continuano ad illudersi. Non capiscono. SONO PERDENTI.
    Dal 1945 continuano a perdere (in realtà anche prima sono andati in rovina, dopo la cosiddetta vittoria della Prima Guerra Mondiale – la Germania aveva vinto militarmente,- tant’è vero che le truppe TEDESCHE erano in FRANCIA!!) – i ” vincitori”, MILIONI DI MORTI DI FAME negli Stati Uniti per la crisi del 1929!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)).
    I Puritani, il nucleo dominante degli anglo-americani, quindi dell’occidente, hanno un QI mediocre.
    Auguri.

  • lutber
    Inserito alle 15:28h, 21 Maggio Rispondi

    l’ho già scritto,l’occidente è ormai da molto tempo in caduta libera. l’unica carta rimasta per tentare una rivincita improbabile è la provocazione. la violenza non pagherà però. Infatti, gli sforzi fatti non sono serviti a niente,gli obbiettivi non sono stati raggiunti, è una evidenza clamorosa davanti agli occhi di tutti ormai. Che fallimento!… Ne sono felice.

  • ANDREAROSSI DE OERGNA'
    Inserito alle 16:03h, 21 Maggio Rispondi

    in effetti ARMIN leggendo Differenze interetniche sulla pagina Quoziente d’intelligenza (vikipedia) risulterebbe che negli USA non tutti avrebbero intelligenza di ashkenaziti e orientali. ma… qggiungo io… in generale… coloro che dovessero guadagnare intelligenza riuscendo a rincretinire altri… dovrebbero prima o poi subire ‘rincretinimento di ritorno’ dettato da immutabile ‘legge naturale’. questo e’ il parere di ANDREAROSSI

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 16:48h, 21 Maggio Rispondi

    Il Sarmat (per la nato Satan II) è un grande missile balistico super-sonico a un paio di stadi, pesante circa 200 tonnellate, un vettore capace di portare testate nucleari o l’ipersonico Avangard (oltre una ventina per un Sarmat), che a sua volta può portare testae nucleari.
    La Russia è decisamente all’avanguardia per moltisitemi d’arma, in particolare per quanto riguarda i missili ipersonici, nelledisponibilità anche della Cina, mentre in tal caso gli usa sono indietro, per fortuna … senon sbaglio,l’ultimo tentativo usa di lanciare e testare un ipersonico è miseramente fallito.

    Cari saluti

    • Hannibal7
      Inserito alle 18:17h, 21 Maggio Rispondi

      https://www.agcnews.eu/russia-mosca-schierera-i-suoi-icbm-capaci-di-distruggere-la-francia/
      ….un solo Sarmat è in grado di distruggere un’area grande come il Texas o la Francia….un gran bel botto né…
      Saluti egregio

      • Pippo
        Inserito alle 23:09h, 21 Maggio Rispondi

        Un solo Sarmat che distrugge un’area di quasi 700’ooo Kmq??? Ahahah….Cala trinchetto!!

        • Hannibal7
          Inserito alle 04:07h, 22 Maggio Rispondi

          Il Sarmat può trasportare 15 testate nucleari con una potenza fino a 300 kiloton…per fare in paragone, la bomba di Hiroshima era di 18 kiloton….e poi non sono io che lo affermo…su internet si trovano tante informazioni….
          …cozzalone….

  • ARMIN
    Inserito alle 18:03h, 21 Maggio Rispondi

    Le “élite” occidentali sono al capolinea.
    Esse sono NEGATIVISSIME, e cioè da esse non scaturisce nulla di buono e sano.
    I vecchi trucchi non funzionano.
    Auguri.

  • eusebio
    Inserito alle 18:57h, 21 Maggio Rispondi

    In risposta al passaggio di una bagnarola USA nello Stretto di Taiwan la Cina nelle ultime ore ha inviato uno stormo di modernissimi caccia fin quasi sulla capitale Taipei, nelle prossime ore si incontreranno Bden e il presidente sudcoreano Soon e forse ci sarà un tentativo di Biden di strappare al sudcoreano una specie di riconoscimento dell’indipendenza di Taiwan, la qual cosa potrebbe portare ad una ritorsione cinese per mezzo della Nord Corea,
    La ormai palese inconsistenza dell’impero anglosionista è testimoniata dal paradossale rapporto tra il boom dell’import-export tra Cina ed UE,(tra l’altro con boom delle esportazioni italiane in Cina) che a marzo ha sfiorato i 400 miliardi di dollari, e la bocciatura da parte del parlamento europeo, peraltro un parere consultivo, dell’accordo degli investimenti tra Cina ed UE.
    Ormai gli agenti del sionismo globale, come il presidente del parlamento UE Sassoli (che si spera in futuro venga attenzionato dai servizi russo-cinesi per fargliela pagare) sono marginali ed ininfluenti, come l’entità sionista che li dirige.

Inserisci un Commento