La NATO affronta il generale Winter, il dio russo della guerra

di Bruno Bertez

“ Prevedo che il Grande Freddo si abbatterà su Ucraina, Russia ed Europa il 7 dicembre, tra circa due settimane, e quando ciò accadrà, tutto, assolutamente tutto cambierà. »

Sarà allora che il tempismo e l’approccio apparentemente “lento” di Putin allo SMO (operazione militare russa) si riveleranno come il brillante giocatore che lui è.

La correlazione delle forze unificate all’inizio dell’inverno sarà più forte a dicembre, ed è allora che ogni grande azione russa contro le infrastrutture ucraine sarà amplificata più volte:

Massiccio esodo di rifugiati verso l’Europa in un momento in cui l’Europa stessa è sotto pressione, portando con sé parte della rete di supporto per l’AFU (un esercito si nutre del suo popolo).
La disperazione da parte della Polonia e dei paesi baltici li spingerà ad azioni disperate (a loro danno)
NATO/USA dovranno prendere la decisione critica di rimanere in Ucraina o di andarsene: questo porterà a un sovraccarico cognitivo tra l’élite decisionale della NATO
Le apparecchiature fornite dall’Occidente che non sono adeguatamente preparate per l’inverno subiranno un aumento dei tassi di guasto.
La pressione sulla rete elettrica dell’Europa orientale aumenterà con il collasso della rete elettrica dell’Ucraina
Mercenari e soldati della NATO abituati in climi meno estremi sperimenteranno un crollo morale

La mia previsione: entro la fine di gennaio, la SMO non sarà altro che un’operazione di rastrellamento per ripulire i resti del battaglione Azov – le truppe mascherate della NATO saranno per lo più fuggite dalla scena.

Forze russe in Ucraina

L’Ucraina – e per estensione la NATO – sarò finita. Infila la forchetta.
I russi aspetteranno sulla sponda orientale del Dnepr e degraderanno sistematicamente l’economia ucraina e la sua capacità di combattere durante il periodo natalizio. Sono già stati qui.

Alexander Wert, un giornalista britannico della 2a armata sul fronte ucraino nella primavera del 1944, scrisse:

“ Devi vedere il fango ucraino in primavera per crederci. L’intero paese è allagato e le strade sono come fiumi di fango, spesso due piedi profondo, con fori profondi da aggiungere alla difficoltà di guidare qualsiasi tipo di veicolo tranne un carro armato russo T-34. La maggior parte dei carri armati tedeschi non poteva farcela. »

L’Armata Rossa ha fatto quello che nessun esercito ha mai fatto nella storia e ha lanciato un’offensiva attraverso il Dnepr in primavera e nel fango ha schiacciato i resti dell’esercito tedesco.

La punizione dei nazisti di Kiev continuerà durante il loro Natale. Aspetta la primavera.

Nel fango Surovikin supererà ciò che resta di un’Ucraina esausta, economicamente e moralmente fallita.

fonte: Bruno Bertez

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM