La narrativa ufficiale del “Main Stream” su Israele è entrata in crisi. Cresce il sostegno alla Palestina in Europa e negli USA


Quasi 200.000 manifestanti hanno partecipato a una manifestazione a favore della Palestina nel centro di Londra sabato pomeriggio, un altro chiaro segno che il sostegno ai diritti dei palestinesi sta diventando sempre più diffuso e gli imperialisti stanno perdendo il controllo della narrativa israeliana .

La vera conseguenza di questo è che le persone inizieranno a perdere la fiducia nel governo e nelle istituzioni dei media che supportano Israele, perché senza fiducia l’impero non può propagandare le sue menzogne alle persone e senza la capacità di manipolare con la loro propaganda i nostri governanti non possono governare.
Tuttavia non c’è rischio per Israele di perdere il sostegno degli Stati Uniti a causa dell’improvvisa evoluzione della coscienza da parte del governo degli Stati Uniti o dell’ascolto dei suoi elettori, questo non accadrà , ma perdere il controllo della narrativa rappresenta un grave problema per l’impero. L’immagine di qualcuno dovrà cambiare e quei cambiamenti potrebbero finire per avvantaggiare i palestinesi.

Stiamo già assistendo a questa campagna di gestione narrativa che entra in gioco poiché le principali centrali di diffusione stanno ora permettendo alcune serie critiche a Israele . Questo viene fatto cinicamente per impedire alle persone di perdere la fiducia nelle istituzioni di propaganda , ma ha anche effetti reali che possono avvantaggiare le persone reali. Questo è un buon esempio di come l’ espansione della coscienza sia sempre vantaggiosa, anche per le istituzioni più depravate. Più il pubblico diventa consapevole delle dinamiche abusive del potere imperiale, meno abusi dell’impero possono farla franca . Che l’impero perda il controllo della narrazione è sempre una buona cosa.

Man mano che le critiche al comportamento illecito di Israele diventano più diffuse, emergono anche i tentativi di analizzare esattamente quale sia il ruolo di Israele sulla scena mondiale e perché riceve così tanto sostegno dagli Stati Uniti. Alcuni dicono che Israele è uno stato vassallo di Washington, che funge da avamposto militare degli Stati Uniti funzionale nella regione più ricca di risorse della terra. Altri dicono che è il contrario, citando l’ influenza della lobby israeliana a Washington e spesso entrano in brutte sciocchezze sugli ebrei che governano il mondo.

Tutto questo nasce da una comprensione immatura di cosa sono le nazioni e di come operano all’interno dell’alleanza di potere centralizzata dagli Stati Uniti che funziona come un unico impero per quanto riguarda la politica estera.

Gli Stati Uniti non sono un fantoccio di Israele e Israele non è un fantoccio degli Stati Uniti. Dire una marionetta dell’altra è come dire delle marionette dell’Ohio al Nevada; sono entrambi stati membri dello stesso impero non dichiarato governato da re senza corona che usano i governi come armi per uccidere e rubare.
Le linee tra le nazioni all’interno dell’impero centralizzato dagli Stati Uniti non sono più reali dei governi eletti ufficialmente di quelle nazioni. È solo una singola struttura di potere unificata (una elite) che utilizza qualsiasi narrativa necessaria per giustificare la sua continua campagna per governare l’intero pianeta.

Una Elite: una singola struttura di potere unificata


Non ci sono nazioni separate e sovrane all’interno dell’alleanza di potere centralizzata dagli Stati Uniti. Le linee immaginarie tracciate tra le nazioni sono illusioni performative per i piccoli; non si applicano all’alleanza transnazionale di plutocrati e agenzie governative che gestiscono effettivamente le cose. Questa alleanza centralizza una grande quantità della sua potenza di fuoco militare, finanziaria e diplomatica attorno al costrutto concettuale noto come Stati Uniti, ma il comportamento effettivo dell’impero è determinato dall’alleanza, non dal governo degli Stati Uniti.

Non esiste un vero “Israele” o “America”, c’è solo un impero. Lobbying, sostegno finanziario, propaganda ecc. Sono solo alcuni dei collanti necessari per tenere insieme un impero che ufficialmente non esiste. L’impero utilizzerà qualsiasi ideologia per promuovere gli interessi imperiali, che si tratti di sionismo, fondamentalismo cristiano, suprematismo bianco, estremismo islamico o progressismo risvegliato . Sono solo narrazioni adatte a far avanzare l’impero, perché questo è ciò che è richiesto in un impero non riconosciuto e non ufficiale.

Nel vecchio modello di impero, un imperatore avrebbe semplicemente impartito comandi e tenuto insieme apertamente l’impero. In questo nuovo modello di impero, dove gli stati membri imperiali mantengono ufficialmente le loro bandiere e i loro governi ma perdono la loro sovranità, tutto è tenuto insieme dal controllo narrativo.

Non c’è un governo responsabile di tutto questo ; i governi eletti ufficialmente non sono quelli dove risiede il vero potere. L’attuale struttura del potere si mantiene nascosta e inspiegabile, perché ha visto cosa possono fare le masse ai governanti oppressivi che indossano corone nei tempi moderni:
Al contrario, gli oligarchi ora governano da dietro le quinte in collaborazione con agenzie governative opache e irresponsabili, perché l’umanità è diventata troppo cosciente per tollerare governanti palesi. Usano la manipolazione narrativa per mantenere l’impero in movimento in linea con i loro interessi.

L’antidoto a questa dinamica è ovviamente continuare a diventare più consapevoli, continuare a imparare cosa sta succedendo nel nostro mondo e diffondere la consapevolezza di ciò che abbiamo imparato. Il loro compito è mantenere la verità nascosta e inconscia, mentre il nostro compito è contribuire a rendere la verità visibile a tutti. Chi vincerà determinerà il nostro destino come specie.

Le nazioni, come tante altre nel nostro mondo , sono costrutti concettuali senza esistenza indipendente al di fuori dell’immaginazione umana. Ciò che è reale sono le armi, le esplosioni, i traumi da arma da fuoco e il movimento delle risorse da un’area all’altra. Tutto il resto che vedi nelle notizie è solo una narrativa mentale promulgata su larga scala per manipolare le persone ad accettare questi movimenti. Il nostro lavoro è aiutare le persone a percepire ciò che è reale sotto tutta la gestione narrativa.

Fonte: Caitlin Johnstone

Traduzione: Luciano Lago

1 Commento
  • ARMIN
    Inserito alle 23:22h, 24 Maggio Rispondi

    Le cosiddette élite occidentali (i Puritani) non ridono più come una volta.

    La loro agenda (il piano di conquista mondiale) è in RITARDO.
    E’ in ritardo dalla Seconda Guerra Mondiale, anzi non ha funzionato neanche nella stessa guerra!

    E tutti gli obiettivi programmati non sono stati raggiunti.
    Inoltre gli Stati Uniti e la Gran Bretagna sono diventati molto terzomondializzati e impoveriti, dopo che hanno perso i Bianchi migliori a bizzeffe nelle guerre, inutilmente.

    Volevano scatenare la Terza Guerra Mondiale nel 1945, poi nel 1954 ………………………………………………………
    Auguri.

Inserisci un Commento