LA MIGRAZIONE? QUESTO È SOLO L’INIZIO! L’AFRICA NERA “ALLAGHERÀ” L’EUROPA

L’autore di National Review parla dei problemi che la migrazione crea in Europa. La situazione è così grave che gli europei devono affrontare la domanda più importante sul loro futuro: ne avranno uno? Tuttavia, questa pressione demografica non svanirà a causa della sovrappopolazione e per effetto della causa della migrazione dall’Africa meridionale del Sahara, che inizierà nei prossimi decenni.
Se Roma e Berlino fossero rimaste scioccate dall’ultimo incidente marittimo che ha coinvolto solo poche decine di migranti africani, allora sarebbe molto semplice spiegarlo: ce ne sono miliardi simili a quelli di provenienza di questi migranti. Il modo in cui l’Europa risolverà il problema dei migranti africani ora dipenderà da quale sarà la popolazione del continente tra 30 anni.

Dall’inizio di questo secolo, gli europei hanno dovuto affrontare la domanda più importante sul loro futuro: ne avranno uno come Europa?. In alcuni paesi – in particolare Italia, Germania e Austria – la popolazione indigena è in declino da decenni. Il tasso di natalità è sceso a un livello così basso che ogni generazione successiva della popolazione indigena è circa un terzo in meno della precedente. Per qualche tempo, questo declino è stato impercettibile sullo sfondo di un numero significativo di baby boomer, principalmente tra i locali.

Ora questi nativi europei hanno iniziato a ritirarsi e morire. Il numero di immigrati provenienti da paesi extraeuropei è in crescita, soprattutto da paesi del Medio Oriente e del Nord Africa che vogliono prendere il loro posto nel continente a seguito della destabilizzazione dei paesi come la Libia.

A seguito degli attacchi dell’11 settembre, i lettori dei giornali europei si sono abituati alle dichiarazioni sull’Islam, alcune delle quali sono eufemistiche (l’Islam sarà “parte della Germania”, afferma Merkel) e alcune sono sinistre (l’Europa sarà “parte del Maghreb (musulmano)” ha avvertito il defunto storico Bernard Lewis).

Quando la Merkel si è offerta di accettare i rifugiati in fuga dalla guerra in Siria che arrivavano via terra nell’estate del 2015, ha ricevuto un ulteriore afflusso di migranti, contando 1,5 milioni di persone provenienti da paesi di tutto il mondo musulmano, la maggior parte dei quali giovani.

A causa della sua decisione sbagliata, il sistema politico tedesco è stato distrutto e per la prima volta dagli anni ’30 la democrazia tedesca è stata spazzata via da un’ondata di nazionalismo inconciliabile.

Questo è solo l’inizio del problema. Il sovraffollamento che è esistito negli ultimi decenni a seguito dell’arrivo dei migranti dal Medio Oriente è già sufficiente per causare il collasso politico in Europa.

Ma questa pressione demografica non si attenuerà a causa della sovrappopolazione a causa della migrazione dall’Africa meridionale del Sahara, che inizierà nei prossimi decenni.

L’anno scorso, l’americano Stephen Smith, professore alla Duke University che studia questioni africane e afroamericane, pubblica (in francese) il libro La febbre europea. In esso, ha brevemente espresso la sua opinione stabile e imparziale sull’imminente migrazione di massa dall’Africa. Tutta Parigi ha immediatamente parlato di questo libro, il più recente di tutti finora scritto sull’argomento.

Smith inizia il suo libro con alcuni fatti. La popolazione africana sta crescendo a un ritmo mai visto prima in nessun continente. Entro la metà del secolo, la sola popolazione dell’Africa nera, che ora conta circa un miliardo di persone, raddoppierebbe e ammonterebbe a 2,2 miliardi. Allo stesso tempo, la popolazione dell’Europa occidentale sarà ridotta a circa mezzo miliardo di persone.

Va notato che Smith non ha inventato le cifre: si tratta di dati preliminari ufficiali delle Nazioni Unite, che negli ultimi anni ha spesso sottovalutato i cambiamenti della popolazione.

Nel 1950, 2,6 milioni di persone a sud del paese nigeriano del Sahara erano meno popolose di Brooklyn. Nel 2050, la sua popolazione sarà di 68,5, quindi sarà uguale alla Francia. Allo stesso tempo, la vicina Nigeria, con una popolazione di 411 milioni, sarà significativamente più avanti degli Stati Uniti.

Africani appena sbarcati

Nel 1960, solo 350.000 persone vivevano a Lagos, la capitale della Nigeria, meno che a Newark. Oggi la popolazione di Lagos è 60 volte quella di 21 milioni di persone, e si prevede che raddoppierà in 30 anni. Pertanto, Lagos diventerà la più grande città del mondo con una popolazione grande come la Spagna.

È difficile capire quanti di questi africani vogliono venire e quanti migranti africani possono essere ospitati in Europa.


Nota: Di sicuro il giro d’affari legato alle migrazioni ammonta, secondo alcuni calcoli, a più di 150 miliardi di dollari, alimentando mafie, scafisti e ONG e questo spingerà molte organizzazioni a promuovere le migrazioni presso le popolazioni africane, più di quanto stiano attualmente facendo, in modo da incrementare questo enorme business..

Petya Palikrusheva

Fonte: national review.com

Traduzione: Luciano Lago

13 Commenti

  • Max Dewa
    26 Agosto 2019

    Prima LA diciotti poi LA Carola poi LA Open Arms e sempre Salvini in sottofondo a sbraitare Come un Invasato inutilmente sembrava di stare al Circo , un pagliaccio ! c’e’ da chiedersi cosa hanno in testa gli italiani le pigne a voi che riponete fiducia su Salvini conviene pregare davvero LA Madonna xche’ vi Liberi da un inetto simile ,pareva una telenovela non sbarcano gridava I’ll Salvini e invece son sbarcati sempre tutti anzi alcuni come Carola sono diventate Delle icone , Tanto vale non star Piu li a farsi prendere in giro e aprire a tutto I’ll terzo mondo e amen

    • Silvia
      26 Agosto 2019

      Ma secondo Lei Salvini che cosa doveva fare? Ordinare di sparare su persone indifese?

      • atlas
        26 Agosto 2019

        ” che la causa sovranista (o la maceria che ne resta) sia affidata ad un “leader” così, va sentito come un pericolo pubblico dagli stessi leghisti militanti, e dai sovranisti e populisti: questo porta al fallimento le cause che a tutti noi stanno a cuore, a cominciare dal contrasto alla immigrazione africana di massa.

        Vedo anche, però, che Salvini “attacca”, sì: su Facebook. Ossia senza alcuna efficacia. Da giovin teppistello del web, non da ministro della polizia. Su Facebook possiamo lamentarci e indignarci noi, che non siamo nessuno, e tanto meno al governo. Lui da ministro, o anche da segretario della Lega, deve fare altro: intentare azioni sul piano giuridico, convocando il servizio legale del Ministero, o anche usano un collegio di legali che avrà pure la Lega (ma ce l’ha?) e contrastare le azioni truffaldine ad ogni livelllo.

        Gli argomenti giuridici per dare battaglia anche alla procura non mancano.

        Può fregarsene la procura di Agrigento, di prove e indizi? Mettiamo pure, ma allora saranno pur possibili azioni legali di contrasto. Si può studiare qualche forma di denuncia ai tribunali spagnoli. La sola cosa inutile, è “attaccare ” su Facebook.
        Non è il livello che ci attendiamo da un nostro ministro che sta difendendo gli interessi dell’Italia. Salvini restando su Facebook non vuole veramente agire, ma partecipare alla manfrina.

        Ci sono una miriade di situazioni dove Salvini e la Lega possono contrastare gli avversari politici. Al giusto livello.

        Ma né il ministro degli Interni né la Lega hanno la minima volontà di usare i loro mezzi (li hanno?) per mettere in difficoltà il PD. ”

        Silvia, sono parole scritte dal Giornalista Maurizio Blondet. Leggi di più, di tutto. Può darsi che i tuoi commenti quì siano più consistenti

        per quanto mi riguarda Salvini è sempre un piemontese o piemontesizzato ministro di un’italia che non nego, perchè purtroppo esiste, ma che è storicamente falsa

        io non ho alcuna difficoltà a fare copia/incolla, mi piace essere utile alla gente, ma se mi chiede di scendermi i pantaloni per mettermelo pure lì NO

        • PIPPO
          27 Agosto 2019

          SI… Nel senso una risposta militare FORTE E ADEGUATA .. sparando SE SERVE..ai scafisti.. SEQUESTRANDO E AFFONDANDO le navi delle varie cosiddette ong (notare il caratte in piccolo). E sopratutto ARRESTANDO I vari capitani e equipaggi delle stesse.. per non parlare di quella che si ë permessa di irrompere nel territorio dello stato italiano e cercando di affondare una nave militare con equipaggio al seguito ..guardia di finanza (anche se non mi sono simpatici ..ma questo ë un mio problema..
          IL problema maggiore ë che noi non siamo uno stato .. o meglio lo stato delle banane ..

  • amadeus
    26 Agosto 2019

    Il probblema va risolto a monte, perché queste persone vengono convinte o imbarcate a forza per essere portate quì, bisogna capire quali sono e cosa ce dietro ai veri piani di Soros e Co. é la politica che deve opporsi a questa invasione che minaccia la nostra esistenza, ma finche ci saranno uomini corrotti che fanno politica a forza di sostanziose mazzette, questo non avverrà mai. Se si son firmati trattati che prevedevano l’accoglienza di questa gente come u.e basta uscire dall’u.e e non essere costretti a accogliere queste persone e blindare i confini militarmente, e inasprire in modo spaventoso le norme che vietano lo sbarco di clandestini o presunti rifugiati, mettendo 2 miliardi di euro di multa, la confisca della nave e 10 anni di carcere per comandante e equipaggio, voglio vedere chi sbarca più, questo vale anche per gommoni e barchini per cui saranno studiate misure ad oc. Non é possibile che questa cosa va avanti, sarà la nostra fine, saremo annientati, abbiamo lavorato tanto nella nostra vita per un mondo migliore per poi finire così a causa di una politica scellerata e delinquenziale, diamoci da fare, vogliamo lasciare i nostri figli, nipoti e tutto quello per cui abbiamo lavorato in pasto a quella gente?! A proposito, i magistrati facciano i magistrati e non si rendano complici involontari di questa distruzione dell’Italia.

  • Sed Vaste
    26 Agosto 2019

    A Silvia aneddoto : ero alla frontiera Khmer passo in mezzo a reticolati pastori tedeschigrossi come dei leoni e militari con mitragliatrici puntate ,chiedo ” cosa c’e’ LA guerra ?” Mi risponde un soldato “no vogliamo solo che non entri nessun clandestino!” Poi arrivato dalla parte opposta ho chiesto ai vari rivenditori di Cianfrusaglie come mai tutto quel dispiegamento , risposta :I cambogiani di notte attraversano I’ll confine montuoso clandestinamente per poi far perdere le proprie tracce essendo favoriti dai lineamenti dai tratti somatici tutti asiatici , nel passare LA frontiera ci stavano dei pastori tedeschi talmente feroci che ho notato uno sguardo di pieta’ NeL vedermi passare ,con dei leoni cosi vi garantisco che a Lampedusa non sbarcherebbe neanche un materassino

    • Silvia
      28 Agosto 2019

      I paesi asiatici come Vietnam, Cambogia ecc. non devono seguire le regole morali cristiane, ne’ le regole politiche europee.

  • nicholas
    26 Agosto 2019

    E se un giorno arriverranno i paladini a liberare l’europa invasa?
    Potrebbe essere una scusa per scatenare un conflitto, che si estenderebbe a tutto il mondo.
    Vivendo vedremo……

  • Max Dewa
    26 Agosto 2019

    Come dicevo da free animals l’unico con Lago che mi lascia fare I miei sproloqui liberamenten sull’incredibile comportamento delle forze armate e dei politici nostrani e’ necessario che vi entri Nella zucca a voi Italiani ma anche a tutti gli Europei che l’Europa e’ uscita sconfitta dalla 2 guerra mondiale L’europa e’ stata ridiotta alla fame , I vincitori Russi e Americani se LA soon divisa , per gli italiani e’ andata ancora peggio xche’ abbiamo dovuto chiedere LA resa incondizionata , LA resa di Caserta e’ stata LA fine dell’italia , da quel momento sono saliti i vermi politici della Democrazia che hanno bonificato e estirpato tutti I fascisti rimasti, questi che ci governano son Guardie Giudee Americane ne piu ne meno vigilano affinche LA massa rimanga divisa in Tutto sempre e su tutto ,Salvini renzi di maio zingaretti poco importa , chiunque vinca rimane sempre un servo Della democrazia Ebraica universale

  • Mardunolbo
    27 Agosto 2019

    Ultimo commento di Max Dewa mi trova completamente d’accordo perchè non ciarla di Vaticano e papi,, di cui lui non capisce più un azzo !

  • Sandro
    27 Agosto 2019

    “Conoscere per deliberare”, un vecchio adagio che spesso si dimentica. Noi tutti, io compreso, commentiamo alcune tematiche presupponendo di esserne informati. Nulla di più sbagliato.
    Come premessa, domando:
    1) Pensate che gli esperti del settore non sapessero, negli agli anni ’60, che ogni TRE SECONDI nascesse nel mondo un essere umano, e che, non prendendo alcun provvedimento, nel 2019 OGNI SECONDO ne sarebbero nati 3,5? E che da 2 miliardi di individui*, in soli 60 anni saremmo divenuti 7,5 miliardi con tutte la problematiche annesse?
    2) Pensate che non si sapesse, intorno agli anni ’70, che ci sarebbe stato un aumento vertiginoso della mortalità per patologie respiratorie e del sistema circolatorio legate all’inquinamento atmosferico e morti per disastri ambientali dovuti al riscaldamento globale?
    3) Pensate che non si sapesse che con l’istituzione del nuovo diritto di famiglia le famiglie(unite)si
    sarebbero ridotte considerevolmente e con esse il numero delle nascite? (Solo in Italia -per fare . spazio a chi?) Forse ora si comprende.
    4) Pensate che non si sapesse che con l’ingresso indiscriminato della donna nel mondo del
    lavoro, sarebbero aumentati disagi psichici nella nuova generazione e l’incremento di atti di
    bullismo, vandalismo e violenze ingiustificate?

    Potrei continuare in tal modo, ma mi auguro non serva.

    Questa premessa per dire che alla maggior parte di coloro che fin ora ci ha governato, nulla è importato in merito al compito conferitogli dagli elettori, cioè quello di fare gli interessi della comunità.
    L’uomo comune crede di essere informato sulla realtà che lo circonda, ma nulla o quasi sa di essa. Ciò avviene grazie ad un costante e minuzioso controllo da parte di una sparuta minoranza per far si che tutto rimanga invariato.

    Chiudo con una brevissima ma significante storia riguardante la Melatonina, a comprova di quanto detto.

    La melatonina è una sostanza prodotta da una ghiandola posta alla sommità del cervelletto chiamata
    epifisi.

    Da uno studio condotto da vari ricercatori, compreso l’esimio dott. Di Bella, essa, per farla breve, provvede a rendere “equilibrato”, attraverso e non solo il ciclo sonno veglia, il sistema di funzionamento dell’intero corpo umano (ritmi circadiani).*
    Appena questi studi hanno certificato l’importanza di questa sostanza che viene gradualmente a mancare ad iniziare dalla mezza età, causando disfunzioni fisiologiche tipiche della vecchiaia, rimediabili – in parte – con medicinali dispensati dall’assistenza nazionale*, ebbene la melatonina, prima dispensata a chiunque come prodotto da banco anche con dosi di 5 mg. a compressa, ora può essere ottenuta solo su presentazione di ricetta medica per un dosaggio superiore a 1mg. (1mg. ,ritenuto inutile, non si nega a nessuno, se non per ragioni economiche – al produttore costa quasi nulla)

    In America, ciò non avviene. Negli Stati Uniti la melatonina è in libera vendita come integratore alimentare a vari dosaggi. Domanda: Perché mai? La risposta forse è nel fatto che negli Stati Uniti l’assistenza sanitaria è affidata ad Aziende private previo pagamento di una quota periodica da concordare secondo le previsioni patologiche del proprio assistito. Pertanto, tali aziende hanno tutto l’interesse che i propri assistiti stiano in ottima salute (si paga la stessa quota anche senza assistenza se non necessaria). Ciò detto, viene da domandarsi come mai il nostro sistema nazionale sanitario è tanto sensibile nel tutelarci da un consumo di una sostanza ritenuta innocua e dunque non utile ,ma dannosa oltre certe concentrazioni, mentre durante la sanità a guida Lorenzin non si è fatta scrupolo sugli effetti secondari provocati da ben 10 vaccini, di cui almeno 6 somministrati in contemporanea, obbligatori per i neonati?

    Tornando al tema dell’immigrazione , come possiamo commentare con cognizione di causa in merito a tale fenomeno se non ci è dato modo di essere informati sul suo vero motivo che solo gli addetti ai lavori conoscono e che noi possiamo solo ipotizzare?

    *La popolazione mondiale ha raggiunto – nel dopoguerra – la quota di circa due miliardi di individui nell’arco di qualche milione di anni.
    * I medesimi che si è tentato con successo di alterare con grave danni alla salute inducendo i giovani di perdere ore di il sonno notturne con la movida.

    * a carico della spesa pubblica con ingenti guadagni delle ditte farmaceutiche

  • Anonimo
    28 Agosto 2019

    Caro Sandro, interessante commento volto a cercare informazione ! Tante cose sono illogiche secondo la nostra visione esterna, ma hanno una logica profondissima per i detentori del potere economico e che gestiscono ,come possono, miliardi di individui. Ovvio che stanno cercando di eliminarne un certo numero per poter controllare meglio….Varie metodiche sono usate. In primis lo spettro ecologico e della devastazione della Terra operata da troppa massa umana; e qui mi sembra che che tu sia d’accordo sulla “troppa implementazione” di esseri umani,. Io invece non sono d’accordo che la massa di umanità provochi collasso al pianeta, se non quando la massa non è educata e viene fornita di ogni strumento atto ad offendere il prossimo ed il pianeta stesso (plastica). Il resto è discorso troppo ampio da affrontare in un commento.
    Mi limito a dire che basterebbe una coscienza religiosa cristiana per conoscere i propri limiti ed agire con umiltà risparmiando vite,energie e pianeta stesso!

  • Mardunolbo
    28 Agosto 2019

    Caro Sandro, interessante commento volto a cercare informazione ! Tante cose sono illogiche secondo la nostra visione esterna, ma hanno una logica profondissima per i detentori del potere economico e che gestiscono ,come possono, miliardi di individui. Ovvio che stanno cercando di eliminarne un certo numero per poter controllare meglio….Varie metodiche sono usate. In primis lo spettro ecologico e della devastazione della Terra operata da troppa massa umana; e qui mi sembra che che tu sia d’accordo sulla “troppa implementazione” di esseri umani,. Io invece non sono d’accordo che la massa di umanità provochi collasso al pianeta, se non quando la massa non è educata e viene fornita di ogni strumento atto ad offendere il prossimo ed il pianeta stesso (plastica). Il resto è discorso troppo ampio da affrontare in un commento.
    Mi limito a dire che basterebbe una coscienza religiosa cristiana per conoscere i propri limiti ed agire con umiltà risparmiando vite,energie e pianeta stesso!

Inserisci un Commento

*

code