La Mezzaluna Rossa iraniana ha annunciato la morte del presidente Raisi e di tutte le persone a bordo dell’elicottero precipitato.


Dalla provincia iraniana dell’Azerbaigian orientale arrivano informazioni che i soccorritori hanno finalmente raggiunto il luogo dell’incidente dell’elicottero, con a bordo il presidente iraniano Ebrahim Raisi e il ministro degli Esteri Hossein Amir Abdolahian.

I rappresentanti della Mezzaluna Rossa iraniana hanno annunciato che sia il presidente che il ministro degli affari esteri iraniani sono morti in un incidente aereo.

Un rappresentante dell’organizzazione in onda su uno dei canali iraniani:

Le squadre di ricerca si sono recate sul luogo dell’incidente dell’elicottero. Non sono stati trovati segni di vita.

Ricordiamo che insieme a Raisi e Abdolahian, a bordo dell’elicottero erano presenti il ​​governatore della provincia dell’Azerbaigian Orientale, Malek Rahmati, e l’imam di Tabriz, Mohammad Hashem.

Cosa resta dell’elicottero:

Ora c’è molto lavoro da fare per chiarire le circostanze di come l’elicottero con a bordo il presidente abbia effettuato un volo attraverso le montagne senza un’adeguata scorta e nella fitta nebbia che avvolgeva la regione e rendeva impossibile condurre qualsiasi ricerca efficace per più di 10 ore.

In Iran verrà proclamato il lutto nazionale.

Fonte: Agenzie

Traduzione: Luciano Lago

16 commenti su “La Mezzaluna Rossa iraniana ha annunciato la morte del presidente Raisi e di tutte le persone a bordo dell’elicottero precipitato.

  1. Certo che fortuna questi Nato. Due dei principali leader, uno europeo uno persiano, fatti fuori da evento casuali in pochi giorni. Fatalità? No non credo. Terrorismo. Azioni di guerra ibrida da vigliacchi sionisti. O perfidi americani.

  2. Questo è il mossad ! E nessuno potrà fare nulla a riguardo , non ci saranno rappresaglie , nessuno si permetterà di fare nulla , magari quel he fanatico lancerà due bengala verso Israele , ma niente di più , perché gli ebrei sono ad un altro livello ….sono loro i veri demoni !!,!

  3. Possono commettere tutti gli omicidi mirati che vogliono (Usa-Uk-Sionisti), ma non possono invertire il corso della storia ! Sono loro i perdenti e perderanno !

    1. Concordo con te Giorgio. Se non riconoscono lo stato di Palestina il Medioriente brucerà, ebrei compresi! Saluti

  4. Ho letto che il pilota dell’elicottero è uno legato al Mussad, se così mi chiedo come possa succedere.una cosa del genere, spero sia solo una utopica.

  5. Dopo Fico Raisi? Incidente/ fatalità per Raisi? Uno squilibrato fanatico atlantista e filo ukraino kane sciolto per Fico? Forse c’è dell’altro …

    Cari saluti

  6. Sono molto dispiaciuto per la scomparsa di due personaggi intelligenti come Ebrahim Raisi e Hossein Abdolahian. Onore e gloria !
    Penso che l’accaduto sia dovuto ad una avaria dell’elicottero.

    1. Se così fosse proprio una dannata sfortuna. Raisi un personaggio moderato e di alto livello. Uno statista. Grazie a persone come lui l’ Iran e’ una potenza di tutto rispetto. Tra le più forti al mondo. Una grave perdita per la sua nazione e per i tutti noi. Saluti Armin

  7. Era chiaro che in concomitanza con l’attacco israeliano alla popolazione palestinese ammassata a Rafah (e in concomitanza con la disfatta dell’Ucraina e la fine del mandato presidenziale di Zelenskij) ci sarebbe stato un avvenimento eclatante, cosi’ da distogliere l’interesse dell’opinione pubblica internazionale.
    Qui pero’ e’ il classico “due (o tre) piccioni con una fava”: non solo si distoglie l’attenzione internazionale dai massacri di civili a Rafah, non solo si e’ eliminato un avversario scomodissimo, ma in attesa di nuove elezioni in Iran c’e’ pure il tempo per organizzare qualche rivoluzione colorata nel paese asiatico…

  8. Questo omicidio è la certificazione che il Mondo intero ha un problema…MAFIA KAZARA! Se si vuole una pace è Israele che deve sparire, non la Palestina. L’ alternativa sono guerre, distruzioni, genocidi…per l’ intera umanità.

  9. Se non si fa piazza pulita in tutti i paesi mediorientali , del Caucaso , e della stessa Russia , di ong , ass. di vario tipo , umanitarie e non , foraggiate da vari filantropi ecc. tutto questo continuera’ ad accadere , c’e’ poco da fare . Bisogna che taglino completamente questi rapporti deleteri . Anche se qualcuno ha buoine intenzioni l’ Occidente li corrompe , e sono guai . .

  10. Chi sarà il prossimo? Come mai non sono rimasti feriti o uccisi squallidi servi dell’impero del male assoluto, come makron, il tremebondo scholz o la merdoni? Toccherà a loro il prossimo “incidente”, oppure il prossimo gesto omicida di uno “squilibrato”? Ne dubito fortemente …

    Cari saluti

  11. Buonasera a tutti.
    Delle domande e una considerazione.

    Ma se sono morti tutti, ed è stato solo un incidente, con chi hanno parlato i funzionari iraniani durante la ricerca? Infatti, con chi ha comunicato il vicepresidente Mansouri se poi ha dichiarato di aver avuto una comunicazione con un passeggero dell’elicottero e con uno dell’equipaggio di volo, in diverse occasioni? Fatto che, a suo avviso, avrebbe dimostrato che la gravità dell’incidente non fosse stata troppo elevata (“perché due persone ci hanno contattato in diverse occasioni”; https://www.tasnimnews.com/fa/news/1403/02/30/3088774/%D9%85%D9%86%D8%B5%D9%88%D8%B1%DB%8C-%D9%82%D8%B7%D8%B9-%D8%A7%D8%B1%D8%AA%D8%A8%D8%A7%D8%B7-%D8%A8%D8%A7%D9%84%DA%AF%D8%B1%D8%AF-%D8%B1%D8%A6%DB%8C%D8%B3-%D8%AC%D9%85%D9%87%D9%88%D8%B1-%D8%A8%D8%A7-%D8%AF%D9%88-%D8%A8%D8%A7%D9%84%DA%AF%D8%B1%D8%AF-%D9%87%D9%85%D8%B1%D8%A7%D9%87). Questa e altre contraddizioni nella gestione dell’emergenza (l’atterraggio di emergenza e sono in viaggio via terra; il presidente è morto; no, sono vivi, abbiamo sentito i superstiti; ecc), nonché la sicumera dei rappresentati della “terra del tramonto” nell’infamare e dare già per spacciato Raisi, e il suo seguito, lasciano pensare che i Persiani, presi alla sprovvista, si siano arrampiccati sugli specchi pee recuperare il recuperabile. L’Iran, evidentemente, a tutto l’interesse a celare l’accaduto. Come reagirà?

    A tal rigurado, si consiglia a tutti i leaders scomodi all’Occaso, di non frequentare il presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev. Fico l’ha incontrato il 07 maggio e ha rischiato di nonrimanere in vita oltre il 15 dello stesso mese. Nel caso di Raisi, l'”amuleto porta-sfiga” è stato più efficace: qualche ora dopo la nebbia e le intemperie, e qualche problema tecnico hanno abbattuto l’elicottero si cui viaggiavano lui, altri pezzi grossi ed il mai troppo compianto Amir-Abdollahian. Lasciando, chiaramente, indenni i due elicotteri di scorta, con i pesci piccoli. Altro che maledizione delle “fruste di fuoco” (pulsa de-nura)!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM