LA MENZOGNA FONDAMENTALE

di Eric Zuesse

Sebbene il pubblico in ogni paese creda che gli affari interni siano più basilari, e quindi più importanti, degli affari internazionali, l’aristocrazia (o super-ricchi) in ogni paese pensa che sia vero il contrario, perché i loro investimenti sono prevalentemente internazionali, in società multinazionali, think tank e università che impiegano e servono consumatori in molti paesi diversi dal proprio.

La vasta ricchezza in genere è enormemente più internazionale del patrimonio netto o dei beni di qualsiasi famiglia normale.

Ad esempio, nella stessa nazione imperiale, gli Stati Uniti (l’unica nazione imperiale rimasta), l’exit poll dell’AP nelle recenti elezioni del Congresso di medio termine dell’8 novembre ha rilevato che solo il 2% degli elettori considera la “politica estera” come “la questione più importante che deve affrontare il paese” e ha rilevato che il 52% di questo 2% erano democratici e il 43% erano repubblicani. Non esisteva una categoria separata offerta per nessuna parte della “politica estera” (come “difesa nazionale” o “militari”), e tutte le altre 8 categorie elencate riguardavano solo affari interni (o “nazionali”); quindi, se il pubblico americano avesse pensato nel modo in cui pensano i miliardari americani, allora la “politica estera” avrebbe probabilmente ottenuto un punteggio pari percentuale più alta rispetto all’area tematica con il punteggio più alto tra il grande pubblico, “L’economia e il lavoro”, che è stata selezionata dal 47% dei votanti (il 64% dei quali erano repubblicani e il 33% dei quali erano democratici). Non avrebbe avuto concorrenza; avrebbe spazzato via l’intero resto del campo.

Tuttavia, il Congresso degli Stati Uniti ignora le priorità del pubblico americano (tranne che per ottenere voti da loro, mediante false promesse pubbliche ), e presta attenzione effettiva solo a (e mantiene le sue promesse segrete a) i mega-donatori politici ( il centesimo dell’uno per cento più ricco dei donatori fornisce il 57,16% del denaro che finanzia le campagne politiche in America , e questo denaro riesce a convincere la popolazione generale a votare per le persone che lo 0,01% più ricco vuole ottenere cariche pubbliche); quindi, la stragrande maggioranza della “spesa discrezionale” annuale (ciò che ogni Congresso effettivamente controlla ) finanzia le politiche estere ( soprattutto i militari) invece delle politiche interne .

Ora arriviamo alla menzogna fondamentale, che spinge gli elettori nel continuare con questo governo (invece di rovesciare e sostituire con una democrazia l’odierna aristocrazia americana, come i fondatori d’America nel 1776 rovesciarono e sostituirono con una democrazia l’aristocrazia britannica che governava su questo terra straniera):

Questa fondamentale menzogna “giustifica” quanto è stato affermato in questo appello per aumentare ulteriormente la spesa statunitense per la ‘difesa’ (aggressione): “Se la competizione tra autocrazie e democrazie è davvero entrata in una fase militare, allora l’arsenale della democrazia deve prima migliorare il suo approccio alla produzione di materiale in tempo di guerra”. Quella bugiarda presunzione che il governo degli Stati Uniti sia una democrazia anziché un’aristocrazia è tratta da un articolo del 17 giugno 2022 del Royal United Services Institute, che è il più antico think tank di “difesa” (in realtà aggressione) e “sicurezza nazionale”, che il Duca di Wellington aveva fondato nel 1831, allora per i nemici della democrazia americana, l’aristocrazia britannica. (La Gran Bretagna aveva persino bruciato la capitale degli Stati Uniti il ​​24 agosto 1814.)

Tuttavia il 25 luglio 1945, l’Impero Britannico in scadenza riuscì finalmente a sovvertire e assumere il governo degli Stati Uniti, realizzando così l’obiettivo chiave del 1877 del britannico Lord Cecil Rhodes . Questo impero britannico indiretto doveva diventare un impero successore che sarebbe stato legato all’aristocrazia britannica da quello che il rhodesiano Winston Churchill definì (e il credulone Harry Truman approvò come fosse vero) un “rapporto speciale” in modo che questo sarebbe stato un tutto integrato Regno Unito / Stati Uniti -come impero globale, l’unificazione di queste due aristocrazie – FINE di ciò che esisteva di una democrazia in America.

La menzogna essenziale è fondamentale perché viene usata per equiparare nelle menti degli sciocchi il concetto di “governo USA” con “democrazia”, e per equiparare ciò che gli aristocratici americani e britannici chiamano “autocrazia” con qualunque potrà essere la PROSSIMA nazione (dopo , ad esempio Iraq 2003, Libia 2011, Siria 2012, Ucraina 2014, ecc.) che le aristocrazie americane e britanniche bramano di attaccare per “cambiare regime” o di rovesciare e sostituire: cioè di conquistare.

Tali conflitti vengono utilizzati per pompare ancora più in alto i volumi di vendita delle industrie della “difesa” americane e britanniche come Lockheed Martin e BAE, e delle industrie estrattive come ExxonMobil e BP. In altre parole: pompare ancora più in alto i PROPRI patrimoni netti.

L’unico impero rimasto è quello americano, e QUALSIASI impero è una dittatura, contro i suoi “alleati” o “colonie” o nazioni vassalle – una dittatura internazionale, invece che SOLO nazionale . La menzogna di base è la menzogna principale: che questo non sia quello che realmente È.
Il motivo per cui è affermato come un presupposto, anche se è stato ripetutamente dimostrato falso , è che gli sciocchi lo assorbono meglio in questo modo che con un’affermazione così esplicita come “l’America è una democrazia”. Questa è una regola istituzionalizzata con l’inganno. Se può essere sconfitto, ciò può avvenire SOLO disseminando la verità .

Una democrazia può basarsi e sostenersi SOLO sulla diffusione delle verità; un’aristocrazia, una teocrazia o un altro tipo di dittatura, può essere basata e sostenuta SOLO dalla diffusione di menzogne.

—————

Il nuovo libro dello storico investigativo Eric Zuesse, AMERICA’S EMPIRE OF EVIL: Hitler’s Posthumous Victory, and Why the Social Sciences Need to Change , parla di come l’America ha conquistato il mondo dopo la seconda guerra mondiale per renderlo schiavo dei miliardari statunitensi e alleati. I loro cartelli estraggono la ricchezza mondiale controllando non solo i loro media di “notizie”, ma anche le “scienze” sociali, ingannando il pubblico.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

2 Commenti
  • Massimiliano
    Inserito alle 23:49h, 25 Dicembre Rispondi

    Ciao a tutti, e mentre gli oligarchi si arricchiscono con la globalizzazione e l’abbattimento dei confini per fare loro l’intero mondo, ci riempiono la bocca con i concetti di accoglienza e fratellanza che le nostre anime belle si affrettano a cavalcare per darsi tono e importanza, saltando alla gola di chi obbiettai, così, mentre il popolo bove si azzuffa fra sè, i ricconi se la spassano alle sue spalle!

  • antonio
    Inserito alle 10:12h, 26 Dicembre Rispondi

    Satana – London – Washington – Rome

Inserisci un Commento