La mascherata ucraina, rivisitata

di Pepe Escobar

Anche se il Paese 404 sarà completamente sconfitto nel 2024, è doveroso sottolinearlo ancora una volta: la situazione è lungi dall’essere finita.

Attori selezionati con cura e sparsi nei silos di potere della Beltway, lavorando diligentemente come messaggeri per le persone che di fatto gestiscono l’egemone, hanno concluso che uno scontro a tutto campo con la Russia porterebbe al collasso della NATO nel suo complesso, annullerebbe decenni di controllo sull’Europa e, infine, provocare la caduta dell’Impero.

Giocando al rischio calcolato, prima o poi ci imbatteremmo nelle indistruttibili linee rosse incise nell’oggetto inamovibile che è la Russia.

Le élite americane sono più intelligenti di così. Possono eccellere nei rischi calcolati. Ma quando la posta in gioco è così alta, sanno quando coprire e quando passare.

La “perdita” dell’Ucraina – che è diventata un imperativo grafico – non vale la pena rischiare la perdita dell’intera corsa egemonica. Sarebbe troppo per l’Impero.

Quindi, anche se diventano sempre più disperati per l’accelerazione del tuffo imperiale in un abisso geopolitico e geoeconomico, stanno freneticamente cambiando la narrazione – un’area in cui eccellono.

Questo spiega perché gli sconcertati vassalli europei dell’UE controllata dalla NATO sono ora nel panico più completo.
Questa settimana, il summit di Davos ha offerto tonnellate di insalata orwelliana. I messaggi chiave e frenetici: la guerra è pace. L’Ucraina non sta perdendo (sottolineo il mio) e la Russia non sta vincendo. Questo è il motivo per cui l’Ucraina ha bisogno di molti più armamenti.

Eppure anche al norvegese Stoltenberg è stato chiesto di seguire la nuova linea che conta: “ La NATO non entrerà in Asia”. È la Cina che si sta avvicinando a noi ”. Ciò dà un nuovo significato alla nozione di movimento delle placche tettoniche.

Mantenere acceso il motore di guerre eterne

C’è un vuoto totale di “leadership” a Washington. Non esiste un “Biden”. Esiste solo il Team Biden: una combo aziendale che include messaggeri di basso livello come il neoconservatore de facto Little Blinkie. Fanno quello che gli viene detto dai ricchi “donatori” e dagli interessi finanziari e militari che di fatto gestiscono il paese, recitando giorno dopo giorno le stesse vecchie battute sature di cliché, come attori secondari in un teatro dell’assurdo.
Una prova è sufficiente.

Blinken con il presidente israeliano Herzog

Giornalista: “ Gli attacchi aerei nello Yemen sono efficaci? »

Presidente degli Stati Uniti: “ Bene, quando dici ‘efficace’, stanno fermando gli Houthi? NO. Continueranno? SÌ “.

La stessa cosa su ciò che passa per “pensiero strategico” vale per l’Ucraina.

L’egemone non è portato a combattere in Medio Oriente – anche se l’accordo genocida di Tel Aviv, in tandem con i Siocon americani, vuole trascinarlo in una guerra contro l’Iran.

Tuttavia, la macchina imperiale è controllata in modo tale che il motore delle guerre eterne continui a funzionare, senza sosta, a velocità variabili.

Le élite al potere sono molto più ciniche dell’intero team Biden. Sanno che non vinceranno in quello che presto sarà il Paese 404. Ma la vittoria tattica, finora, è considerevole: si stanno ricavando enormi profitti dagli armamenti frenetici; L’industria e la sovranità europea sono completamente svuotate della loro sostanza; l’UE è ridotta allo status di vassallo di basso livello; e ora c’è tutto il tempo per trovare nuovi guerrieri per procura contro la Russia – dai fanatici polacchi e baltici all’intera galassia Takfiri-neo ISIS.

Da Platone alla Nato , forse è troppo presto per dire che per l’Occidente è tutto finito. Quella che è quasi finita è la battaglia attuale, centrata sul Paese 404. Come sottolinea lo stesso Andrei Martyanov, spettava ancora una volta alla Russia “ iniziare a smantellare quella che oggi è diventata la casa dei demoni e dell’orrore in Occidente e creata dall’Occidente, e lo fa ancora una volta alla maniera russa, sconfiggendolo sul campo di battaglia .

Ciò integra l’analisi dettagliata espressa nella nuova edizione del libro dello storico francese Emmanuel Todd.

Tuttavia, la guerra è lungi dall’essere finita. Come ha chiarito ancora una volta Davos, non si arrenderanno.

La saggezza cinese dice che “per colpire un uomo con una freccia, devi prima colpire il suo cavallo. Se vuoi catturare tutti i banditi, cattura prima il loro capo”.

Il “leader” – o i leader – sono certamente lungi dall’essere catturati. BRICS Plus e la dedollarizzazione potrebbero avere una possibilità a partire da quest’anno.

Il finale plutocratico
In questo quadro, anche la massiccia corruzione tra Stati Uniti e Ucraina, che comporta giri e giri di furto dei generosi “aiuti” americani, come recentemente rivelato dall’ex deputato ucraino Andrey Derkach, non è solo un semplice dettaglio.

Nulla è stato fatto né sarà fatto a riguardo. Dopotutto, è il Pentagono stesso a fallire ogni audit. Questi controlli, tra l’altro, non includevano nemmeno le entrate derivanti dalla massiccia operazione multimiliardaria di eroina in Afghanistan – con Camp Bondsteel in Kosovo che era stato istituito come distributore per l’Europa. I profitti furono intascati dagli agenti dei servizi segreti americani in completa discrezione.

Quando il fentanil sostituì l’eroina come flagello interno dell’America, non aveva senso continuare a occupare l’Afghanistan, che fu abbandonato dopo due decenni in modalità “Helter Skelter”, lasciando dietro di sé più di 7 miliardi di dollari in armi.

È impossibile descrivere tutti questi anelli concentrici di corruzione e criminalità organizzata istituzionalizzata, incentrati sull’Impero, a un Occidente collettivo a cui è stato fatto il lavaggio del cervello. Ancora una volta i cinesi vengono in soccorso. Il taoista Zhuangzi (369 – 286 aC): “ Non puoi parlare dell’oceano a una rana che vive in un pozzo, non puoi descrivere il ghiaccio a un moscerino estivo e non puoi ragionare con una persona ignorante .

Nonostante l’umiliazione cosmica della NATO in Ucraina, questa guerra per procura contro la Russia, contro l’Europa e contro la Cina rimane la miccia che potrebbe accendere una terza guerra mondiale prima della fine di questo decennio. È una plutocrazia estremamente rara quella che deciderà. No, non Davos: sono solo i loro portavoce clown.

La Russia ha riattivato alla velocità della luce un sistema di fabbriche militari, la cui capacità oggi è 15 volte superiore rispetto a gennaio 2022. In prima linea ci sono circa 300.000 soldati, più nelle retrovie due eserciti a tenaglia di centinaia di migliaia di soldati mobili, ciascuno tenaglia pronta a creare un doppio accerchiamento dell’esercito ucraino e ad annientarlo.

Anche se il Paese 404 dovesse essere completamente sconfitto nel 2024, è necessario sottolinearlo ancora una volta: la questione è lungi dall’essere chiusa. I leader di Pechino comprendono perfettamente che il potere egemone è un tale relitto in via di disintegrazione, sulla via della secessione, che l’unico modo per mantenerlo al suo posto sarebbe una guerra mondiale. È tempo di rileggere TS Eliot in più di un modo: “ Abbiamo avuto l’esperienza ma abbiamo perso il significato, / e l’approccio al significato ripristina l’esperienza ”.

Pepe Escobar

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Luciano Lago

15 commenti su “La mascherata ucraina, rivisitata

  1. Oggi un canale telegram russo annuncia la morte in ucraina del tenente colonnello dei bersaglieri Claudio Castigli riportando notizia dal sito dei bersaglieri in Italia. Perché era lì, chi lo aveva mandato?

    1. In rete trovo questo:
      https://www.varesenoi.it/2024/01/16/leggi-notizia/argomenti/territorio/articolo/carnago-i-bersaglieri-e-il-comando-nato-di-solbiate-olona-sono-in-lutto-si-e-spento-claudio-casti.html
      Carnago, i bersaglieri e il comando Nato di Solbiate Olona sono in lutto: si è spento Claudio Castiglia. «Uomo di grandi virtù umane e militari»
      Il tenente colonnello è mancato prematuramente ad appena 45 anni. Il cordoglio dell’Anb, l’associazione nazionale bersaglieri, al quale Castiglia era iscritto nella sezione di Tradate: «Ha sempre onorato la divisa». I funerali verranno celebrati a Carnago nel pomeriggio di martedì 16 gennaio
      n grave lutto ha colpito Carnago, il comando Nato di Solbiate Olona e tutti i bersaglieri, in particolare quelli della sezione di Tradate dell’Anb.

      Nelle scorse ore si è spento prematuramente, ad appena 45 anni, il tenente colonnello Claudio Castiglia, che lascia moglie e due figli piccoli.

      Ad esprimere il cordoglio ai famigliari è l’Anb, l’associazione nazionale dei bersaglieri, con un commosso messaggio:

      «La Presidenza Nazionale ANB partecipa con vivo, unanime cordoglio al gravissimo lutto che ha colpito la famiglia, tutti i Bersaglieri e i colleghi del Comando NATO (NRDC – ITA) di Solbiate Olona, per la prematura scomparsa del tenente colonnello bersagliere Claudio Castiglia, un uomo e un bersagliere di grandi virtù umane e militari che ha onorato la divisa e il Corpo dei Fanti piumati, era iscritto dal 2011 alla Sezione ANB di Tradate. Lascia un vuoto incolmabile e un incancellabile ricordo in tutti noi. A lui il nostro commosso saluto».
      Il funerale del tenente colonnello Claudio Castiglia verrà celebrato martedì 16 gennaio alle ore 15 nella Chiesa Madre di Carnago.

      Nessun accenno alle cause delle morte … cosa un po’ sospetta, forse?

      Cari saluti

  2. Non un passo indietro, la prima e la seconda Roma sono cadute, la terza Roma mosca sta. Quanto la russia si arma il mondo trattiene il respiro.

  3. Gli anglosassoni sono tenaci, ma se non c’è una effettiva superiorità di armi e di INTELLIGENZA, che cosa sperano ancora? Sono in caduta generalizzata all’interno del loro paese e pure all’esterno…….
    La loro prassi è dell’ottocento, e già perdeva colpi, poiché i Pellerossa, nel loro piccolo, li hanno rallentati a morte nella conquista della California e del Pacifico e dell’Asia.
    Dal 1945 le sconfitte sono in serie ……………………… la Tendenza continua …………………………………………
    Il voler insistere nelle guerre confuta le loro “intelligenza e superiorità”. Se uno si fa male da solo e lo ripete, ciò vuol dire che è IDIOTA, cioè INFERIORE. America KAPUTT !!!!

    1. gli yankee sono solo creduloni addomesticati .. chi li tiene incravattati sono i Zaion Rockf – Roths e i Jeshuits

  4. Forse è inutile dirlo, ma un vero giornalista e un vero intellettuale come il simpatico brasiliano Pepe Escobar è fra i pochi in grado di “gettare uno sguardo dall’alto” sui significati, sugli esiti e sui rischi di conflitti come quello ukraino, perché, oltre alla capacità di sintesi e di divulgazione, spazia dalla geopolitica alla psicologia di massa, dalla conoscenza in campo militare alla filosofia, dalla macroeconomia all’analisi politica, eccetera eccetera.

    Cari saluti

  5. La follia politico-diplomatica degli anglo-americani diventa o si rivela sempre più una patologia clinica. Confondono la realtà con i loro desideri: decidono senza tenere in alcun conto i fatti (e appunto, si raccontano l’incredibile panzana che la Russia non sta vincendo e l’Ucraina non sta perdendo la guerra: che sta portando all’Ue una grande prosperità…) e agiscono senza tenere sufficientemente conto delle possibili conseguenze. Ora che hanno capito che un prolungato sforzo bellico non logora i Russi, ma è insostenibile dai Paesi UE e dalla N.A.T.O., si prospettano due “soluzioni” (finali…):
    1) intervenire direttamente e coinvolgere direttamente nel conflitto i loro alleati/servi, per infliggere chissà quale rapido colpo risolutivo o per allungare ancora di più il conflitto, finché la Russia cada esausta ai loro piedi: tanto, né gli U.S.A. né la GB hanno mai dovuto combattere nel loro territorio una delle tante guerre che hanno scatenato;
    2) nella peggiore ipotesi, dare libero corso all’escalation, a costo di arrivare a una guerra termo-nucleare: se l’impero deve cadere, tanto vale che il mondo intero sia annientato.
    Evitare tutto questo dipende dalla mobilitazione dell’opinione pubblica. Che si accorge sempre più chiaramente che le menzogne propagandistiche e le promesse di vittoria dell’ “ordine internazionale fondato su regole” è solo un ritornello privo di pugni barlume di senso, che le cose peggiorano sempre più in un quadro generale che vede fallire una disastrosa “transizione verde” che è essa stessa una guerra contro economie e popoli ritenuti fattori inquinanti, che le pandemie sembrano susseguirsi a comando e a comando vorrebbero imporre a tutti i Paesi del mondo vaccinazioni geniche distruttive delle difese immunitarie, che il capitalismo di sorveglianza non sta bene neppure a chi è favorevole al capitalismo… E perché sia sempre più chiaro come stanno le cose basterà, sì, che non l’Ucraina, ma la Russia non sia sconfitta dall’impero anglo-americano. Dunque…
    W Putin!

    1. Il punto 2) è quello giusto, il punto 1) presenta un problema, perché anche se le colonie dell’impero del male statunitoide-perfida albione-ebreo entrassero in guerra con la Russia, il coinvolgimento nato e usa sarebbe inevitabile, altamente probabile così come l’uso delle armi nucleari dopo 24 o 48 ore dall’inzio, o poco di più.

      In una guerra in Europa contro la Federazione Russa dovrebbero per forza entrare anche gli statunitoidi e i perfida albione, quindi l’esito nucleare appare scontato, perché nessuno può credere che i russi si lascino colpire dall’impero del male, senza distruggere – con armi non convenzionali! – i suoi centri più importanti, anzitutto gli usa, ma anche la perfida albione.

      Cari saluti

  6. Intanto gli ukro-nazi, per nascondere la situazione sul fronte, per loro a dir poco disastrosa, continuano con le menzogne propagandistiche e minacciano terrorismo:

    https://www.msn.com/it-it/notizie/mondo/ucraina-russia-ha-punto-debole-possiamo-colpire-mosca/ar-BB1h0y4C?ocid=entnewsntp&pc=U531&cvid=9d0958df02d549a78ec23de4b3a509fc&ei=29
    [Da quel letamaio di adnkrons chiamato “agenzia”]
    Ucraina: “Russia ha punto debole, possiamo colpire Mosca”
    Estratto: (Adnkronos) – La Russia ha un punto debole in particolare? Sì, almeno secondo l’Ucraina, che pensa colpire in profondità, fino a Mosca e San Pietroburgo, nella guerra che si avvia a tagliare il traguardo dei 2 anni. La Russia, secondo analisti ed esperti, sta preparando una nuova offensiva che dovrebbe prendere forma nelle prossime settimane.

    Leggete il resto perché è la fiera della menzogna e della propaganda … del tutto irreale!

    Cari saluti

  7. Grande ESCOBAR ! Ma guarda che coincidenza, con la fuga degli yankee da Kabul evidentemente si è fermato il flusso di eroina, e, guarda caso, appare il Fentanil, altra arma di distruzione di massa (questa si) in mano alle èlite anglo sassoni !

  8. Da decenni ho definito il liberismo la più malvagia delle dittature, super piramidale. Ebrei e il loro sopruso di di negare la sovranità popolare e soprattutto la sovranità monetaria al popolo…Gli Ebrei ci sono riusciti perché hanno trovato gli anglosassoni.. in popolo di usurpatori e assassini!
    Liberismo ripeto è la più sanginaria e ingiusta tra tutte le teorie politiche… Viva la quarta teoria politica di Alexander Dugin. e certamente fu il mossad, mi6 e cia a uccidere la figlia di Alexander Dugin! queste cose sono abituati a fare Ebrei e anglosassoni

    1. Avrà sicuramente letto e apprezzato (come me) l’articolo di PAOLO BORGOGNONE dal titolo “il volto totalitario della democrazia liberale”, attualmente visibile su questo sito alla pagina 3 della home page !
      Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM