La marina russa pianifica lancio missili nel Mediterraneo

placeholder


Il lancio di missili delle navi della formazione della Marina russa nel Mediterraneo è pianificato vicino al gruppo d’attacco della portaerei britannica, secondo il sistema di notifica internazionale per il personale aereo (NOTAM).

Il lancio di missili è previsto per il 26 giugno. Per questa esercitazione chiuderanno l’area del Mar Mediterraneo a sud di Cipro. Allo stesso tempo, un gruppo di portaerei britanniche opera a sud di Cipro, guidato dalla portaerei Queen Elizabeth. Ci sono circa 30 km tra i confini delle due zone di operazioni della Marina Militare e della Marina Britannica, riporta RIA Novosti .

Ricordiamo che nella parte orientale del Mar Mediterraneo sono iniziate le manovre congiunte delle forze della task force permanente della Marina russa e dell’aviazione delle forze aerospaziali russe. I caccia russi hanno effettuato voli di ricognizione su una portaerei britannica.

Portaerei Britannica

La scorta della nuovissima portaerei britannica “Queen Elizabeth” includeva il cacciatorpediniere “Defender”, lo stesso che ha violato i confini marittimi della Russia vicino alla Crimea. La nave di frontiera russa ha aperto il fuoco di avvertimento sulla rotta del cacciatorpediniere.

Non si sa fino a che punto la flotta GB voglia arrivare con le sue provocazioni ma i russi hanno posizionato nelle basi in Siria aerei Mig-31 armati con missili ipersonici e questa è una forma cautelativa in vista di un possibile attacco delle forze britanniche contro le basi russe in Siria o contro le forze dell’Esercito Siriano, con i soliti pretesti utilizzati dall’occidente…armi chimiche o lotta all’ISIS…(quello che hanno attivato loro)…
In ogni caso le forze russe sono pronte e gli ordini impartiti dal Ministero della difesa Shoigu sono chiari: rispondere alle provocazioni
.

Fonti varie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM