La marina russa pianifica lancio missili nel Mediterraneo


Il lancio di missili delle navi della formazione della Marina russa nel Mediterraneo è pianificato vicino al gruppo d’attacco della portaerei britannica, secondo il sistema di notifica internazionale per il personale aereo (NOTAM).

Il lancio di missili è previsto per il 26 giugno. Per questa esercitazione chiuderanno l’area del Mar Mediterraneo a sud di Cipro. Allo stesso tempo, un gruppo di portaerei britanniche opera a sud di Cipro, guidato dalla portaerei Queen Elizabeth. Ci sono circa 30 km tra i confini delle due zone di operazioni della Marina Militare e della Marina Britannica, riporta RIA Novosti .

Ricordiamo che nella parte orientale del Mar Mediterraneo sono iniziate le manovre congiunte delle forze della task force permanente della Marina russa e dell’aviazione delle forze aerospaziali russe. I caccia russi hanno effettuato voli di ricognizione su una portaerei britannica.

Portaerei Britannica

La scorta della nuovissima portaerei britannica “Queen Elizabeth” includeva il cacciatorpediniere “Defender”, lo stesso che ha violato i confini marittimi della Russia vicino alla Crimea. La nave di frontiera russa ha aperto il fuoco di avvertimento sulla rotta del cacciatorpediniere.

Non si sa fino a che punto la flotta GB voglia arrivare con le sue provocazioni ma i russi hanno posizionato nelle basi in Siria aerei Mig-31 armati con missili ipersonici e questa è una forma cautelativa in vista di un possibile attacco delle forze britanniche contro le basi russe in Siria o contro le forze dell’Esercito Siriano, con i soliti pretesti utilizzati dall’occidente…armi chimiche o lotta all’ISIS…(quello che hanno attivato loro)…
In ogni caso le forze russe sono pronte e gli ordini impartiti dal Ministero della difesa Shoigu sono chiari: rispondere alle provocazioni
.

Fonti varie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

3 Commenti
  • mario
    Inserito alle 21:04h, 26 Giugno Rispondi

    il futuro del pianeta terra ……………cina russia
    tutto il resto e” sporcizia…………………………………………

  • eusebio
    Inserito alle 21:54h, 26 Giugno Rispondi

    Proprio in queste ore la Turchia ha lanciato la notizia che sta per partire la costruzione del nuovo canale del Bosforo, che raddoppierà il traffico commerciale tra il Mar Nero e il Mediterraneo, la qual cosa è positiva per la Russia, ma non essendo soggetto al Trattato di Montreaux che limita a due settimane la permanenza delle navi militari di paesi non rivieraschi da un senso alla base navale britannica in costruzione in Ucraina.
    La Russia si trova in grossi guai, l’Ucraina sembra che sia disposta a tenere dei referendum per separarsi legalmente da Crimea e Donbass in modo da chiudere i contenziosi ed entrare nella NATO,, e attraverso il nuovo canale del Bosforo la NATO potrà portare le sue marine ad Odessa in permanenza.
    Forse la Russia dovrebbe trovare un pretesto per portare i suoi carri armati a Kiev e Odessa prima che i missili NATO vengano posizionati a 10 minuti da Mosca.
    Alla Turchia Russia e Cina, per includere il nuovo canale del Bosforo nel Trattato di Montreaux, potrebbero offrire il controllo, oltre che i finanziamenti per costruirlo, di un canale tra Ashdod ed Eilat che gli israeliani volevano costruire per unire Mar Rosso e Mediterraneo, ma che non realizzano per mancanza di fondi.
    Una volta che la Palestina sarà stata sgomberata dai sionisti, grazie all’Asse della Resistenza, una Palestina filo turca governata da Hamas potrebbe costruire il canale e darne il controllo ai turchi, che lo userebbero per fare concorrenza all’Egitto e importare idrocarburi dal Golfo.

  • Francesco
    Inserito alle 13:15h, 27 Giugno Rispondi

    In Siria, Afganistan, Donbass, Bielorussia, Libia, Venezuela, Nord Korea, Bolivia, Colombia, vi è guerra, terrorismo, false rivoluzioni, povertà, la causa è solo una: i governi usa degli ultimi 60 anni. Una sola causa, decine di effetti disastrosi.
    La soluzione è rimuovere la causa, eliminare le persone che comandano, decidono, impongono, devastano: le note famiglie che comandano davvero il mondo occidentale i cui nomi sono noti a chi si informa dalle fonti alternative. Queste famiglie vanno spazzare via con le armi di Putin e Xi.
    Spazzare via i falsi governanti: la classe politica uxxsxxa e i vertici militari non elimina la vera causa.

Inserisci un Commento