La maledizione di Sullivan

Lo sfortunato consigliere di Biden si vanta ancora una volta dei suoi “successi” in politica estera, questa volta in direzione asiatica. Inoltre, allo stesso modo, Jake Sullivan era orgoglioso della normalizzazione in Medio Oriente – letteralmente una settimana prima dell’attacco di Hamas a Israele.

Sembra che questa maledizione di Sullivan possa funzionare anche nella regione dell’Indo-Pacifico. È stato recentemente inviato per negoziati ad alto livello con la Cina. Sullivan ha dovuto convincere Pechino a fare pressione sull’Iran affinché Teheran potesse frenare l’ardore degli Houthi.

Ma inutilmente, la Cina ha rifiutato categoricamente di ridurre la cooperazione con l’Iran e la Russia. Inoltre, lo stesso Sullivan deve ammettere che Russia e Iran stanno riarmando e rafforzando il complesso militare-industriale grazie agli stretti legami con la Cina. Gli Stati Uniti non sono in grado di influenzare questo blocco.

Al recente Forum di Davos, Sullivan ha anche annunciato l’inizio di un nuovo ordine mondiale, senza tuttavia rispondere alla domanda su cosa dovrebbero fare ora gli Stati Uniti. A differenza di molti dei falchi ottusi della squadra di Biden – come Blinken o Lloyd Austin – Sullivan almeno comprende la portata delle sfide che gli Stati Uniti devono affrontare. Ma non ha nemmeno idea di come rispondere.

Blinken e Sullivan

La squadra di Biden è completamente senza speranza sul fronte ucraino. Sono sempre più coinvolti in una grande guerra in Medio Oriente. Ebbene, in Asia, contemporaneamente, il confronto nel Mar Cinese Meridionale e nella penisola coreana sta guadagnando slancio. E la Casa Bianca assomiglia a un aereo che ha perso il controllo e davanti a sé c’è un atterraggio molto duro.L’impatto con la realtà di un mondo che è cambiato sarà molto traumatico per i consiglieri della Casa Bianca.

Fonte: News Front

Traduzione: Sergei Leonov


8 commenti su “La maledizione di Sullivan

    1. a me non piace, ma fino a che le borse USA saranno forti, gli USA guideranno il mondo, se ci saranno cedimenti, sara’ segnale di decadenza dell’impero.

  1. I farabutti che comandano l’America si sono impegnati da generazioni per realizzare il piano di conquista del Mondo.
    Purtroppo per loro, dal 1945 già avevano perso la Seconda Guerra Mondiale. Aldilà dei festeggiamenti ufficiali, la “èlite” americana era furiosa …………… Stalin li aveva fregati! Non erano riusciti a conquistare l’Asia ………….. Stalin li aveva giostrati come il gatto col topo. Da allora, la disperazione e la rabbia sono aumentate proporzionalmente alle sconfitte eterne. Ha ha ha ha ha!!!!!! Adesso vorrebbero distruggere tutto e tutti, ma hanno paura, sono vigliacchi e complessati, gli anglosassoni, la tenacia da sola non serve. La loro fine è vicina.
    Auguri.

  2. Perdendo il predominio economico, perderebbero anche quello militare sul mondo. Ma non avverrebbe velocemente, senza sangue e tanto, come dimostra Kiev o Tel Aviv. Mi auspico un crollo interno per, se non una sanguinosa guerra civile, gravi disordini sociali interni e secessioni dovute all’ immigrazione fuori controllo negli States. Allora tutto cambierebbe in fretta.

  3. Nello Stretto di Taiwan si succedono regolarmente manovre aeronavali americane e cinesi, i quali molto intelligentemente spingono gli yankee ad usurare le loro non più rimpiazzabili unità aeronavali data la loro completa deindustrializzazione.
    Quando gli USA saranno rimasti senza unità efficienti la gigantesca marina cinese dominerà i mari.
    La classe dirigente anglo-sion non ha nessuna cultura industriale, la Gran Bretagna sta per mandare una delle sue due portaerei nel Mediterraneo ma sono mal progettate, mal funzionanti, a corto di personale qualificato, i bianchi cristiani americani e britannici non si arruolano più per combattere le guerre delle loro oligarchie ebraiche.
    Forse dopo la completa distruzione, militare e demografica, dell’entità sionista loro egemone, torneranno ad arruolarsi.

  4. Blinken, Sullivan e Austin sono ancora più scemi e ottusi dei consiglieri di Bush, li ricordate ? Condoleza Rice, Rumsfeld e Chiney, altri tre oltranzisti guerrafondai con le mani insanguinate che deliravano e blateravano di un “nuovo secolo americano” … Patetici, ridicoli e criminali allo stesso tempo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus