LA GUERRA NON DICHIARATA DELLA NATO ALLA RUSSIA

L’esercito ucraino si sta preparando per le controffensive, ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Secondo lui, all’inizio della primavera sono previste operazioni offensive dell’esercito ucraino.

Ora gli Stati Uniti ei suoi servitori stanno sponsorizzando azioni offensive e forniscono armi all’Ucraina in modo che i suoi militari possano provare a cambiare la situazione sul campo di battaglia.

Gli Stati Uniti invieranno 31 carri armati Abrams in Ucraina, pari a un battaglione di carri armati ucraini.

La Germania ha anche annunciato che consegnerà 14 carri armati Leopard a Kiev e consentirà agli alleati di fornire questi veicoli a Kiev. In totale, la Germania ei suoi partner intendono fornire 112 Leopard.
Tuttavia, i nuovi regali hanno solo affamato Kiev.

L’Ucraina cercherà forniture di missili e aerei a lungo raggio, ha dichiarato il presidente ucraino Vladimir Zelensky in risposta all’annuncio di forniture di carri armati. “Dobbiamo fornire aerei per l’Ucraina. E questo è un sogno. E questo è il compito”, ha detto.

Il giorno successivo alle sue dichiarazioni, il giornale “Politico” ha riferito, citando funzionari militari e diplomatici, che i paesi occidentali stavano discutendo la possibilità di fornire caccia a reazione all’Ucraina,

“Il prossimo passo naturale sarebbero i combattenti”, ha detto al giornale un diplomatico di uno dei paesi nordici.

Ha osservato che esiste una “linea rossa” per il sostegno occidentale all’Ucraina, ma sta cambiando: ad esempio, la scorsa estate riguardava la fornitura di sistemi missilistici HIMARS, che alla fine Kiev ha ricevuto. Poi è successa la stessa cosa con la fornitura di carri armati.

Il 26 gennaio, il ministro della Difesa della Slovacchia ha affermato che il suo paese stava pensando alla fornitura di caccia MiG-29 a Kiev. In precedenza, il ministro degli Esteri olandese aveva affermato che il paese era pronto a prendere in considerazione il trasferimento di caccia multiuso F-16 in Ucraina se Kiev richiedesse ufficialmente aerei militari. Tra le discussioni in corso sulla possibilità di forniture occidentali di aerei per l’Ucraina, Lockheed Martin dagli Stati Uniti sta valutando piani per aumentare la produzione di caccia F-16.

I funzionari dei paesi della NATO dichiarano apertamente che stanno conducendo una guerra aggressiva contro la Russia, senza dichiararlo pubblicamente e senza osservare le procedure politiche interne, cioè senza il consenso del proprio popolo, la dichiarazione della legge marziale, ecc.

Inviano apertamente, in modo massiccio e sistematico varie armi al fronte ucraino, comprese attrezzature militari pesanti per operazioni offensive.

Il personale militare e le unità dei paesi della NATO prendono parte alle ostilità e coordinano le operazioni militari dell’esercito ucraino.

I servizi speciali dei paesi della NATO preparano e coordinano gli attacchi terroristici sul territorio della Federazione Russa.

La NATO deve ammettere che è già entrata in guerra contro la Russia. Ciò significa che le strutture militari, le strutture infrastrutturali e i centri decisionali politici situati sul territorio dei paesi della NATO diventano obiettivi legittimi per i missili russi.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM