La guerra economica contro la Russia… In Germania milioni di persone non potranno pagare il riscaldamento e Moody’s abbassa il rating dei Paesi Ue


BERLINO (Sputnik) – L’Associazione degli inquilini tedeschi ha avvertito che milioni di persone non potranno pagare il riscaldamento a causa dell’aumento delle tariffe del gas.

“Sono molte persone (…) Stiamo parlando di milioni di persone”, ha detto al quotidiano Tagesspiegel il presidente di quel sindacato, Lukas Siebenkotten.

In questo contesto, il leader chiede al Governo una riforma complessiva del sistema dei sussidi abitativi, nonché una maggiore tutela contro il licenziamento.

“Dovrei aumentare la soglia di reddito delle persone che possono richiedere il sussidio”, ha detto.

Secondo diverse previsioni, la Germania dovrebbe affrontare un crollo energetico nell’inverno boreale a causa di una possibile interruzione delle forniture di gas naturale dalla Russia.

Il governo di Olaf Scholz ha chiesto alla popolazione di ridurre il consumo di elettricità per far fronte alla crisi energetica.

Le consegne di gas russo alla Germania attraverso il gasdotto Nord Stream 1, che collega i due paesi attraverso il fondo del Mar Baltico, sono diminuite dopo che una delle quattro turbine è stata consegnata a Siemens per lavori di manutenzione.

Siemens ritarda la restituzione della macchina alla società russa Gazprom tra le sanzioni dell’Unione Europea contro questa azienda. Due turbine sono state spente perché necessitavano di manutenzione. Attualmente solo uno funziona.

I soccorsi per la Germania potrebbero arrivare dal nuovo gasdotto Nord Stream 2, costruito da un gruppo di importanti compagnie energetiche europee, tra cui Gazprom, e pronto a operare da ottobre 2021.

L’infrastruttura che segue praticamente il percorso del Nord Stream 1 è stata bloccata dal governo di Olaf Scholz dal febbraio di quest’anno a causa dei suoi conflitti geopolitici con Mosca.

In precedenza il ministro degli Esteri russo ha sottolineato che il potenziale delle sanzioni anti-russe è esaurito , quindi l’UE è costretta a correggerle.

“Hanno già esaurito tutte le possibili aree in cui erano disposti a infliggerci del male e ora sono costretti a pensare a cosa hanno fatto e come ciò li colpisce”, ha detto Lavrov.

Moody’s abbassa il rating di tre paesi dell’Unione Europea nel pieno della crisi energetica

Moody’s, un’agenzia di ricerca finanziaria internazionale americana, ha abbassato il rating sovrano di Repubblica Ceca, Slovacchia e Italia nel bel mezzo della crisi energetica nell’Unione Europea, secondo le rispettive dichiarazioni pubblicate questo venerdì.

In particolare, ha modificato il rating del Governo della Repubblica Ceca da stabile a negativo, indicando che i rating dell’emittente a lungo termine e del debito senior unsecured sono ora a livello Aa3, ovvero il range più basso della categoria. sebbene ciò rifletta che le obbligazioni sono considerate della massima qualità e sono soggette a un rischio di credito minimo.

“La decisione di cambiare l’outlook della Repubblica Ceca da stabile a negativo riflette il rischio accresciuto di gravi e prolungate interruzioni dell’approvvigionamento di gas dalla Russia, che potrebbero portare al razionamento e spingere l’economia del Paese in una profonda recessione con implicazioni negative per la crescita tendenziale e un indebolimento delle metriche fiscali”.

Nel caso della Slovacchia, ha modificato l’outlook da stabile a negativo, con rating di A2, il che significa che le obbligazioni sono considerate di livello intermedio-alto e sono soggette a basso rischio di credito.

“Potenziale di indebolimento significativo dell’economia”

La società con sede a New York giustifica la decisione a causa della significativa dipendenza energetica di Bratislava da Mosca. “Una riduzione permanente dell’approvvigionamento di gas dalla Russia ha il potenziale per indebolire in modo significativo l’economia del paese, il che, a sua volta, influenzerebbe negativamente le finanze pubbliche della Slovacchia e le sfide strutturali preesistenti, come l’invecchiamento della popolazione”, afferma.

Moody’s ha invece abbassato l’outlook dell’Executive italiano da stabile a negativo, abbassando il rating a Baa3, il che indica che le obbligazioni sono considerate di livello intermedio e sono soggette a moderato rischio di credito , pertanto possono presentare alcune caratteristiche speculative.

L’agenzia sottolinea che ciò è dovuto al fatto che i rischi per il profilo di credito di quel paese si sono recentemente accumulati a causa dell’impatto economico derivante dall’attuale situazione in Ucraina e dagli eventi politici interni, specificando che entrambi potrebbero avere implicazioni di credito sostanziali .

Le esportazioni cinesi stanno battendo record. anche in Russia

A luglio, il commercio estero cinese ha mostrato un ottimo risultato: esportazioni nell’ordine di 333 miliardi di dollari (+18% annuo), importazioni di 231 miliardi di dollari (quasi invariate) e un surplus commerciale di 100 miliardi di dollari al mese.

Un risultato particolarmente interessante è stato ottenuto negli scambi con la Russia: le esportazioni sono cresciute del 35% (!) a 6,8 miliardi, non tanto sulla scala cinese, le importazioni sono rimaste a quota 10 miliardi. Ma dall’inizio dell’anno, il commercio tra i paesi è cresciuto fino al 30%. In generale, il quadro è come previsto, dall’inizio del NWO e dall’imposizione delle sanzioni era chiaro che prima o poi si sarebbe verificato un “perno a est” nella nostra economia, la questione era solo su numeri specifici.

Tra l’altro, è stata proprio la riduzione del deficit commerciale con la Russia (la Cina ha iniziato ad esportare di più) a diventare una delle ragioni della crescita del cambio del rublo; questo è abbastanza logico. Un’altra ragione è stata la riduzione delle esportazioni di gas verso l’UE, ma questa è una storia un po’ diversa.

Il commercio con Cina e Turchia è prevedibile in continua crescita: questi due Paesi dovrebbero diventare le nuove “porte di accesso alla Russia” per molte aziende, anche europee. Si può già dire che il posto delle società occidentali sarà preso dagli esportatori cinesi.

Nei prossimi mesi, i paesi dell’UE saranno probabilmente costretti a competere per il GNL russo con gli stati asiatici: secondo il Wall Street Journal

“Anche con l’approvvigionamento di GNL russo, possono iniziare interruzioni. Una ripresa economica in Cina dopo il blocco del coronavirus o un freddo inverno in Asia saranno una scusa per combattere l’Europa sulle esportazioni di GNL, portando a ulteriori aumenti dei prezzi”, afferma l’articolo.

L’autore dell’articolo ha anche espresso l’opinione che a causa del deterioramento del tenore di vita degli europei nel contesto della crisi energetica, l’Europa potrebbe rifiutarsi di sostenere attivamente l’Ucraina.

In inverno, Zelensky e Arestovich scalderanno gli europei con le loro vittorie su Internet e le loro fiabe sui moscoviti in ritirata.

Le sanzioni occidentali sono ottime per la Russia: The Economist

La guerra economica condotta dall’Occidente contro la Russia è fallita e può portare molto bene al Paese, ha detto al media tedesco Junge Welt l’ex finanziere di Wall Street Michael Hudson.

“ Le sanzioni occidentali sono ottime per la Russia. Qualsiasi Paese minacciato dalle sanzioni statunitensi è costretto a diventare autosufficiente “, ha detto Hudson in un’intervista pubblicata sabato.

Ha affermato che le sanzioni hanno effettivamente spinto la Russia verso la sostituzione delle importazioni e che il Paese è sulla buona strada per liberarsi completamente dalla dipendenza dai prodotti occidentali.

“ Invece di importare auto tedesche, la Russia si rivolge alla Cina per sviluppare la propria industria automobilistica. La Russia si sta ora muovendo molto rapidamente per sostituire la sua dipendenza dall’Occidente per i manufatti con la propria produzione interna. Le uniche cose che non possono produrre sono i film di Walt Disney e le borse italiane “, ha affermato l’economista, aggiungendo che mentre è improbabile che la Russia sia in grado di produrre in serie alcuni degli articoli di lusso che importava, la sua economia diventerà in gran parte autosufficiente .

Hudson ha anche osservato che le sanzioni, sebbene mirassero a ridurre i guadagni della Russia dalle esportazioni di energia, “hanno invece portato entrate aggiuntive al bilancio statale russo”.

La Russia è la grande beneficiaria dei piani di embargo energetico della Germania. Meno gas vende la Russia, più soldi guadagna “, ha affermato, riferendosi ai prezzi dell’energia alle stelle che crescono in correlazione con il calo delle esportazioni russe.

Le sanzioni contro l’economia russa non sono nemmeno riuscite a destabilizzare la valuta nazionale, il rublo, e hanno accelerato il processo di de-dollarizzazione, ha affermato l’analista.

“ Anche prima della guerra in Ucraina c’erano sforzi per de-dollarizzare [eppure] nessuno si aspettava che il processo sarebbe iniziato così rapidamente… Ma […] Washington ha congelato tutti i conti in dollari ed euro, quindi la Russia ha dovuto uscire dal dollaro. sistema. E questo è ciò che ha aiutato il rublo russo. L’intenzione dietro le sanzioni occidentali era quella di far crollare il rublo per rendere più costose le importazioni russe.

Invece, il governo russo ha risposto e ha deciso: se non veniamo pagati in euro e dollari per petrolio, gas, titanio e alluminio, l’Occidente dovrà pagare in rubli. E così il rublo si è apprezzato di valore. È giusto dire che l’Occidente si è sparato in un piede “.

Hudson ha osservato, tuttavia, che “il più grande beneficiario” della Russia gravata di sanzioni è Washington. Questo perché l’Europa, fortemente dipendente dall’energia russa, sta affrontando crisi energetiche e alimentari simultanee, lasciandola con poca capacità di prestare attenzione ad altre questioni.

” Fondamentalmente, a Washington non importa se la Russia vince la guerra [in Ucraina], perché gli Stati Uniti sono riusciti a eliminare la concorrenza in Europa, in particolare la Germania “.

Fonte: El Espia Digital

Traduzione: Luciano Lago

18 Commenti
  • giuseppe peluso
    Inserito alle 22:14h, 09 Agosto Rispondi

    Gli USA-NATO volevano disarticolare e rapinare la Russia come ai tempi di Eltsin, ma sono riusciti a danneggiare e impoverire l’Europa, cosa di cui non so se possono rallegrarsi molto. Ormai gli USA hanno pochi amici e miliardi di donne e uomini che li odiano. Ma qual’è il progetto della finanza anglosassone che dirige la politica ? fare diventare il mondo un campo di concentramento o un deserto ? ‘E fondamentale che vengano sconfitti, ridimensionati insieme al loro dollaro.

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 22:17h, 09 Agosto Rispondi

    Aggiungo : Putin ha rotto l’equilibrio, si è ribellato all’impero ; altro verrà

  • Farouq
    Inserito alle 22:24h, 09 Agosto Rispondi

    Sembra che gli Stati Uniti abbiano dichiarato guerra alla Germania utilizzando metodi subdoli, stanno chiedendo alla Germania di suicidarsi altrimenti……
    Altrimenti cosa? non è chiaro e nessuno osa a sondare le conseguenze del ribellarsi

    • Niko
      Inserito alle 08:48h, 10 Agosto Rispondi

      Quali STATI UNITI ?????
      LA REPUBBLIC OF UNITED STATES (ripristinata da TRUMP) ?
      o ….
      LA UNITED STATES Corporation ( Deep State ) ??
      …………………………………….
      e ‘guerra tra le due, e i risvolti li abbiamo nel mondo intero..
      Se non si tiene conto di questo….ci possiamo limitare solo alle solite chiacchere da bar….

    • Niko
      Inserito alle 08:49h, 10 Agosto Rispondi

      Quali STATI UNITI ?????
      LA REPUBBLIC OF UNITED STATES (ripristinata da TRUMP) ?
      o ….
      LA UNITED STATES Corporation ( Deep State ) ??
      …………………………………….
      e ‘guerra tra le due, e i risvolti li abbiamo nel mondo intero..
      Se non si tiene conto di questo….ci possiamo limitare solo alle solite chiacchere da bar….

      https://www.maurizioblondet.it/il-giudice-che-ha-firmato-il-mandato-di-ricerca-mar-a-lago-e-stato-esposto-come-associato-di-jeffrey-epstein/

  • Gabriella
    Inserito alle 23:28h, 09 Agosto Rispondi

    Sarebbero da indagare le ragioni per cui tedeschi, Italiani ecc. sono diventati così cretini da voler morire di freddo per gli ucraini… boh

  • Monk
    Inserito alle 00:00h, 10 Agosto Rispondi

    Non morirò di freddo per i plancton italioti, vivo tra i boschi e legna da ardere ce n’è in abbondanza.

    • Dolphin
      Inserito alle 07:07h, 10 Agosto Rispondi

      Beato te, sei inattaccabile, lo so e vita dura ma bellissima, se tutti facessero come te i signori della guerra ne avrebbero di ciucci da succhiare

      • Monk
        Inserito alle 16:40h, 10 Agosto Rispondi

        Cari Dolphin e Giorgio, tempo fa, ma non ho voglia di cercare le fonti, alcuni politici proposero di eliminare i piccoli paesotti, quei comuni con poche anime, a dire loro, per evitare spese inutili. Il magna magna è ovunque, pensassero alle grandi città, da noi al massimo la pro loco fa qualche cresta su dieci frittelle vendute durante la sagra che fanno la terza domenica di maggio, per il resto, dalle ore 20.00 in poi, il silenzio più assoluto, noi 400 scarse anime del comune ove risiedo, ci rintaniamo a casuccia belli felici alla facciazza dei satanisti globalisti, per ora, ma se volessero venire a stanarci, beh, qui siamo tutti contadini e cacciatori con una padronanza del territorio perfetta, lascio a voi immaginare

    • Giorgio
      Inserito alle 11:08h, 10 Agosto Rispondi

      Caro MONK …. uno stile di vita più “spartano” è più in sintonia con la natura …. e ostacola i disegni dell’èlite finanziaria atlantista ….
      mentre ammassarci nelle grandi città, sposando uno stile di vita “urbano” è distruttivo economicamente, ambientalmente e socialmente ….
      ci trasforma, tendenzialmente, in enormi masse di pecoroni ubbidienti ….

  • Adolfomuzza
    Inserito alle 01:32h, 10 Agosto Rispondi

    Addirittura , morire di freddo , ma di cosa state parlando , si parla di abbassare le temperature medie megli appartamenti nelle città di 4 gradi , niente di grave , mettiamo un maglioncino e si passa L inverno , erano anni che dovevano fare questa scelta , gente in maniche corte sudata in casa a milano con la temperatura esterna a 0 gradi , ma perché ? Smettetela di fare le fighette Morire di freddo. Siamo diventati un popolo di grassi imbecilli , viziati …. Ci vuole un po’ di guerra , italiani di merda . Ora arriva la Meloni a sistemarci . A chi L Italia ? A NOI !!!

  • vincenzo
    Inserito alle 08:05h, 10 Agosto Rispondi

    c’è ben poco da indagare, i politici italiani devono piacere principalmente agli ameri “cani”, e se è necessario… anche qualche altro.
    Ciò significa che non sono diventati cretini adesso …si tratta di gente “in vendita” e quando serve qualcuno li compra e poi viene messa dove serve.

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:44h, 10 Agosto Rispondi

    Ma come?… ci scassate la minchia con riscaldamento globale da vent’anni ora sarete accontentati… state al freddo e smettete di rompere…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

    • Giorgio
      Inserito alle 11:44h, 10 Agosto Rispondi

      Caro NUCCIO ….
      forse uno stile di vita più “spartano” farà ragionare meglio molti pecoroni ….
      facendoli connettere di più con i propri neuroni anzichè con la realtà virtuale dei dispostivi elettronici ….

  • Mario
    Inserito alle 10:04h, 10 Agosto Rispondi

    ROTOLO DI CARTA IGIENICA

  • Danton
    Inserito alle 19:30h, 10 Agosto Rispondi

    Questo anno alcune decine di milioni di italiani poveri ed onesti dovranno morire di FREDDO in CASA perché un imbecille ed ignorante squilibrato di PRO-VAX presidente del consiglio assieme al suoi GERACHI IDIOTI ED IGNORANTI FASCISTI-MAFIOSI -CATTOLICI ANCHE LORO PRO-VAX hanno deciso di fare la guerra alla Russia per aiutare quelle merde di Ucraini-NAZISTI che hanno voluto fare la guerra ai russi !
    P.S.
    Tutti gli italiani ignoranti, imbecilli celebrolesi devono sapere che abbassare la temperatura delle case italiane di 4 gradi significa vivere con 15- 16 gradi in un ambiente umido e freddo che favorisce molte malattie !
    Italiani volete il GAS a prezzo stracciato oppure volete pagare la guerra a quei stronzi di Ucraini e morire di freddo e di fame ?
    Personalmente sono sicuro è certo che la maggioranza degli cittadini italiani NORMALI E INTELLIGENTI se potessero decidere preferirebbero avere il GAS RUSSO A PREZZO STRACCIATO E IL CIBO A PREZZO STRACCIATO piuttosto che PAGARE LA GUERRA AGLI UCRAINI DI MERDA !

  • Beniamino Gaudio
    Inserito alle 22:25h, 10 Agosto Rispondi

    Ecco come tutti gli italiani che sono dei celebrolesi ,ritardati mentali deficenti risolvono il problema delle bollette Luce e del Gas triplicate negli ultimi 3 anni per colpa dello Stato Italiano e della la UE volevano fare la guerra alla Russia !
    Ormai da ben tre anni la maggioranza dei cittadini italiani quasi non usano più l “aria condizionata di ESTATE né il riscaldamento di INVERNO a causa delle bollette SEMPRE più ELEVATE a causa di TASSE VARIE !
    Questa estate 2022 gli italiani sono morti di caldo perché hanno dovuto alzare di 6 gradi la temperatura del loro condizionatore !
    Il Duce Parassita ed Ebete Italiano a casa sua ha 22 gradi di aria condizionata sia di giorno sia di notte anche i suoi Gerarchi Ebeti e parassiti hanno nelle loro case 22 sia di giorno sia di notte mentre ha ordinato che la temperatura dei condizionatori della gente comune del POPOLO ITALIANO fosse alzata fino a 30 gradi in maniera che il condizionatore si accendesse solo se la temperatura supera i 30 gradi !
    Questo inverno la situazione sarà questa a casa del Dittatore Italiano Ebete e Parassita e dei suoi GERARCHI ITALIANI ci saranno 22 gradi mentre nelle case di diverse decine di milioni di italiani dovranno morire di freddo con sei gradi in meno per legge perché dovranno tenere spento il loro impianto di riscaldamento !

  • Adoldo de Marcianis
    Inserito alle 20:45h, 12 Agosto Rispondi

    La Russya ha vinto ora tocca denazificare i pidioti e consegnarli nei gulag a marcire per sempre!

Inserisci un Commento