La Guerra Di Israele contro La Siria si Intensifica Sotto Copertura Dell’impeachment Americano


di Steve Brown (*)
Forse sotto copertura delle udienze di impeachment a Washington o forse a causa della nomina di Naftali Bennett a Ministro della Difesa, la guerra calda tra Israele e Siria si è intensificata drammaticamente dalla notte del 19 novembre.

L’esercito israeliano ha ripetuto la sua solita affermazione che i missili sono stati lanciati contro Israele dalla Siria (rilevati sul monte Hermon) e che tutti gli arrivi siano stati intercettati da un sistema di difesa missilistica a corto raggio dato a Israele dagli Stati Uniti. Fonti israeliane affermano che un “razzo iraniano” aveva preso di mira una “stazione sciistica innevata” ed è stato abbattuto, tuttavia nessuna fonte indipendente verificherà tale affermazione o che il missile distrutto sia stato prodotto dall’Iran.

Nella sua risposta di rappresaglia, Israele ha tentato di colpire ventitré obiettivi attorno a Damasco il 19 novembre ° , conducendo attacchi aerei da spazio aereo libanese sopra Marjaayoun. Una fonte afferma che nove bersagli vicino a Damasco sono stati colpiti da missili israeliani e che un attacco potenzialmente più grande era stato dissuaso da contromisure di guerra elettronica. *
Se confermato, questo rappresenta un rapporto di successo inferiore al 50% per gli attacchi israeliani.

La provocatoria escalation militare di Israele nella regione arriva in un momento cruciale. Il governo israeliano è evidentemente bloccato tra i suoi principi e il suggerimento che prevarrà un governo di unità sembra remoto con una terza elezione che incombe. Alcuni analisti hanno salutato la situazione di stallo del governo come una cosa positiva – forse ritardando l’annessione di Israele in Cisgiordania – nonostante i leader israeliani si appellassero alla loro ala destra dei coloni e alla base di Olim, impegnandosi in un comportamento militarista sempre più violento. Per sostenere questo punto, Netanyahu ha appena nominato l’estremista religioso di destra Naftali Bennett come ministro della Difesa.

Mentre il predecessore di Bennett non era certo un fautore di pace, la nomina di Bennett coincide con l’escalation della militanza estremista all’interno del regime di Likud. In concomitanza con la nomina di Bennett, Israele ha immediatamente attuato la sua dichiarata politica nazionale di omicidi politici sponsorizzati dallo stato con un attacco aereo sulla casa di Abu al-Ata a Gaza, uccidendo lui e sua moglie. I militanti palestinesi settari hanno poi reagito con il lancio di un razzo in Israele, provocando ulteriori attacchi aerei israeliani a Gaza.

Allo stesso modo, l’Iraq e il Libano sono ancora afflitti da problemi politici ed economici, come abbiamo esaminato in Siria . L’oro del Libano è il prossimo e la Siria continua a soffrire pesantemente di conflitti per l’interesse straniero, sebbene la situazione sia migliorata dal ritiro degli Stati Uniti. Di conseguenza, un contesto generale emerge favorevole agli obiettivi dell’Asse USA-Israele-Arabia Saudita nel diffondere e sobillare disordini in tutta la regione.

Forze israeliane sul Golan

Attualmente Washington desidera ignorare il disordine che ha causato per decenni in Medio Oriente e in Afghanistan e concentrarsi sul proprio tentativo interno di colpo di stato. Sacrificare la Repubblica per conto dei loro controllori neoliberisti e neoconservatori è la cosa più nobile che i Democratici di Stato per la Guerra possano ottenere (almeno secondo la loro opinione) attraverso il loro falso spettacolo di impeachment.

Certamente i democratici degli USA devono capire che questo falso processo di impeachment alla fine non porterà da nessuna parte, ma consente ai democratici di diffondere le loro sciocchezze di Russiagate e Ukrainegate sul pubblico. Di conseguenza Israele, l’esercito americano, la Turchia e l’Arabia Saudita perseguono le proprie agende di politica estera militarista ben al di fuori dell’occhio pubblico americano in questo momento, fintanto che lo scandalo di impeachment dei media statunitensi continua a svolgersi impegnando l’Amministrazione Trump.

L’impeachment-gate è un tentativo inventato di indebolire politicamente il presidente o è qualcosa di molto più sinistro. A prima vista sembra che il potere politico globale al suo massimo livello capisca che “qualcosa è marcio in Danimarca” – e nel suo impero – e sta usando la Porta dell’Impeachment come copertura politica per gli obiettivi che i loro radicati ideologi nello Stato hanno perseguito da allora, fin dall’ Agosto del 1953. Ed è probabile che il loro ultimo obiettivo preordinato sia sconosciuto anche a loro stessi, anche se Powell ha semplicemente accennato diversamente.

Sì, “Impeachmentgate” è altamente illustrativo dello stesso modello continuo di duplicità, disinformazione, sovversione e di storia revisionista che vediamo da Washington da almeno settant’anni … e che il resto del mondo è stato costretto a resistere altrettanto a lungo.

  • La stampa israeliana ha dichiarato che i loro militari possiedono una “nuova tecnologia” per superare le misure EW, ma questo è stato un mantra coerente della stampa israeliana per molti anni.

*Steve Brown è autore di “Iraq: the Road to War” (Sourcewatch) editore di “Bush Administration War Crimes in Iraq” (Sourcewatch) “Trump’s Limited Hangout” e “Federal Reserve: affidamento in outsourcing del sistema monetario al Money Trust Oligarchi dal 1913 ”; Steve è un attivista contro la guerra, uno studioso pubblicato sul sistema monetario americano ed è apparso come collaboratore ospite di The Duran, Fort Russ News, Herland Report, The Ron Paul Institute e Strategika.

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Luciano Lago

3 Commenti

  • Graaf
    22 Novembre 2019

    Israele e’ uno stato canaglia ,35 e piu nazioni del Mondo non lo riconoscono , ergo non esiste e’ un entita’ astratta un Nome geografico ma non un Nome di nazione riconosciuta da tutti , bisogna fare come fecero I Romani con Cartagine quando LA spianarano e ci sparsero sopra il sale , solo I nostri governi che sono solo una masnada di criminali papponi lazzaroni di vili traditori lecchini possono riconoscere uno stato come Israel’s che se ne infischia di tutte le direttive le risoluzioni e le condanne dell’ONu , I nostri politici Appena gli prospetta l’occasione si precipitano come dei poppy a scondizolare dal Padrone ebreo servilita’ canine effusioni da quadrupedi ,vergognosi ! L’ultimo il sinsaco di Biella veramente vomitevole vedere come un primo cittadino possa cambiare idea cosi’ dall’oggi al domani sull’ebrea segre LA buguarda che rifiuta I’ll cotraddittorio con I negazionisti segno lampante di Colpevolezza gli ebrei sanno di mentire e’ per questo che fanno scattare le Manette per chi cerca di indagare per chi cerca di scoprire LA verita’ ,le donnine agli angoli delle strade hanno piu dignita’ di Quel Giuda e voltagabvana di sindaco

    • SEPP
      24 Novembre 2019

      Alt, israele fa parte della comunita’ europea. I russi, come nella guerra fredda sono intervenuti per riprendere quello che avevano momentaneamente lasciato, li’ giocano al poliziotto buono e a quello cattivo, USSR e USA. Non muoiono gli innominabili, anzi quelli non li bombardano, li prendono vivi perche’ le loro vite sono piu’ sacre di un normale russo o americano.

  • G. De Benzi
    22 Novembre 2019

    Con LA palla Dell olocausto gli ebrei si son creati e inventati l’alibi perfetto per poter sfuggire da ogni responsabilita’ e’ LA parola magica che impedisce un sano e civile confronto digitate” faurisson e Celine difronte alla menzogna del secolo” da far leggere alla segre chiedendole gentilmente se ci puo descrivere ste benedette camere
    A gas , cosa che non fara’ mai non essendoci mai stata Messina camera a gas , e’ il ricatto eterno LA scusa l’alibi la spada di damocle per tenere gli sconfitti legati a delle colpe immaginarie cosi che gli ebrei e Israel’s possano commettere ogni atrocita’ godendo dell’impunibilita’ e dell’invulnerabilita’che gli da LA menzogna Della Shoah il talismano magico il feticcio da sventolarci addosso di continuo da nausearci , un ebreo onesto paul rassinier c’ha pure scritto un libro ” LA Menzogna d’Ulisse “

Inserisci un Commento

*

code