La guerra alla disobbedienza

di Caitlin Johnstone

Quindi si scopre che l’IDF ha gestito un canale Telegram con film snuff fatti in casa in cui gli abitanti di Gaza vengono brutalmente assassinati dalle forze israeliane, con didascalie che celebrano il sangue e il dolore come “Bruciare la loro madre… Non crederai al video che abbiamo avuto! Puoi sentire le loro ossa scricchiolare.”

L’IDF aveva precedentemente negato qualsiasi associazione con il canale, ma Haaretz ora riferisce che era gestito direttamente da un’unità di guerra psicologica dell’IDF.

Questa è una di quelle tante, tante volte in cui Israele è così orribile che all’inizio non sei sicuro di cosa stai guardando. Pensi di aver interpretato male il rapporto. Poi lo leggi di nuovo e dici “Oh wow, è MOLTO peggio di quanto avrei immaginato.”

Per quanto negativo pensiate che sia Israele, potete sempre essere sicuri che in seguito verranno fuori informazioni che dimostreranno che è ancora peggio.

Tucker Carlson a Mosca

Tucker Carlson è stato avvistato a Mosca , facendo ipotizzare che sia lì per intervistare il presidente Vladimir Putin, e i commentatori liberali stanno impazzendo al riguardo.

Non esiste alcuna base valida perché gli occidentali si oppongano al fatto che Putin venga intervistato da un esperto occidentale. Non esiste alcuna base morale perché i funzionari israeliani hanno avuto libero accesso alla stampa occidentale estremamente comprensiva durante i quattro mesi di gestione di un genocidio attivo.

Non vi è alcuna base per sostenere che ciò danneggi gli interessi informativi degli Stati Uniti, perché ciò equivarrebbe ad ammettere che gli interessi informativi degli Stati Uniti dipendono dal nascondere al pubblico informazioni su questioni basilari come ciò che un leader straniero pensa delle proprie azioni, e in sostanza riconoscere che l’opinione pubblica occidentale si suppone che i media funzionino come servizi di propaganda per le agenzie militari e di intelligence statunitensi.

Ogni possibile obiezione è anche una confessione su cosa siano realmente l’impero americano e i suoi media.

Bombardieri USA B-1 Lancer utilizzati contro l’Iraq e la Siria

Sanità americana no, bombardamenti sì
Americani: assistenza sanitaria per favore

Governo americano: Scusa, hai detto di bombardare la Siria, l’Iraq e lo Yemen per facilitare un genocidio attivo?

Americani: no, assistenza sanitaria

Governo americano: Va bene, fate un duro patto, ma andiamo a bombardare la Siria, l’Iraq e lo Yemen per facilitare un genocidio attivo.

Dominio, non conflitto

Biden tecnicamente non mente quando dice che gli Stati Uniti non cercano il conflitto in Medio Oriente. Gli Stati Uniti cercano il DOMINIO in Medio Oriente e preferirebbero ricevere quel dominio volontariamente da soggetti sottomessi. Solo quando i mediorientali rifiutano di sottomettersi nasce il conflitto.

Gli Stati Uniti non hanno mai fatto nulla di buono per il Medio Oriente. Tutto quello che hanno portato nella regione è una serie di operazioni militari omicide e l’operazione militare omicida senza sosta che è lo stato di Israele.

Creare una serie di basi militari in paesi dall’altra parte del pianeta e poi entrare in guerra con chiunque cerchi di cacciarle è praticamente l’esatto opposto di come verrebbe utilizzato un esercito sano ed etico.

La stessa guerra, ovunque

La politica estera degli Stati Uniti è essenzialmente una grande e lunga guerra contro la disobbedienza. Bombardare, cambiare regime, affamare e destabilizzare qualsiasi popolazione in qualsiasi parte della terra che osi insistere sulla propria sovranità invece di lasciarsi assorbire nelle pieghe dell’impero globale.

In diverse parti la chiamano guerra Israele-Hamas, guerra in Iraq, guerra al terrorismo, ma in realtà è tutta la stessa guerra: la guerra alla disobbedienza. Una lunga operazione per brutalizzare la popolazione mondiale costringendola all’obbedienza e alla sottomissione, anno dopo anno, decennio dopo decennio.

Quando si tratta di Israele, la differenza principale tra liberali e conservatori è che i conservatori sostengono Israele perché gli piace quando i musulmani vengono assassinati, mentre i liberali sostengono Israele perché borbotta borbottano qualcosa qualcosa antisemitismo Israele ha il diritto di difendersi ma noi nutriamo serie preoccupazioni al riguardo l’umanitario EHI GUARDA LÀ È TRUMP!

Internet ha denunciato il genocidio

Se il genocidio di Gaza fosse avvenuto prima dell’avvento di Internet, sarebbe stata una questione marginale di cui quasi nessuno era a conoscenza. La stampa occidentale sarebbe stata in grado di farla franca con un numero esponenziale di insabbiamenti dei crimini israeliani, i politici occidentali sarebbero stati in grado di farla franca con molte più bugie su ciò che sta realmente accadendo, i funzionari israeliani sarebbero stati molto meno attenti alle loro dichiarazioni. di intenti genocidari nei loro stessi media, e l’IDF sarebbe stato molto più palese ed evidente riguardo alla sua campagna di sterminio.

È solo perché le persone normali riescono a vedere ciò che sta realmente accadendo che questo problema è soggetto a proteste e condanne a livello mondiale che hanno messo l’impero sulla difensiva.

La classe politico/mediatica non fa mai la cosa giusta perché lo vuole, fa la cosa giusta quando è costretta a farlo da normali esseri umani con una coscienza sana. Il destino dell’umanità dipende dalla capacità delle persone comuni di far circolare liberamente la verità.
La politica estera degli Stati Uniti equivale a bombardare, cambiare regime, affamare e destabilizzare qualsiasi popolazione in qualsiasi parte della Terra che osi insistere sulla propria sovranità.

Fonte: Consortium News

Traduzione: Luciano Lago

2 commenti su “La guerra alla disobbedienza

  1. Gli ufficiali israeliani si rendono conto che stanno uccidendo i civili questo è indegno per un soldato ,possono opporsi ai politici altrimenti sono come i nazisti.

  2. Basta con questi nazisti, per favore. A furia di gridare al lupo al lupo poi viene davvero. Lasciate stare i fantasmi del passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM