La guardia costiera avvista la formazione di navi da guerra cinesi e russe al largo dell’Alaska

L’esercito americano ha rivelato lunedì che all’inizio di questo mese una nave della guardia costiera statunitense si era imbarcato in una nave per una pattuglia di routine nel mare di Bering e il suo equipaggio è stato sorpreso di imbattersi in un incrociatore missilistico guidato della marina cinese dell’EPL.

Ma più raro e inaspettato è avvenuto che la Guardia Costiera scoperto presto che la nave cinese non era sola mentre navigava al largo delle coste dell’Alaska, ma era accompagnata da altre due navi militari cinesi e quattro navi della marina russa, incluso un cacciatorpediniere . Il gruppo di pattuglia cinese-russo è stato descritto come “in formazione unica”.

La Guardia Costiera nel rilasciare una foto dell’incontro ha dichiarato : “L’equipaggio del cutter Kimball della Guardia Costiera, durante una pattuglia di routine nel Mare di Bering, ha incontrato un incrociatore missilistico guidato della Repubblica popolare cinese, Renhai CG 101, che navigava a circa 75 miglia nautiche a nord dell’isola di Kiska , Alaska, il 19 settembre 2022.”

Secondo maggiori dettagli dalla Guardia Costiera e riportati dall’Associated Press :

La Kimball, con sede a Honolulu, una nave di 418 piedi, ha osservato mentre le navi rompevano la formazione e si disperdevano . Un C-130 Hercules ha fornito supporto aereo per il Kimball dalla stazione della Guardia Costiera a Kodiak.

“Mentre la formazione ha operato in conformità con le regole e le norme internazionali, incontreremo unità navali con presenza per garantire che non ci siano interruzioni agli interessi degli Stati Uniti nell’ambiente marittimo intorno all’Alaska”, ha affermato il comandante del distretto della guardia costiera del 17° ammiraglio Nathan Moore.

Il riferimento alla strategia di pattugliamento in “presenza con avvistamento” è un metodo per dissuadere tali navi straniere nemiche dall’avvicinarsi alle acque statunitensi mantenendo frequenti attività di pattugliamento navale e della guardia costiera.

Quest’ultimo incidente segue qualcosa di simile un anno fa, quando nel settembre 2021 navi cinesi furono avvistate da osservatori della Guardia Costiera a 50 miglia al largo delle Isole Aleutine. Le marine cinese e russa hanno anche intensificato l’attività coordinata nel Mar del Giappone e vicino alle isole giapponesi, quando Tokyo ha protestato come un’intrusione ingiustificata.
Originariamente pubblicato su ZeroHedge

Traduzione: Luciano Lago

4 Commenti
  • Aplu
    Inserito alle 17:48h, 28 Settembre Rispondi

    E’ chiaro che il Drago e l’Orso sono ben desti e stanno preparandosi ad ogni evenienza. E questo già da tempo. La gran prepotenza degli Americani è sgradita al mondo intero, e quelli che hanno visto all’orizzonte sono i segnali della propria brutta coscienza, visto che hanno torto marcio su tutta la linea….Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 02:42h, 29 Settembre Rispondi

    Le navi da guerra USA possono compire attentati TERRORISTICI contro Gasdotti Russi e UE !
    Gli USA possono invadere o minacciare il territorio marittimo Cinese o di qualsiasi altra nazione al mondo !
    Una Nave Cinese da guerra non può transitare troppo vicina al confine USA ?

  • antonio
    Inserito alle 10:01h, 29 Settembre Rispondi

    riuscirà l’ Oriente Unito a deNazificare l’ Occidente da Lady Slavery – the Queen of Opium anid Famine ?

  • Aplu
    Inserito alle 12:48h, 29 Settembre Rispondi

    All’insegna che la Storia non insegna mai niente! Si ripetono pari pari le stesse azioni da millenni. La testa di Biden e dei suoi compari serve loro solo per tenere staccate le orecchie l’una dall’altra.

Inserisci un Commento