"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La grande strategia della Russia per l’Eurasia sta funzionando

Negli ultimi tre anni, Mosca è riuscita a bloccare con successo gli attacchi politici ed economici di Washington, espandendo rapidamente le sue relazioni bilaterali con quasi tutti i suoi principali vicini regionali. La sua posizione strategica geografica ne ha notevolmente beneficiato e la Russia, come centro di potere globale, si è spostata sempre di più verso est.

Dmitry Trenin (sì, il direttore del Centro di Mosca di Carnegie-nessuno è perfetto) ha recentemente scritto un pezzo molto perspicace sui “grandi progetti” della Russia per l’Eurasia. Mentre prende un approccio più sobrio alla questione, le sue osservazioni sul perché la Russia è così posizionata nel trarre vantaggio da un’Eurasia integrata, vale la pena di leggerle:

“La posizione geografica della Russia nel nord e nel centro del grande continente dell’Eurasia le permette e la obbliga ad avere una visione a 360 gradi del suo gigantesco vicinato, dalla Norvegia alla Corea del Nord e da Murmansk a Mumbai.
La Russia ha le due potenze del continente, l’UE e la Cina, come vicini diretti, e non ha bisogno di scegliere tra di loro.

La nuova grande strategia di Mosca è ancora in fase di gestazione. Si tratta di massimizzare i collegamenti con tutti, mettendo in primo luogo i propri interessi. Gestire un gran numero di partner molto diversi è difficile, ma non impossibile, come dimostra la recente esperienza di Mosca in Medio Oriente.

Eurasia Mappa

Mantenere le relazioni con la Cina con un modo uniforme sarà un compito importante nel lungo termine. Creare un nuovo ordine regionale con Cina, con l’India, l’Iran, la Turchia e altri neppure sarà tanto facile. Tuttavia, l’Unione europea e l’Ucraina sono anche loro parte della Grande Eurasia e la missione non sarà realizzata prima che l’Europa e la Russia raggiungano un nuov standard di normalità basato sull’empatia nei confronti delle proprie diversità”.

La Siria è quello scenario che crea l’ epoca del punto di svolta . Mosca è riuscita a coordinare con successo un fronte diplomatico e militare unito contro Washington ed i sui stati clienti. Non si può più scartare il fatto che la Russia promuove un ordine mondiale multipolare. In concreto questo è già arrivato.

Fonte: Russia Insider

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code