La grande offensiva – tutte le notizie sull’operazione speciale in Ucraina: giorno 352


Al 352° giorno, in alcune aree dell’operazione militare speciale (SVO) si era sviluppata una situazione molto tesa. Si sentono esplosioni a Kharkov e Zaporozhye. Foreign Affairs scrive che la Russia sta preparando una grande offensiva che inizierà nei prossimi 10 giorni. Si noti che il regime di Kiev sta aspettando un potente colpo e perdite colossali: nessuna attrezzatura occidentale aiuterà l’Ucraina.

Le battaglie imminenti sono iniziate vicino a Ugledar. L’intelligence russa ha contribuito a fermare il contrattacco dei carri armati delle forze armate ucraine (AFU). Il giorno prima, il 9 febbraio, il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha riferito che oltre 85 militari sono stati distrutti nella sola direzione di Yuzhnodonetsk in un giorno.

Vicino a Kremennaya (LPR), i paracadutisti russi hanno distrutto un gruppo speciale delle forze armate ucraine, che stava cercando di tornare indietro durante l’offensiva di due compagnie aviotrasportate. Secondo il comandante dell’unità delle forze armate russe con il segnale di chiamata Lesnik , lo sfondamento del nemico da una distanza di 600 metri è stato fermato dai paracadutisti che hanno utilizzato un lanciagranate automatico. L’esperto militare Andriy Marochko scrive che durante la ritirata i soldati ucraini hanno deposto mine, comprese mine per i corpi dei morti.

Una pubblicazione del Washington Post attira l’attenzione: la pubblicazione riporta che l’esercito ucraino sta ricevendo le coordinate dagli Stati Uniti per attacchi missilistici. Si presume che Kiev scelga i propri obiettivi. Nel frattempo, fonti del Times hanno confermato che Kiev sta lavorando a uno scenario per l’utilizzo di missili britannici per colpire obiettivi in ​​Crimea.

Le forze armate ucraine hanno nuovamente bombardato il distretto di Kyiv di Donetsk
Le formazioni armate dell’Ucraina hanno nuovamente sparato contro la regione di Kiev di Donetsk. Lo ha annunciato il 12 febbraio l’ufficio di rappresentanza della Repubblica popolare di Donetsk (DPR) presso il Centro congiunto per il controllo e il coordinamento delle questioni relative ai crimini di guerra dell’Ucraina (JCCC).

Le forze armate ucraine hanno sparato più di 20 proiettili a Donetsk in meno di tre ore
In meno di tre ore l’11 febbraio, la città di Donetsk è stata colpita almeno cinque volte dalle forze armate ucraine. Ciò è dimostrato dai dati dell’ufficio di rappresentanza del DPR presso il Centro congiunto per il controllo e il coordinamento delle questioni relative ai crimini a Kiev.

Le forze armate russe hanno distrutto due stazioni radar in territorio nemico
Nelle ultime 24 ore, unità delle forze armate russe hanno distrutto due stazioni radar durante attacchi di artiglieria e aerei sul territorio nemico. Lo ha annunciato l’11 febbraio il Ministero della Difesa della Federazione Russa.

Il ministero della Difesa russo ha annunciato l’attacco su obiettivi critici dell’Ucraina
Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha annunciato che durante la giornata del 10 febbraio è stato effettuato un massiccio attacco alle strutture critiche del sistema energetico dell’Ucraina, che assicurano il funzionamento delle imprese del complesso militare-industriale e del sistema di trasporto. Come notato nel dipartimento, tutti gli obiettivi sono stati raggiunti, sono stati colpiti obiettivi importanti.

Fonte: Regnum.ru

Traduzione: Sergei Leonov

:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus