La Gran Bretagna non esclude l’invio di truppe NATO in Ucraina

Colonnello Bretton-Gordon: la NATO può inviare truppe in Ucraina
Londra , 4 gennaio 2024, IA Regnum. Le truppe della NATO potrebbero apparire in Ucraina se dovessero sorgere problemi ancora maggiori per le forze armate ucraine al fronte, ha detto in un’intervista a TalkTV il colonnello in pensione delle forze armate britanniche Hamish de Bretton-Gordon .
“L’Occidente ha fatto di tutto tranne inviare le sue truppe. È possibile che se la Russia inizierà a fare seri progressi, la NATO e gli alleati occidentali come l’Australia dovranno riconsiderare la loro posizione”, ha suggerito.
Secondo un ufficiale britannico in pensione, se le cose in Ucraina non andassero secondo i piani, nei prossimi anni la NATO potrebbe entrare in un conflitto militare con la Russia.

Come riportato da Regnum , anche l’ex analista della Central Intelligence Agency Ray McGovern ha ammesso che la NATO venga sollecitata a inviare truppe in Ucraina. La ragione potrebbe essere un ipotetico attacco della Russia contro uno dei membri dell’Alleanza del Nord Atlantico. A questo proposito gli Stati Uniti potrebbero tentare una provocazione sul territorio della Polonia o dei paesi baltici, ha detto.

Se la Russia sconfigge l’Ucraina, la NATO dovrà combattere contro una Mosca ancora più forte, ha affermato il colonnello dell’esercito americano Eugene Vindman . È in gioco l’autorità dell’alleanza, la questione deve essere chiusa, ha aggiunto il militare.

Nota: Hanno fatto di tutto per provocare una guerra in Europa ed adesso si iniziano a scoprire i piani della Nato di attacco alla Russia. La guerra per procura diventa guerra diretta con tutte le conseguenze.

Fonte: Regnum.ru

Traduzione: Sergei Leonov

11 commenti su “La Gran Bretagna non esclude l’invio di truppe NATO in Ucraina

  1. Queste persone devono occuparsi dei problemi dei loro paesi lavoro, cultura,scienza, scuola,sanità, sono stupidi e gli stupidi restano stupidi a vita.

  2. Credo che messaggi come questo provochino la diarrea in tutti i militari NATO. Da quel che vedo io nessuno da queste parti ha voglia di “mostrare il petto” alle termobariche russe. Vadano avanti generali e politici mercenari se vogliono…e i loro padroni sionisti.

  3. Di fatto, e alla chetichella, già ora in Ucraina sono presenti un buon numero di mercenari, tecnici, consiglieri militari e presunti strateghi occidentali, inglesi e americani, e molti di loro sono tornati a casa dentro ai soliti sacchi neri … evidentemente non ne hanno ancora abbastanza !

  4. Politivi e generali russi devono interiorizzare che questa guerra finirà solo quando i soci della ditta Rotschild & Co. tireranno le cuoia. Sono loro i burattinai e loro devono essere l’ obiettivo. Suggerirei un kinzal per ogni famiglia oligarchica …

  5. Gli anglosassoni sono proprio incompetenti e idioti. Non sanno ancora che hanno perso la conquista del Pianeta. Continuano con le loro ossessioni da 4 soldi, illudendosi che stavolta andrà bene.
    Sono inferiori rispetto a tante altre popolazioni, quindi è invitabile che soccombano, con le buone o le cattive maniere.
    Possono programmare e attuare i loro vecchi e superati trucchi di provocazioni, MA ALL’EST HANNO LE BOMBE PIù GROSSE.
    Auguri di un triste tramonto. Ha ha ha ha ha ha!

    1. Come sappiamo usa, albionici e ebrei non hanno né un etica né scrupoli, quindi, annusando la sconfitta sui campi di battaglia diventeranno ancora piùpericolosi e gli atti di terrorismo, gli omicidi e le distruzioni aumenteranno esponenzialmente …

      Affermo da tempo che sarebbe necessaria una solida allenza militare con tanto di trattato formale fra le Potenze Libere (Russia, iran, Cina) che le impegni a fare fronte comune, con le armi, contrapponendosi alla nato e all’aikus (la nato asiatica), così potrebbero difendere in modo effiiciente anche i paesi aggrediti, anzi, la loro minaccia militare – perché avrebbero la superiorità per moltissimi sistemi d’arna e anche in campo nucleare – sconsiglierebbe agli sciacalli dell’impero del male di scatenare altre aggressioni.

      Cari saluti

  6. Gli inglesi dicono che deve essere la nato ad intervenire in Ucraina, gli americani pure, ma perché non ci provano loro?

  7. Mi domando se questo signore abbia davvero il polso della situazione. La nato di fatto sì trova già in Ucraina con tutto l’arsenale delle sue “favolose” armi, e cosa ha concluso? Niente. Cosa gli fa pensare che un coinvolgimento ancora maggiore della nato possa cambiare l’esito della guerra? È ancora, cosa crede che l’esercito russo scapperà a gambe levate nel malugurato caso che quello che lui dice si avvererà? L’esercito ucraino sta pezzi non è una novità per nessuno e se la nato non ha fatto nulla per salvarlo finora non lo farà da ora in poi, la paura di perdere è troppo grande e concreta checché lui dica. Io al contrario penso che a cercare una via d’uscita, nonostante i proclami di guerra, sarà proprio l’occidente. L’alternativa sarà quella di affrontare veramente, prima o poi, un esercito enormemente più armato e motivato che può davvero infliggere ferite mortali e non esisterà a farlo se costretto. Qualcuno in occidente l’ha capito, ma non il signor generale in pensione a quanto pare

  8. Non bisogna dare molto credito a quanto dicono i vari generali e colonnelli in pensione. Infatti se sono in pensione vuol dire che sono inabili al servizio per evidente demenza senile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM