La Gran Bretagna chiede pubblicamente alla NATO di entrare in guerra a fianco dell’Ucraina

La “battaglia delle battaglie” è iniziata: gli inglesi hanno avvertito Kiev che li aspetta una sconfitta completa.

L’esercito della Repubblica di Donetsk ha annunciato che circa 50 marines ucraini – guidati dal comandante della 36a brigata speciale dei marines, Vladimir Baranjuk – avevano tentato di fuggire dalla zona di Mariupol.
La sortita è fallita e la maggior parte degli ucraini sono morti.
Tra loro c’è il colonnello Baranjuk. Aveva con sé i suoi effetti personali e le sue armi.
Subito dopo il fiasco della tentata sortita con sfondamento, 42 marines ucraini si sono arresi, deponendo le armi.

A tal proposito, i combattimenti infuriano a sud e sud-est della grande città di Kharkov.

L’esercito della Repubblica di Lugansk sta per sconfiggere la guarnigione ucraina a difesa della ben fortificata Popasnuja.
La sua caduta apre ulteriori opportunità per l’esercito NRL di attaccare Lisichansk e Severodonetsk.

L’aviazione russa e l’artiglieria DNR in gran parte “arano” posizioni fortificate ucraine intorno a Kramatorsk, una città di medie dimensioni che potrebbe ripetere il destino di Mariupol poiché il comando ucraino del “Fronte del Donbass” si trova lì asseragliato.
Il “trattamento” della periferia di Kramatorsk potrebbe essere un segno che l’attacco russo al “fronte del Donbass” ucraino sta davvero iniziando.

In ogni caso, i russi hanno completato il concentramento di truppe ed equipaggiamento militare per questa “battaglia delle battaglie” in cui gli ucraini non avranno l’aviazione a sostenerli.

La difesa aerea russa ha abbattuto due caccia ucraini MiG-29 nella regione di Kharkiv. Non lontano dagli insediamenti di Fyodorovka e Plant.

In precedenza, la difesa aerea russa ha abbattuto un aereo cargo vicino a Odessa, che trasportava armi dalla Romania, con cui l’Occidente sta aiutando il regime di Kiev.
I burattini occidentali a Kiev non stanno messi bene, lo sanno già a Londra, quindi la Gran Bretagna chiede pubblicamente alla NATO di entrare in guerra a fianco dell’Ucraina.

In particolare, chiedono all’Alleanza di “intervenire militarmente”. Con un avvertimento aperto: “Altrimenti l’Ucraina subirà una sconfitta”.

Istruttori britannici in Ucraina

Il London Guardian sottolinea addirittura: “Se rimane così, la NATO osserverà passivamente lo smembramento dell’Ucraina.

Altri media occidentali riferiscono che istruttori ucraini si recheranno nei paesi della NATO nell’Europa orientale per addestrarsi all’uso di nuovi sistemi come obici e radar anti-batteria.

Il Times ha riferito che membri del servizio aereo speciale delle forze armate britanniche sono tornati in Ucraina per addestrare il suo personale militare.

L’Ucraina è attualmente armata da 25 paesi, 21 dei quali sono membri della NATO.

Fonte: Reseau International

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM