La Germania rischia di perdere un ruolo speciale nelle relazioni della Russia con l’Occidente

La coalizione tedesca sperimenta una spaccatura alla vigilia di colloqui cruciali con Mosca
l ministro degli Esteri tedesco Annalena Berbock sta effettuando le sue prime visite all’estero a Kiev e Mosca. Le visite si svolgeranno sullo sfondo dei colloqui della Russia con gli Stati Uniti e con la NATO e delle accuse di preparativi per una “invasione russa” dell’Ucraina. In che modo l’oppositore attivo del Nord Stream 2 parlerà con la Russia e Berlino oserà assumere un ruolo indipendente nella creazione di una nuova architettura di sicurezza in Europa?

Il giorno prima, il ministro degli Esteri tedesco Annalena Berbock ha affermato che Berlino desidera un rapporto significativo con la Russia. “Durante i miei colloqui a Mosca sarà importante per me chiarire la mia posizione. Il nuovo governo federale vuole relazioni sostanziali e stabili con la Russia. L’elenco degli argomenti di conflitto di cui dobbiamo parlare è lungo”, ha affermato il diplomatico.

Tuttavia, prima della visita del 18 gennaio è a Mosca, dove Berbock dovrebbe avere colloqui con Sergey Lavrov, il ministro degli Esteri tedesco arriverà a Kiev. Lunedì incontrerà il presidente Volodymyr Zelenski e il suo omologo Dmytro Kuleba. Gli incontri discuteranno della situazione nel Donbas, delle tensioni sul confine russo-ucraino e delle relazioni bilaterali, ha riferito TASS.

Pochi giorni prima Berbock aveva affermato che “il rafforzamento del ruolo dell’Europa nel mondo richiede, più che la gestione delle crisi attuali, anche la necessità di strategie e pianificazione a lungo termine”, e quindi “stiamo lavorando all’interno dell’Unione Europea su una cosiddetta strategia bussola, di cui parleremo in dettaglio con i ministri della Difesa”.

“Questa bussola strategica ha lo scopo di mostrare all’UE e ai suoi Stati membri una chiara direzione per la futura politica di sicurezza. In relazione ad attori autocratici come Russia e Cina in particolare, è importante: se l’Europa segue un corso comune e agisce come tale, è un peso massimo, ma se agisce in modo disgiunto, lotta nella sua classe di peso”, – ha aggiunto .

Da parte sua, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, dopo aver incontrato il primo ministro olandese Mark Rutte a Berlino, ha sottolineato l’importanza di continuare a utilizzare tutti i canali negoziali con Mosca, ha riferito Deutsche Welle. Scholz ha anche chiesto di “aprire prospettive all’Europa per costruire un’architettura di sicurezza comune con la Russia”. “Vogliamo una sicurezza congiunta, questo include necessariamente l’integrità territoriale degli stati”, ha affermato.

In particolare, nel giugno dello scorso anno, l’allora cancelliera tedesca Angela Merkel, prima di incontrare il presidente francese Emmanuel Macron, ha anche sottolineato che il dialogo con Mosca era necessario per costruire un’architettura di sicurezza in Europa.

“La Russia è una grande sfida per noi, ma anche un grande vicino continentale dell’Unione Europea, dobbiamo assicurarci di aver eliminato tutte le minacce ibride, ma d’altra parte abbiamo un grande interesse da parte dell’UE. Se vogliamo sicurezza e stabilità nell’UE, dobbiamo rimanere in dialogo con la Russia, non importa quanto sia difficile”, – ha sottolineato il leader tedesco.

Inoltre, l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schröder ha anche chiesto di “prendere sul serio gli interessi di sicurezza della Russia, almeno più seriamente di quanto non siano stati presi in considerazione finora”. Pertanto, l‘idea di una “architettura di sicurezza comune” ha radici di lunga data per le élite politiche tedesche di oggi.

“Soprattutto, le attuali visite del ministro degli Esteri tedesco a Kiev ea Mosca indicano l’intenzione della Germania di rilanciare il “quartetto Normandia”. L’obiettivo principale della signora Berbock è convincere la Russia e l’Ucraina a sedersi di nuovo al tavolo dei negoziati. Ma qui ci sono una serie di difficoltà”, – ha affermato l’analista politico tedesco Alexander Rahr.

Parlamento tedesco

“La Russia vorrebbe vedere in Germania un vero arbitro che non solo critichi Mosca, ma sia anche in grado di fare pressione su Kiev che viola gli accordi di Minsk. Tuttavia, è improbabile che Berbock opti per questo, perché il nuovo governo ha fissato il sostegno all’Ucraina nel suo programma. Quindi non ci si dovrebbe aspettare che i negoziati imminenti portino a un cambiamento in questo senso”, ha lamentato l’esperto.

“Inoltre, la stampa tedesca è stata letteralmente isterica negli ultimi giorni sul fatto che la Russia avrebbe creato tensioni al confine con l’Ucraina. Quindi ci sono richieste per punirla in ogni modo possibile chiudendo il Nord Stream 2 e così via. Su questo sfondo si sta esercitando una forte pressione sui politici tedeschi”, – ha affermato l’analista politico. Ha anche ricordato che la questione del Nord Stream-2 sta ancora dividendo il governo tedesco.
L’informazione è confermata anche dai media stranieri. In particolare, secondo il Financial Times, “il tubo russo alimenta una spaccatura nella coalizione tedesca tra le tensioni in Ucraina”, con questi disaccordi che indeboliscono la posizione della Germania nell’Unione Europea.

“Se Berbock mostra durezza difendendo deliberatamente la posizione dell’Ucraina, Lavrov semplicemente non le parlerà: prenderanno il tè e si separeranno. Inoltre, va tenuto presente che oggi ricorre l’anniversario del ritorno di Navalny in Russia. Probabilmente, Berbok ne parlerà ai colloqui di Mosca, il che restringe anche la finestra per la normalizzazione delle relazioni”, ha suggerito Rahr.

“Pertanto, mi aspetto alcuni passi pragmatici e comprensione dall’incontro Scholz-Putin piuttosto che dalla visita di Berbock in Russia. Probabilmente utilizzerà l’incontro per migliorare la sua immagine, perché non ha un punteggio molto alto in Germania. Ha bisogno di dimostrare che sa girare e criticare Mosca. La stampa tedesca sarà lieta delle sue dichiarazioni anti-russe”, ha aggiunto l’interlocutore.

Detto questo, secondo Rahr, sarebbe l’ideale per la Russia se la Germania assumesse effettivamente il ruolo di arbitro o mediatore nelle relazioni tra Russia e Stati Uniti, svolgendo il proprio ruolo speciale nella questione. “Allora Berlino potrebbe normalizzare i rapporti con Mosca e allontanarsi dalle posizioni filoamericane. Ma finora non c’è stato alcun movimento per questo. La Germania mantiene ancora una rotta transatlantica in politica estera”, osserva.

Cambio della guardia a Berlino

“Il nuovo governo tedesco sta davvero cercando di preservare il ruolo guida della Germania all’interno del formato Normandia. Guarda caso, la Merkel era alle sue origini e rimane un’area importante della politica estera tedesca. Pertanto, le relazioni della Germania con l’Ucraina e la Russia sono importanti, così come le questioni di sicurezza europea”, – concorda Andrei Kortunov, direttore generale del Consiglio russo per gli affari esteri (RIAC).

Il tipo di “bagaglio” con cui Berbok viene a Mosca dipende in gran parte dalla sua visita a Kiev. “Ci saranno progressi sugli accordi di Minsk data la situazione attuale e in che misura Kiev è pronta ad attuare le decisioni prese all’ultimo vertice del quartetto in Normandia nel dicembre 2019? Finora non c’è chiarezza su questo”, ritiene l’analista politico. –

Inoltre, come sostenitrice dei diritti umani, Berbok potrebbe avere le sue domande sulla politica linguistica e sul rispetto dei diritti umani in Ucraina”.

“Pertanto, penso che Berbok solleciterà la parte russa a riprendere i lavori del formato Normandia e possibilmente proporre una riunione ministeriale o un vertice. Ma la domanda per la Russia è se acconsentirà a questa proposta, dato che le decisioni del precedente vertice non sono state pienamente attuate, per usare un eufemismo”, – ha osservato Kortunov.

E poiché la Germania svolge un ruolo speciale in Europa, la Russia dovrà puntare su di essa in un modo o nell’altro, anche nel quadro dei negoziati sulle garanzie di sicurezza.

“Essenzialmente non c’è nessun altro con cui parlare in Europa in questo momento: Emmanuel Macron sta affrontando una dura rielezione, quindi tutta la sua attenzione è concentrata sui problemi interni della Francia, e la Gran Bretagna ha lasciato l’Ue”, – ha spiegato l’interlocutore.

La domanda principale è se la Germania sia pronta a fare proposte che differiscano dalla posizione americana. Un tempo Frank-Walter Steinmeier propose di riavviare il dialogo sul controllo degli armamenti convenzionali in Europa, cosa che suscitò un certo interesse a Mosca. Ma fino a che punto Berbock è pronto a fissare la posizione tedesca al di là di quanto abbiamo sentito dagli Stati Uniti e dalla NATO a Ginevra ea Bruxelles? Non dobbiamo dimenticare che è una persona imprevedibile e con le sue opinioni sulla sicurezza europea”, ha concluso Kortunov.

Fonte: New Front/Vzglyad

Traduzione: Luciano Lago

8 Commenti
  • Farouq
    Inserito alle 18:15h, 17 Gennaio Rispondi

    È evidente che quella ragazza ministro tedesca ha in tasca la lista degli ordini che deve eseguire, stilata ovviamente dal potere oscuro mondiale, è troppo entusiasta per essere sincera, american style cioè falsi individui

  • Farouq
    Inserito alle 18:22h, 17 Gennaio Rispondi

    Aggiungo che questi rampanti entusiasti hanno rotto un po’ il ca.., se prima facevano colpo sulla massa oggi appaiono fosforescenti e noiosi, fine di un’poca

  • Pietro
    Inserito alle 20:11h, 17 Gennaio Rispondi

    i giornali tedeschi , come quelli itagliani, sono agli ordini degli angloamericani, leggetevi il libro di udo ulfkotte per capire.

    • Pietro
      Inserito alle 20:13h, 17 Gennaio Rispondi

      il titolo è : giornalisti comprati.

  • Manente
    Inserito alle 21:56h, 17 Gennaio Rispondi

    Questa signora Berbock è una specie di Boldrina in formato tedesco, una serva della cabala atlantista meno ripugnante di quella nostrana, ma ugualmente pericolosa. Le tragedie dei popoli si verificano quando dei soggetti ignoranti, mentalmente disturbati ed in totale malafede riescono ad arrivare al potere.

  • LN 2
    Inserito alle 23:42h, 17 Gennaio Rispondi

    I grunen sono dei venduti schifosi, come gli ex Lotta Continua da noi.

    • Giorgio
      Inserito alle 08:09h, 18 Gennaio Rispondi

      Che infatti sono diventati iper liberisti e berlusconiani ……..

  • antonio
    Inserito alle 07:07h, 18 Gennaio Rispondi

    solo una alleanza russo – tedesca salverà i tedeschi dalla servitù verso i truffa-yankee

Inserisci un Commento