La Germania introduce la sorveglianza dei “negazionisti Covid” e “anti-Vaxxer”

Tutti gli stati totalitari in una forma o nell’altra praticavano la criminalizzazione del dissenso. Ai nostri giorni, la Germania è davanti a tutte le democrazie.
Da quasi un anno la Germania demonizza chi dubita della correttezza delle “misure di emergenza Covid” o non accetta la versione ufficiale del Covid-19.

Ora la persecuzione dei dissidenti ha raggiunto un nuovo livello. Questo dissenso è ufficialmente chiamato “estremismo”. Il dipartimento per la protezione della costituzione – il “Bundesamt für Verfassungsschutz” – si occupa di queste persone “pericolose” per lo Stato. Svolge anche funzioni di controspionaggio.
Coloro che non sono d’accordo rientrano nella categoria dei sospettati di “antidemocrazia e / o delegittimazione dello Stato, minacciando la sicurezza”.
Ci sono molte di queste persone non solo in Germania, ma in tutto il mondo. Molte persone condividono informazioni sui social network, hanno amici e abbonati. Pertanto, la cerchia dei sospettati di “estremismo” sarà ampia.
In teoria, tutti possono essere sottoposti alla supervisione del controspionaggio. Non è uno scherzo. Chiunque non accetti il ​​culto del Covid-19 è sospettato. Sono equiparati a veri terroristi.

Manifestazione contro obbligo vaccini


Secondo politici e funzionari in Germania, coloro che non sono d’accordo con la linea ufficiale, sono indicti come “negazionisti Covid”, “teorici della cospirazione” e “oppositori del vaccino”, “hanno attaccato lo stato stesso, i suoi leader, gli affari, la stampa e il globalismo”. e “contestato le autorità civili”.
La demonizzazione sta guadagnando slancio. Il ministero dell’Interno tedesco ha spiegato che questi “estremisti incoraggiano i loro sostenitori a ignorare gli ordini ufficiali e a sfidare il monopolio statale sull’uso della forza”.
Ovviamente, la nuova guerra al terrore interno è una guerra globale ed è solo all’inizio. Viene attivamente introdotta un’ideologia totalitaria vigente e ogni dissenso viene criminalizzato. Questi sono metodi per intimidire le persone. Soprattutto, questi metodi funzionano!
Governi e media affermano che “le obiezioni alle autorità” saranno punite. Il disaccordo sarà considerato “pericoloso per la società”. Questo non è negoziabile e verrà rimosso dal campo delle informazioni. Qualsiasi deviazione dalla “realtà” ufficiale o disobbedienza alle “autorità civili” sarà qualificata come “estremismo”.


Nota: Involuzione autoritaria, Fusaro: davvero non capite cosa sta succedendo?

di Radio Radio TV – Alla luce di alcuni recenti fatti di cronaca, il filosofo Diego Fusaro parla apertamente di involuzione autoritaria. Parafrasando Primo Levi, possiamo davvero fare finta di nulla dinanzi alla palese riorganizzazione brutale e autoritaria di un potere – lo chiamo capitalismo terapeutico – che, sostenendo di volerci proteggere da un virus, limita fortemente le libertà fondamentali e i diritti previsti dalla Costituzione?
Possiamo davvero fare finta di niente dinanzi a soprusi come il TSO inflitto al ragazzo di Fano, reo di non aver voluto calzare la mascherina in classe? O dinanzi a gesti come quello che ha visto sequestrare, nei giorni scorsi, la torteria “ribelle” di Chivasso, colpevole di non essersi piegata alle norme sacralizzate del nuovo ordine terapeutico?
È fresca la notizia secondo cui, ad Aosta, sono stati indagati la deputata Sara Cunial e l’organizzatore della manifestazione conto il regime terapeutico a cui la stessa deputata stava partecipando. (……….)


Fonte: imolaoggi.it/2021/05/12/involuzione-autoritaria-fusaro/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM