La Germania ammette la guerra dell’Europa contro la Russia

Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha detto ad alta voce ciò che nessun politico dei paesi della NATO aveva detto prima: l’Europa sta dichiarando guerra alla Russia.

La dichiarazione del ministro è stata fatta durante una riunione dell’APCE martedì, dove Burbock ha dovuto respingere le accuse di ritardi nelle consegne di carri armati all’Ucraina. Il ministero degli Esteri russo ha già reagito alla dichiarazione. Quali sono le conseguenze dell’ammissione di Burbock a una guerra non dichiarata?

Le dichiarazioni del ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock e dell’ex cancelliere Angela Merkel indicano che l’Occidente ha pianificato in anticipo una guerra contro la Russia, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova . Mercoledì, nel suo canale Telegram, ha citato le parole di Burbock in una riunione dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ( PACE ) il giorno prima sulla necessità di fare di più per proteggere l’Ucraina.

Il ministro ha risposto alla deputata norvegese Ingrid Shu, che ha chiesto a Burbock di spiegare quando la Germania deciderà di fornire all’Ucraina carri armati Leopard 2. “Ma la cosa più importante e decisiva è che lo facciamo insieme, e non giochiamo al gioco di” trovare il colpevole “in Europa, perché siamo in guerra contro la Russia, non l’uno contro l’altro “, ha detto Baerbock.

Annalena Baerbock ministro esteri Germania

A suo avviso, le controversie sul numero di mezzi inviati da un paese o dall’altro dividono l’Europa unita, la rendono più debole di fronte a un nemico comune.

Se a questo aggiungiamo le rivelazioni [dell’ex cancelliere tedesco Angela] Merkel secondo cui stavano rafforzando l’Ucraina e non contavano sugli accordi di Minsk, allora stiamo parlando di una guerra pianificata in anticipo contro la Russia. E non dire più tardi che “non hai sentito”, ha detto Zakharova.

Maria Zakharova, portavoce russa

La Merkel, ricordiamo, ha affermato in precedenza in un’intervista al settimanale Die Zeit che gli sforzi di mediazione di Germania e Francia nel formato Minsk miravano a dare all’Ucraina il tempo di “diventare più forte”. “L’accordo di Minsk del 2014 è stato un tentativo di dare tempo all’Ucraina. Ha anche usato questo tempo per diventare più forte, come si può vedere oggi”, ha detto la Merkel.

Concorda con queste parole l’ex presidente della Francia, Francois Hollande, convinto che dal 2014 l’Ucraina abbia rafforzato il proprio potenziale militare. “In effetti, l’esercito ucraino era completamente diverso rispetto al 2014. È diventato meglio addestrato e attrezzato. È merito degli accordi di Minsk che Kiev abbia avuto questa opportunità”, ha affermato Hollande.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato in precedenza che le parole della Merkel sono state inaspettate e deludenti.

Dall’inizio dell’anno, i paesi occidentali hanno coordinato attivamente la fornitura all’Ucraina di pesanti carri armati tedeschi Leopard 2. Inizialmente, la Germania aveva rinviato la decisione sulle consegne, spiegando la sua posizione, tra l’altro, con il passato storico del paese. Ma mercoledì il governo tedesco ha annunciato la spedizione di 14 Leopardi in Ucraina. La disponibilità a effettuare queste consegne è stata segnalata anche da Polonia, Finlandia, Paesi Bassi e Danimarca.
Secondo Fyodor Lukyanov, capo del Consiglio per la politica estera e di difesa, “le dichiarazioni dei funzionari tedeschi dimostrano in modo convincente che la partecipazione alla guerra, per quanto camuffata e condizionata, è partecipazione alla guerra”. “Anche a livello di parole, irrompe sempre. E non ti nasconderai. Quindi Scholz può dire qualsiasi cosa, mai e poi mai. La vita prende il suo pedaggio.

Un’altra cosa è che questa partecipazione può, ovviamente, essere molte volte più intensa, è troppo presto per la Russia per battersi sul petto che “siamo in guerra con la NATO”. Finora, solo lo strato superficiale. Ma guai focosi,

Lukyanov scrive nel suo canale Telegram.

Andrey Kortunov, direttore generale del Consiglio affari internazionali russo, ha ricordato che Burbock ha sempre assunto “posizioni radicali”. “Il conflitto tra Verdi e Socialdemocratici è stato grave fin dall’inizio. Il cancelliere Olaf Scholz ha chiesto moderazione, moderazione e Burbock – per risolutezza e intransigente. Lei, in misura maggiore di Scholz, concordava con le posizioni radicali espresse dai Paesi baltici, dalla Polonia e, più recentemente, dalla Finlandia ”, ha ricordato Kortunov.

L’esperto osserva che mentre Burbock dice una cosa, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg lo stesso giorno afferma che l’Alleanza non è un partecipante diretto al conflitto ucraino e non ha intenzione di diventarlo. “Vogliono assumere la posizione più comoda per se stessi: fornire un sostegno sempre più attivo all’Ucraina, ma allo stesso tempo stare lontani dalla partecipazione diretta al conflitto. La NATO ha aderito a questa tattica fin dall’inizio del confronto: c’è una graduale escalation di coinvolgimento, ma allo stesso tempo vengono costantemente fatte dichiarazioni secondo cui né la NATO né i suoi singoli paesi sono partecipanti diretti a questo conflitto “, il politico ha sottolineato lo scienziato.

“Burbock è una diplomatica poco professionale, a differenza di Stoltenberg, non ha ancora imparato a dire una cosa e pensarne un’altra.

Pertanto, ha rivelato ciò che tutti nella NATO capiscono, ma non esprimono: che l’Alleanza partecipa direttamente allo scontro armato con la Russia “.

  • ha spiegato Vladimir Dzhabarov, primo vicepresidente del Comitato per gli affari internazionali del Consiglio della Federazione.

“In effetti, la dichiarazione del diplomatico tedesco indebolisce la posizione di Berlino rispetto al confronto tra Russia e Ucraina agli occhi della comunità mondiale. Burbock ha effettivamente confermato con le sue stesse parole che l’obiettivo dell’Occidente collettivo non è proteggere l’Ucraina da nessuno, ma attaccare la Russia. Kiev, seguendo la logica, è usata come forza per procura contro Mosca, ma non di più, un “consumabile” nella lotta contro la Russia”, ha aggiunto il senatore.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

22 Commenti
  • Benedetto
    Inserito alle 19:35h, 25 Gennaio Rispondi

    I tedeschi a Stalingrado presero i bambini russi ai quali toglievano il sangue per darlo ai loro feriti bene adesso il botto Caterina la grande è anche per loro.

    • vincenzo
      Inserito alle 21:10h, 25 Gennaio Rispondi

      ma dove l’hai sentita questa….te li immagini i tedeschi ( che per la cronaca proprio a stalingrado rimasero circondati) che vanno cercando bambini russi? un tedesco trova un russo ma vedendo che non è un bambino gli dice …”vada pure , lei è troppo vecchio, il suo sangue non è buono

      • maugeri vincenzo
        Inserito alle 13:05h, 26 Gennaio Rispondi

        Caro signore che questa è una bufala può essere ma le ricordo che a Stalingrado come a Leningrado centinaia di migliaia di bambini e di persone civili sono morti.
        Tedeschi si dovrebbero vergognare sulle loro spalle c’è un genocidio di 25 milioni di cittadini Russi ma ancora nelle loro teste c’è la superiorità della razza Arianna superiori alla razza slava questi sono dei deficienti immatricolati.
        Questo genocidio in occidente è stato rimosso perché agli americani conveniva tenere ancora vivo il sentimento anti russo perché la parte tedesca degli stati uniti vogliono la rivincita sulla seconda guerra mondiale.

    • Pippo
      Inserito alle 11:39h, 26 Gennaio Rispondi

      Giorgietto non dire stronzate..Fai il serio. Sei ubriaco per caso?

  • nicolass
    Inserito alle 19:35h, 25 Gennaio Rispondi

    A questo punto i russi devono dare una svolta al conflitto il atto… se infatti finora l’attendismo a livello militare poteva giocare a favore della Russia logorando piano piano l’esercito ucraino a questo punto con l’intenzione sempre più manifesta dell’Occidente di muovere guerra contro Putin è necessario più che mai rompere gli indugi e schiacciare una volta per tutte la testa del serpente che serpeggia a Kiev… il pericolo in caso contrario è una guerra di logoramento che finirà per logorare la stessa Russia nel Vietnam ucraino.

  • Domenico Di Mattia
    Inserito alle 19:39h, 25 Gennaio Rispondi

    … questa è una partita a scacchi … e alla fine a spuntarla saranno i maestri russi che sono incontestabilmente più attrezzati dei gradassi americani e degli stupidi europei …

  • enzo
    Inserito alle 19:42h, 25 Gennaio Rispondi

    di fatto l’italia invia carri armati non mine , ergo se hai i coglioni la nana psicofascista dichiarasse guerra alla Russia cosi’ prenderanno un altra sonata mazzata dopo gli 800.000 in fuga dalle steppe del Don del 43-45! Che schifo , tanta pena ed orrore per questo errore ontologico!

    • vincenzo
      Inserito alle 21:13h, 25 Gennaio Rispondi

      eccolo qua, un altro pappamosche!

    • Silvia
      Inserito alle 06:50h, 26 Gennaio Rispondi

      Siamo andati contro i Russi con Napoleone e con Hitler. Non c’e’ due senza tre.

      • LN 2
        Inserito alle 11:22h, 26 Gennaio Rispondi

        Anche con altri imperialisti dell’europa nel 1853 (Guerra di Crimea).

  • blackarrow
    Inserito alle 20:11h, 25 Gennaio Rispondi

    Peccato che una notizia cosi, data poi alla leggera come se lei rappresentasse l’Europa, bisogna che in Italia qualcuno promuova una indagine parlamentare per avere o meno una versione, che abbia prima implicata una scelta da parte della popolazione, vabbè che vabbé ma entrare nell’euro è stato se non altro meno pericoloso seppur con le stesse modalità, pur sapendo che siamo pressati dagli Usa, a tutto c’è un limite. Casso!

  • donchisciotte187
    Inserito alle 20:43h, 25 Gennaio Rispondi

    Questi sono pazzi, vogliono per davvero fare fare il botto a tutto il pianeta

  • Aplu
    Inserito alle 20:58h, 25 Gennaio Rispondi

    La dichiarano “loro”, non Io, che invece sto dalla parte della Russia. Come me la pensano in tanti, e state tranquilli che quando tutto affonderà, questa gentaglia dovrà pagarla, perché fa guerre senza il consenso dei popoli!!!!!!

  • luther
    Inserito alle 21:04h, 25 Gennaio Rispondi

    Ma scusate non è sempre stato così?L’occidente dall’inizio è stato ed è pienamente coinvolto in questa guerra. Mica perché ora l’ha detto la Annalena Baerbok o come minchia si chiama, è più vero!

    • nicolass
      Inserito alle 21:10h, 25 Gennaio Rispondi

      un conto è supporlo .. un altro è sentirlo dire apertamente

    • Massimiliano
      Inserito alle 23:50h, 25 Gennaio Rispondi

      In effetti…………

  • antipatizzante
    Inserito alle 22:24h, 25 Gennaio Rispondi

    Agli euroinomani per edificare gli Stati Uniti d’Europa serve una guerra (sono sicuri di vincerla….). L’ansia bellicista dei media mainstream è spiegabile solo con questa esigenza . Non vedono l’ora che i soldati delle nazioni del Continente muoiano, stretti in un abbraccio fraterno, sventolando la bandiera azzurro-stellata e ritornino in una bara avvolta nel drappo della “nazione comune”. I cantori della nuova nazione unita “dall’Atlantico agli Urali”, stanno già preparando le storie eroiche e strappalacrime da raccontare agli europoidi commossi davanti alle immancabili immagini e interviste a mamme, fidanzate/i piangenti, ma fiere/i per il sacrificio dei figli, (ancora meglio se figlie….) d’Euroooopaaaa..

  • angelosanto
    Inserito alle 22:50h, 25 Gennaio Rispondi

    Il 14 luglio 1944 un bombardamento angloamericano fatto sulla città di Brescia, provocò 1186 morti. la casa ove abitavo venne rasa al suolo. I soccorritori mi estrassero dalle macerie, insieme a mia mamma, dopo 2 giorni. Avevo 3 anni. Nella stessoa operazione mio nonno e mio zio vennero uccisi a mitragliate da un caccia anglosassone , mentre, correndo a piedi cercavano di salvarsi lungo una strada di campagna. Ricordo ancora i corpi delle persone morte e i feriti che si lamentavano. Allora non mi facevano nessun effetto. Mi sembrava un gioco.. Col tempo ho capito l’orrore di quella tragedia. Nessuno dei nostri politici occidentali ha visto queste cose, tantomeno la ministra Baerbok. Sarebbe meglio se invece di mandare gli altri a morire andassero tutti loro in prima linea. Cambierebbero idea sulla guerra in meno di un’ora implorando la pace a tutti i costi.

    • mondo falso
      Inserito alle 09:41h, 26 Gennaio Rispondi

      ha ragione , la guerra e’ la cosa piu’ brutta che esiste

  • Tiziano Lavagna
    Inserito alle 23:33h, 25 Gennaio Rispondi

    USA-UK-UE sono cagnetti bastardini che si cagano addosso dalla paura alla vista di un grosso cane perciò abbaiano molto perché pensano di impaurirlo !
    USA-UK-UE pretendono di poter fare una guerra convenzionale contro la Russia senza disporre di armamenti e munizioni perché li hanno regalati ai criminali Nazisti Ucraini ?
    Si capisce che USA-UK-UE hanno capito di aver perso la guerra in Ucraina contro la Russia perciò bleffano minacciando di fare una guerra alla Russia e sperando che la Russia si impaurisca !
    Sono ormai oltre 15 mesi che la Russia si prepara militarmente ad affrontare una invasione USA-UK-UE del territorio Russo e Bielorusso mentre USA-UK-UE non hanno predisposto nulla perché pensavano che l” Ucraina avesse sconfitto i Russi impantanandoli in una guerriglia di lusso Ucraina fatta con le migliori armi sofisticate portatili Occidentali spara il missile contro i Russi e scappa al sicuro poiché il missile fa tutto da solo !
    La guerriglia di lusso USA-UK-UE è fallita a causa della moderna tecnologia militare Russa e delle tattiche di guerra elaborate per rendere inutile una guerriglia di lusso Occidentale di tipo Libico o Siriano !

  • leboeuf
    Inserito alle 09:11h, 26 Gennaio Rispondi

    Il commento di angelosanto è orrendo e ci fa capire chi sono quelli del Male Assoluto! L’Italia manda armi a psicopatici nazistoidi e aiuta i suoi carnefici passati , roba che solo la presenza tossiche nei sieri genici e nell’aria possono creare questa psicosi di massa tambureggiante e stravolgente lo stato di cose reale.

  • Giorgio
    Inserito alle 10:12h, 26 Gennaio Rispondi

    La Baerbock è una atlantista pseudo ecologista oltranzista fanatica ancora più ottusa !
    Stoltenberg è uno stolto ma in confronto è un moderato …
    Ma stanno andando a schiantarsi a tutta velocità, e noi con loro !

Inserisci un Commento