La Germania ammette di aver sempre più necessità di cooperazione con la Russia

di  Tom Luongo

Nel corso degli anni, gli Stati Uniti e i suoi satrapi in Polonia e nei Paesi Baltici hanno avversato l’oleodotto Nordstream 2, ma è sempre stato chiaro che la Germania era al posto di guida. Era anche evidente che questa sarebbe stata la questione del cuneo che alla fine avrebbe costretto la Germania a perseguire una politica indipendente dagli Stati Uniti

Nordstream 2 è ed è stato sempre una reazione all’intromissione degli Stati Uniti nella politica energetica europea che questo ciclo ha avuto inizio con l’affondamento del gasdotto South Stream nel 2013.

Dal punto di vista dell’UE, la modifica delle regole in base alle quali South Stream avrebbe operato dopo la firma dei contratti era un modo per ottenere un effetto leva su Russia e Gazprom. Così è stato anche l’aiuto dei manifestanti a Kiev  ricevuto dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea  per rovesciare il governo Yanukovich .

Tale operazione aveva lo scopo di mettere sotto controllo i gasdotti ucraini dove potevano dettare le condizioni a Gazprom e soffocare il profitto dalle sue consegne di gas. Avrebbe anche fatto avanzare la NATO e l’UE verso il confine occidentale della Russia e non ci sarebbe stato nulla che Putin potesse fare per impedire agli Stati Uniti di mettere a segno armi nucleari contro Mosca.

Peccato per loro che non ha funzionato in quel modo.

Questo è uno dei motivi per cui gli Stati Uniti sono così irritati con la Russia e Putin sull’Ucraina. È per questo che i suoi falchi nel suo gabinetto, incluso John McCain, hanno spinto così duramente per sanzioni e sostegno alle armi in Ucraina prima che il  tumore al cervello lo uccidesse.

Ovviamente, l’altro era stato ostacolato nel prendere possesso della Crimea e perdere per sempre l’opportunità di agguantare il porto di Sebastopoli.

Quindi, perché la lezione di storia?

Perché il cancelliere tedesco Angela Merkel ha appena annunciato che un terminal per il gas LNG, a lungo ritardato, sarà costruito dalla Germania con l’assistenza statale. Vedete, il GNL o il gas naturale liquefatto non è così redditizio per i clienti europei, altrimenti questo terminal di importazione avrebbe trovato abbastanza sostenitori nel settore privato.

Così, la Merkel ha annunciato una piccola concessione a Trump gettando un po ‘di denaro in alcuni terminali di importazione di GNL che qualsiasi fornitore può utilizzare e utilizzerà.

Questo annuncio è stato immediatamente filato come una vittoria per il presidente Trump da Tim Daiss di Oilprice.com perché, beh, le ragioni sono evidenti .

Ora, sembra che la recente tirata di Trump contro gli alleati europei degli Stati Uniti per la loro dipendenza geopoliticamente preoccupante dall’approvvigionamento di gas russo potrebbe anche dare i suoi frutti. Martedì, il Wall Street Journal ha riferito che all’inizio del mese il cancelliere tedesco Angela Merkel ha offerto il sostegno del governo agli sforzi per aprire la Germania al gas degli Stati Uniti, in quella che il rapporto ha definito “una concessione chiave al presidente Trump mentre cerca di allentare la presa della Russia nei confronti dell’Europa il più grande mercato dell’energia “.

Il resto dell’articolo è l’incursione della Russia e l’economia cattiva, ma c’è da aspettarselo dagli scrittori americani prostituiti all’ Oilprice. È simile agli scrittori russi che esagerano i vantaggi della Russia.

Detto questo, ci sono sempre pepite di verità sepolte nel letame.

Nonostante il pregiudizio di Daiss, quello che non riesce a menzionare nel suo entusiasmo di MAGA è che la Germania che ha fatto questo annuncio è molto più significativa di quanto la percezione di Merkel si sia prosciugata a Washington.

Politicamente, questo non costa nulla a Merkel.

Ciò che ammette è ciò che ha detto a maggio il vicepresidente di Gazprom, Alexander Medvedev. Tutti dovrebbero dimenticare di ostacolare il Nordstream 2 perché la Germania avrà bisogno di Nordstream 3.

La produzione è in calo anche in Norvegia e Scozia . Secondo un recente rapporto dell’Oxford Institute of Energy Studies, in assenza della scoperta di nuovi giacimenti, la produzione europea di gas è destinata a scendere da 256 miliardi di metri cubi all’anno a 212 miliardi di metri cubi all’anno entro il 2020 e 146 miliardi di metri cubi per anno entro il 2030.

Tra la caduta della produzione interna, la domanda di gas è destinata a salire, mentre i paesi europei chiudono le vecchie centrali termiche a carbone e la Germania si prepara a chiudere le sue centrali nucleari entro il 2022. Le centrali nucleari tedesche, vale la pena notare, una volta rappresentavano quasi un quarto del consumo di energia del gigante economico.

“E no, nessun rifornimento di LNG americano, del Qatar o addirittura russo sarà in grado di sostituire questi volumi”, ha sottolineato Lekuh. “Tali forniture sono semplicemente una banalità rispetto al prezzo del gasdotto, e attualmente non esistono soluzioni tecniche a questa disparità. E mentre è possibile aumentare i prezzi del gas per il pubblico, per l’industria europea, una predominanza di gas naturale liquefatto significa semplicemente la morte. L’aumento del prezzo della produzione ad alta intensità energetica determinerebbe una mancanza di competitività nei mercati globali “, ha osservato l’analista.

Quindi, sì, la Germania che costruisce terminali di importazione di GNL è un’opportunità per le compagnie statunitensi di vendere gas alla Germania. Ma significa anche che Novatek può vendere GNL in Germania dal suo massiccio progetto Yamal sul Mar Baltico e ancora sottoquotazione delle consegne negli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, i sauditi sono pronti ad acquistare una quota di $ 5 miliardi nel prossimo progetto di Novatek chiamato Arctic 2 in Siberia.

Gasdotto russo

Perché?

Beh, potrebbe essere una bustarella per tenere tranquilli i russi sull’affare Khashoggi, ma è più probabile riguardo la posizione.

I costi di trasporto sono importanti nel gioco LNG. Periodo. Il costo per spostare il gas da un luogo a un altro è il grande motore del prezzo finale e della redditività.

Lo stesso vale per l’arbitraggio valutario. E la stessa bellicosità di Trump nei confronti della Russia per indebolire il rublo mentre si spingono più in alto i prezzi del petrolio e del gas sta solo peggiorando la discrepanza dei prezzi tra il gas russo e quello statunitense.

Inoltre, se gli Stati Uniti vincessero questa guerra di sanzioni e tariffe e costringessero i tedeschi a pagare lo scotto, allora perché Trump si sta adoperando a cacciare l’Iran dal sistema SWIFT dei trasferimenti elettronici di denaro internazionali?

Potrebbe essere perché la minaccia di SWIFT, come era una volta una possente arma nucleare finanziaria, mentre  adesso può essere  facilmente abbattuta come i Tomahawk che si avvicinano a una batteria missilistica Pantsir-S2?

L’annuncio dello Special Purpose Vehicle europeo e della versione di SWIFT di Mosca sono deterrenti credibili per il tipo di bullismo finanziario che la Casa Bianca ha voluto utilizzare per impegnarsi per decenni.

E tutto deriva dagli Stati Uniti che stanno andando al nucleare sull’Iran nel 2012 con le sanzioni di Obama, tagliando l’Iran fuori da SWIFT. E poi ci sono state le minacce contro la Russia nel 2014, per che cosa?La  Crimea.

Tutto questo ha spinto Putin ad agire per costruire una versione domestica di SWIFT, un sistema che il Cremlino sta reclamizzando come avente supporto internazionale. Le transazioni che attraversano il sistema russo non possono e non saranno monitorate dalle autorità finanziarie statunitensi. Tutti gli Stati Uniti possono quindi minacciare sanzioni a “regole Magnitsky” a banche e società per fare affari con persone che gli Stati Uniti rivendicano come “cattive persone”.

E ora anche questo non funzionerà ancora per molto. Un mondo connesso è quello che resiste al controllo. Questo è ciò che accade per la politica estera in questi giorni. Moralizzazione economica per proteggere modelli imprenditoriali insostenibili e ambizioni imperiali.

Inaugurazione gasdotto in Iran

Quindi, questo è il motivo per cui ho aperto la lezione di storia. È tutto connesso come una grande rete di causa ed effetto, azione / reazione.

Ed è per questo che alla fine della giornata contano gli incentivi. E come i sauditi stanno scoprendo ora, le bustarelle funzionano solo per così tanto tempo. Alla fine i costi salgono al punto in cui nessuna somma di denaro a breve termine può superarli.

Trump ha ottenuto una piccola vittoria qui. Gli Stati Uniti venderanno la Germania un po ‘di gas dopo la costruzione di questi terminali. La Merkel deve pagare la sua “quota equa” alla NATO pagando il prezzo di un po ‘di gas, mantenendo le spese per la difesa accettabili per la crescente sinistra dura in Germania.

Ma alla fine il grande vincitore è l’asse russo / iraniano che ha scoperto il bluff di Trump sulle sanzioni, le tariffe e il protezionismo per capovolgere gli incentivi politici della Germania dalla loro parte del libro mastro.

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Luciano Lago

 

3 Commenti

Inserisci un Commento

*

code