La Georgia avvisa Zelensky: prenditi cura dell’Ucraina invece di incitare alle proteste


Il primo ministro georgiano critica il presidente ucraino Volodymyr Zelensky per aver incitato le proteste a Tbilisi e gli consiglia di trattare prima degli affari del proprio Paese.

“In primo luogo, prendetevi cura di voi stessi e del vostro paese, noi ci prenderemo cura del nostro”, ha detto il primo ministro georgiano Irakli Garibashvili, reagendo alle recenti osservazioni di Zelensky, che venerdì ha tenuto un discorso ai georgiani, affermando che il popolo ucraino desidera che il paese ” ottenga il successo democratico ed europeo”.
Parlando domenica in un’intervista al canale televisivo georgiano Imedi, Garibashvili ha affermato che quando una persona il cui paese è in guerra trova il tempo di commentare una manifestazione distruttiva di diverse migliaia di persone, “è una chiara prova che sono interessati a che accada qualcosa in Georgia e provocare un cambiamento”, ha affermato il politico.

Ricordando le recenti dichiarazioni di politici ucraini come il sindaco di Kiev Vitali Klichko e il leader del partito al governo David Arajamia sulla necessità di un cambiamento in Georgia, il premier georgiano ha affermato che queste affermazioni su un presunto colpo di stato “è un’interferenza diretta” negli affari della Georgia.
Dalla scorsa settimana la capitale Tbilisi è teatro di manifestazioni di massa dopo che a maggioranza parlamentare è stato approvato un disegno di legge “georgiano” che costringerà le organizzazioni georgiane che ricevono dall’estero oltre il 20% delle loro entrate a registrarsi come “agenti stranieri”, pena sanzioni.

Intanto la presidente della Georgia, Salomé Zourabichvili, ha dichiarato dopo le proteste di difendere la posizione dei manifestanti, poiché mette a repentaglio le speranze della Georgia di entrare nel club dei Ventisette. Tuttavia, il Parlamento può annullare il veto del presidente.

Georgia disordini in piazza

A sua volta, il capo della diplomazia dell’Unione europea (Ue), Josep Borrell, ha assicurato che le norme sono “incompatibili con i valori e gli standard” del blocco UE, e ha avvertito che la loro “adozione definitiva potrebbe avere gravi ripercussioni” sui rapporti tra Tbilisi e Bruxelles, che inciderebbe gli sforzi dell’ex repubblica sovietica per entrare nel blocco comunitario.
La Russia avvisa: l’ingresso della Georgia nella Nato scatenerà un terribile conflitto

Nota: La presenza di agenti provocatori in piazza nei disordini in Georgia, lascia capire che le centrali occidentali stanno tentando di replicare a Tiblisi quanto accaduto a Kiev nel 2014: un colpo di stato pilotato da Washington e da Bruxelles per far entrare il paese nella NATO.
Questo dimostra che Washington sta tentando di aprire un nuovo fronte in Georgia contro Mosca ma la Russia ha già dichiarto che non resterà a guardare senza reagire.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM