La fornitura di armi all’uranio impoverito a Kiev mette in pericolo intere generazioni: ambasciatore Russo


L’ambasciata russa negli Stati Uniti afferma che la decisione dell’amministrazione statunitense di fornire a Kiev proiettili all’uranio impoverito è un indicatore di disumanità
Mercoledì l’ambasciata russa negli Stati Uniti ha avvertito che la decisione dell’amministrazione americana di fornire proiettili all’uranio impoverito all’Ucraina mette in pericolo intere generazioni di civili.

La decisione dell’amministrazione di fornire a Kiev proiettili di uranio impoverito è un indicatore di disumanità”, ha dichiarato l’ambasciata in una nota.

E continuava: “È ovvio che Washington, ossessionata dall’idea di infliggere una ‘sconfitta strategica’ alla Russia, è pronta a combattere non solo fino all’ultimo ucraino ma anche a porre fine a intere generazioni”.
La missione russa ha aggiunto che “gli Stati Uniti stanno consapevolmente puntando al trasferimento indiscriminato di armi proibite”.

“La rottura di una munizione provoca la formazione di una nube radioattiva in movimento”, ha precisato l’ambasciata, spiegando che “piccole particelle di uranio si depositano nelle vie respiratorie, nei polmoni, nell’esofago, si accumulano nei reni e nel fegato, provocano tumori maligni”. con conseguente malfunzionamento degli organi interni.

Nel comunicato si ricorda che “migliaia di civili soffrivano di malattie oncologiche” in Iraq e nei Balcani a causa della “impronta dell’uranio” degli Stati Uniti.
“Fornendo alle autorità ucraine i suddetti prodotti militari, gli Stati Uniti si autoingannano e rifiutano di accettare il fallimento della cosiddetta controffensiva delle forze armate ucraine”, ha affermato l’ambasciata, chiarendo che “il corso dell’operazione speciale [russa] non cambierà” e l’esercito russo continuerà a distruggere le armi consegnate all’Ucraina.

Altrove, l’ambasciata russa negli Stati Uniti ha ritenuto che fornendo proiettili di uranio impoverito all’Ucraina, l’amministrazione americana “mette in luce il suo vero volto: è profondamente indifferente sia al presente dell’Ucraina che al futuro della repubblica e dei suoi vicini europei”.

Armi all’uranio impoverito

Da parte sua, il viceministro degli Esteri russo Sergej Ryabkov ha definito un atto criminale la consegna di armi all’uranio impoverito da parte degli Stati Uniti all’Ucraina.

“Questa [fornitura di armi con uranio impoverito] non è solo un passo avanti, è un riflesso dell’oltraggioso disprezzo di Washington per le conseguenze ambientali dell’uso di questo tipo di munizioni in una zona di guerra”, ha detto Ryabkov ai giornalisti a Bishkek giovedì, aggiungendo che “in effetti, questo è un atto criminale”.

Mercoledì scorso, il Pentagono aveva annunciato un pacchetto completo di assistenza in materia di sicurezza del valore fino a 175 milioni di dollari per l’Ucraina, ha riferito Reuters .

Il pacchetto include la fornitura di munizioni perforanti all’uranio impoverito per i carri armati Abrams, segnando la prima volta che gli Stati Uniti inviano tali controverse munizioni perforanti a Kiev.

Questi proiettili, rinomati per la loro capacità di neutralizzare obiettivi corazzati, costituirebbero una componente cruciale dell’imminente pacchetto di aiuti militari destinato all’Ucraina.

Oltre alle munizioni all’uranio impoverito, il pacchetto del Pentagono comprende una vasta gamma di supporto militare, che comprende sistemi anti-corazza, sistemi di navigazione aerea tattica e munizioni aggiuntive per sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS).

Fonte: Agenzie

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “La fornitura di armi all’uranio impoverito a Kiev mette in pericolo intere generazioni: ambasciatore Russo

  1. Gli Stati Uniti stanno facendo Harakiri si concepisce uno stato di disperazione totale .. mi dispiace per loro ma questa sarà una batosta per loro .. se passeranno ad attaccare la Cina sarà il colpo di grazia dell’ imperialismo americano.

  2. Ho sempre detto che la guerra è guerra e x vincere si usa tutte le armi a disposizione nessuno rispetta le regole non avrebbe senso tanto alla fine chi vince detta le regole, non capisco xchè la Russia non dia segni di reazioni e si limiti solo a parlare ed in tanti i suoi territori sono sotto attacco vedi Rostov

  3. Gli americani hanno una classe dirigente formata da criminali e non si rivoltano ; non si ribellano neanche i servi europei.L’Occidente collettivo se non si rinnova profondamente, fa una brutta fine

  4. Il generale montgomery alla camera dei lords disse e scrisse”regola numero uno mai marciare su Mosca,ci hanno provato Napoleone e la Germania.

  5. Ahahhhaha , ma questo qui che fa’ L ambientalista in guerra , da dove salta fuori? Rob de matt…avanti così cristo !!! Bombe a grappolo , uranio impoverito , io gli fornirei pure le termobariche , così li friggono come alborelle !!! Dai cristo !!!

  6. Premetto che non sono il GIORGIO che ha commentato qua sopra !
    Quanto all’articolo, dove sono Greta e gli ambientalisti ???
    Se fossero coerenti dovrebbero essere su posizioni radicalmente ANTI AMERICANE e ANTI NATO !!!
    E’ la dimostrazione che invece sono stati una loro creazione mediatica per turlupinare le masse credulone e fargli bere la farsa del cambiamento climatico, e far passare sotto silenzio i disastri ambientali delle guerre USA-UK-NATO-UE !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2023 · controinformazione.info · site by madidus