La flotta russa di navi da sbarco sta attraversando lo Stretto nel Mar Nero


Due terzi delle navi da sbarco di cui dispone la Russia saranno presto tutte in Crimea

Chiunque pensi ancora che non ci sia un accumulo militare russo enorme e senza precedenti nella direzione sud-occidentale deve smetterla di imbarazzarsi.

L’esercito russo conferma che la sua flottiglia di navi da sbarco assemblata a Tartus, in Siria, composta da 6 navi della flotta baltica e settentrionale, sta transitando nel Mar Nero. Riferisce Interfax :

Sei grandi navi da sbarco (BDK) della flotta baltica e settentrionale si stanno spostando dal Mar Mediterraneo al Mar Nero, dove prenderanno parte alle esercitazioni, ha affermato il ministero della Difesa russo.

Il 7 febbraio, il servizio stampa della Flotta del Nord della Federazione Russa ha riferito che un distaccamento di navi da guerra composto dall’incrociatore missilistico Marshal Ustinov, dalla fregata Admiral Kasatonov e dalla grande nave antisommergibile [cacciatorpediniere] Vice-Ammiraglio Kulakov è entrato nel Mare Mediterraneo , passando per lo Stretto di Gibilterra.

È stato riferito che all’inizio di febbraio, dopo aver superato il Canale di Suez, un distaccamento di navi della flotta del Pacifico della Federazione Russa guidata dall’ammiraglia – l’ incrociatore missilistico Varyag – è entrato nel Mar Mediterraneo. Questo distaccamento comprende una grande nave antisommergibile “Admiral Tributs” e una grande nave cisterna “Boris Butoma”. Hanno fatto una lunga traversata da Vladivostok nel dicembre 2021.

Navi russe in Siria Tartuus

Questo significa che delle 21 grandi navi da sbarco attualmente attive di cui la Russia dispone, 13 saranno nel Mar Nero. Le navi da sbarco viaggiavano a pieno carico, portando equipaggiamenti appartenenti alle brigate di fanteria navale delle flotte del Baltico e del Nord. (Il personale sarà probabilmente spostato via terra o via aerea.)

Questa non è la parte più importante dell’accumulo russo. Lontano da esso. Ma è la parte più difficile da negare. C’è almeno un accumulo dimostrativo. Uno spettacolo di potenziale militare, se vuoi.
L’obiettivo di questa concentrazione di forze non è ancora chiaro ma si può intuire.

Fonte: https://anti-empire.com/russias-fleet-of-landing-ships-is-crossing-the-straits-into-the-black-sea/

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM