La fallita controffensiva dell’Ucraina spinge la NATO al muro

placeholder

Il tentativo dell’Ucraina di ottenere una vittoria riconquistando aree di territorio dai russi è un fallimento. I russi hanno intercettato tutti i movimenti e gli irrilevanti progressi dell’Ucraina che ammontano a chilometri a una cifra, con mucchi di cadaveri ucraini e carcasse bruciate di carri armati e autoblindo riforniti dall’Occidente.

Eppure l’Occidente fatica ad affrontare la realtà e si ostina a spacciare l’illusione di non essere un vicolo cieco. Samuel Charap , scienziato politico senior presso la Rand Corporation, ha scritto un articolo pubblicato su Foreign Affairs il 5 giugno in cui ammette con riluttanza che la guerra in Ucraina è “impossibile vincere” . Ma lo ha fatto solo a metà. Ha scritto :

“ L’invasione russa dell’Ucraina nel febbraio 2022 è stata un momento di chiarezza per gli Stati Uniti e i suoi alleati. Li attendeva una missione urgente: aiutare l’Ucraina a contrastare l’aggressione russa e punire Mosca per le sue trasgressioni. Mentre la risposta occidentale è stata chiara fin dall’inizio, l’obiettivo – la fine di questa guerra – è rimasta nebulosa.

Ma è tempo che gli Stati Uniti sviluppino una visione per la fine della guerra. Quindici mesi di combattimenti hanno chiarito che nessuna delle due parti ha la capacità, anche con un aiuto esterno, di ottenere una vittoria militare decisiva sull’altra. Indipendentemente dall’estensione del territorio liberato dalle forze ucraine, la Russia manterrà la capacità di rappresentare una minaccia permanente per l’Ucraina. L’esercito ucraino avrà anche la capacità di mettere a repentaglio tutte le aree del paese occupate dalle forze russe e imporre costi su obiettivi militari e civili all’interno della stessa Russia .

Charap è un ottimo esempio dei fallimenti della scienza politica come “scienza”. Ignora l’evidenza che la Russia, a differenza dell’Ucraina, ha un’enorme capacità di ottenere una vittoria militare decisiva non solo sull’Ucraina, ma anche sulla NATO. L’Ucraina e la NATO sono a corto di proiettili di artiglieria, missili da crociera, carri armati e aerei da combattimento. Ancora più importante, l’Ucraina non ha più soldati competenti e addestrati in grado di utilizzare questi sistemi d’arma.

La situazione in Russia è esattamente l’opposto. Ogni giorno che passa, la manodopera addestrata della Russia aumenta insieme alla produzione di carri armati, missili ipersonici, proiettili di artiglieria, mortai e droni. La Russia sta degradando la capacità di combattimento dell’Ucraina e deve ancora lanciare la propria offensiva utilizzando tutto il peso delle forze aeree e di terra russe.

La NATO non ha intenzione di far entrare l’Ucraina nel suo club. La Germania, pur denunciando la decisione di Biden di fornire munizioni a grappolo a Kiev, ha affermato che qualsiasi decisione sull’adesione dell’Ucraina dovrebbe essere rinviata. Anche l’Ungheria e la Bulgaria hanno espresso la loro contrarietà all’adesione dell’Ucraina. La Francia è in fiamme e Macron non sembra avere il peso politico per difendere l’Ucraina, mentre il governo filo-Kiev dei Paesi Bassi è kaput :

Il governo olandese è crollato dopo non essere riuscito a raggiungere un accordo sulla riduzione dell’immigrazione. Il primo ministro Mark Rutte ha dichiarato venerdì che il suo governo presenterà le sue dimissioni al re dei Paesi Bassi, il che innescherebbe nuove elezioni in autunno .

La Russia ha poco interesse a considerare una fine negoziata della guerra che non includa la resa di Odessa da parte dell’Ucraina. L’ostacolo principale è che nessun paese della NATO ha il peso politico e la credibilità necessari a Putin per concludere un accordo fattibile. La Turchia ha reso un cattivo servizio alla Russia violando l’accordo di detenzione dei leader dell’Azov fino alla fine delle ostilità e chiedendo l’ammissione dell’Ucraina alla NATO. Erdogan ha rilasciato i prigionieri a Kiev, dove sono stati accolti come eroi da Zelensky. Penso che questo avveleni ulteriormente il terreno per qualsiasi negoziato serio. L’esperienza della Russia con Minsk I e II ha convinto Putin e la sua squadra di sicurezza nazionale che l’Occidente è un partner inaffidabile.

fonte: sonar21.com/ukraines-failed-counter-offensive-paints-nato-into-a-corner/

Traduzione : Luciano Lago

4 commenti su “La fallita controffensiva dell’Ucraina spinge la NATO al muro

  1. Gli anglosassoni hanno perduto anche in Ucraina e il loro dollaro è in via di de-dollarizzazione ; e i nostri politicanti restano legati ai perdenti : peggio per noi italiani, non ci possiamo lamentare

  2. vaglielo a spiegare ai media nato italiani: corsega , open , fanfake , repubblica , lastampa , ilmessaggero , ansa , adnkronos , mediaset ,….poi ci sono i media subdoli legati ai pidioti tipo linkiesta , fuffinton post , sfattoquotidiano che gia sono ridicoli quando strimpellano le loro caxxate quotidiane….figuriamoci

  3. Veramente la Russia sta degradando le capacità militari di tutta la Nato, ed a erdogan Putin avrebbe dovuto schiacciare la testa da un pezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM