La dittatura macronista trema

di Claude Janvier (*)

Sabato 17 luglio 2021 : più di 250.000 persone in piazza in Francia. A Parigi, più di 150.000 persone hanno marciato dal Consiglio di Stato al Ministero della Salute, sotto l’egida di Florian Philippot, presidente del movimento “Les Patriotes”, con cui mi congratulo personalmente per la sua lunga lotta contro l’oppressione. Nicolas Dupont-Aignan vice, Francis Lalanne – un artista impegnato -, Maître Fabrice Di Vizio, Richard Boutry (1) , gilet gialli, informatori e i tanti collettivi (2) tutti denunciando la disastrosa gestione dello Stato contro il Covid-19. Giorno memorabile.

Nessuna violenza, nessun caos, nessuna distruzione, solo buon umore e fratellanza. Quali che siano i colori politici, tutti uniti contro il pass sanitario imposto. Vaccinati, non vaccinati, tutti uniti contro il terrorismo sanitario virale. Essendo stato presente, posso certificarlo e documentarlo.

Nessuna finestra saccheggiata. Impossibile trasformare le immagini delle finestre rotte con i teppisti che si danno a i saccheggi a loro piacimento, per screditare il movimento. Non è BFM TV ?

Tuttavia fortunatamente la pagina bianca viene salvata dall’inevitabile Christophe Castaner. L’hai dimenticato? L’ex ministro dell’Interno. Colui che in 1 anno, 8 mesi e 20 giorni, si è reso responsabile della sanguinosa repressione delle manifestazioni dei gilet gialli. Ricorda: 13 morti, 27 feriti, mani strappate, oltre 150 feriti gravi, oltre 2.000 feriti. Che curriculum!

Essendo presidente del gruppo LREM all’Assemblea nazionale, ha appena scritto all’amico Richard Ferrand, presidente dell’istituzione un tempo democratica, affinché quest’ultimo chieda alla procura di Parigi di avviare un procedimento contro Martine Wonner. Tra presidenti, dobbiamo sostenerci a vicenda…

Manifestazioni di protesta in Francia

Il reato in questione ? Una frase di Martine Wonner su quanto fosse necessario invadere gli uffici dei deputati. Solo che dobbiamo contestualizzare la frase: “…Non accetteremo mai questa dittatura”. Dobbiamo rifiutare la segregazione tra vaccinati e non vaccinati, dobbiamo rifiutare lo stigma ” , ha lanciato alla piattaforma montata vicino al ministero della Salute… “. “…Andate alla sede dei parlamentari, andate a invadere i loro uffici per dire che non siete d’accordo… ” Huffpost 17 luglio 2021: Manifestazione a Parigi contro il pass sanitario: lo slittamento di Martine Wonner. (3)

Martine Wonner rifiuta la segregazione tra vaccinati e non vaccinati così come lo stigma, e non posso che congratularmi con lei per questa posizione che condivido senza riserve.

Ma l’occasione era troppo buona per Castaner per farsi avanti per difendere la sua poltrona eiettabile. Da parte mia, non ho percepito la sua sentenza come un incitamento all’odio, ma piuttosto un incitamento a comunicare con il suo vice, per ricevere una risposta alla sua richiesta. Cosa che è gentilezza elementare.

Perché dobbiamo ammettere che quando si tratta di comunicazione, i nostri cari deputati che, vi ricordo, vi rappresentano, non rispondono quasi mai alle e-mail. A parte la risposta automatica: “L’ abbiamo ricevuto e ti risponderemo al più presto …”, è un deserto totale di reazioni. È noioso, soprattutto da parte dei funzionari eletti che dovrebbero ascoltare i cittadini.

In ogni caso, lo sfogo parlamentare contro Martine Wonner così come la copertura mediatica avvenuta meno di 24 ore dopo il suo discorso lascia sognare. Per una domenica i politici e i media mettono il turbo.

Qualche frase di un deputato e il potere vacilla. Così fragili sono le dittature. Continuiamo a spingere e a mostrare i nostri disaccordi con il pass sanitario e la vaccinazione obbligatoria, e vedremo la fine dell’oppressione. Non ci arrenderemo.

Note:
1-Richard Boutry lancia La Une TV: launetv.com
2-Togli le maschere. Xavier Legay: https://baslesmasques.com/p/qui-sommes-nous , Reazione 19: Master Brusa: https://reinfocovid.fr/ . Complimenti anche a tutti gli informatori che erano presenti.
3-news.yahoo.com/manifestation-paris-contre-pass , sputniknews.com/castaner-souhaite-saisir-la-justice-apres-les-propos-de-la-deputee-wonner-contre-le-pass-sanitaire
4-*Coautore con Jean-Loup Izambert del libro “ Il virus e il presidente ”. Edizione IS

Traduzione: Gerard Trousson

Fonte: Rete Internazionale

14 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 17:25h, 19 Luglio Rispondi

    La spunterà l’orrido macron, o sarà sostituito da qualche altro odioso burattino, perché i suoi padroni sono potenti, “signori” del gioco democratico e elletoraloide.
    Nulla possono la Le Pen e i Philippot, che potrebbero fare da comparse alle prossime presidenziali …
    A proposito, tornando per un’attimo alla disperata situazione italiana, cosa preferite: il “green pass” light -pro commercianti e bar pieni – di salvini o quello più draconiano dei vari speranza e piddioti?

    Cari saluti

    • Giorgio
      Inserito alle 19:42h, 19 Luglio Rispondi

      Caro Eugenio …….. capisco l’ironia …… chiederci se preferiamo il green pass “soft” di Salvini o quello “hard” di Speranza ……
      equivale a chiedersi di che morte vogliamo morire ……
      No alla segregazione dei non vaccinati …….
      E a chi si è vaccinato auguro che il vaccino ci liberi dalla vostra dannosa esistenza ……
      I servi felici devono morire …….

      • Eugenio Orso
        Inserito alle 22:52h, 19 Luglio Rispondi

        Certo che è un’ironia!
        Vediamo queste manifestazioncine pacifiche e pecoresche- in Italia non ci sono neppure quelle – e qualcuno pensa già a insurrezioni popolari o addirittura a rivoluzioni …
        In Europa occidentale popoli vecchi e debosciati non faranno nulla.
        Il gerenotofilo macron non rischia niente e tantomeno il culo (come Luigi XVI), se non di essere messo da parte dai suoi padroni alle prossime presidenziali.
        Il populista di ultima salvini, mascherato da difensore del popolo (leggi commercianti che lo votano), rischia solo di non diventare mai più ministro di qualcosa, in un governicchio fantoccio.
        Gli elettori sono un branco di mentecatti infiacchiti.
        Qualsiasi “green pass” passerà e cos’ qualsiasi obbligo vaccinale.

        Solo lo scontro geopolitico, a questo punto, può portare qualche speranza, del tipo vittoria strategica di Russia-Cina-Iran, oppure un rapido collasso degli usa, che sono l’irrinunciabile centrale eleitista e la base del loro potere.

        Cari saluti
        Decide gates con i suoi compari “miliardari democratici” ed ebrei.

  • Mario
    Inserito alle 17:57h, 19 Luglio Rispondi

    MI AUGURO CHE LA RUSSIA E LA CINA CI VENGANO A LIBERARCI DA QUESTA DITTATURA EBREA AMERICANA
    W RUSSIA W CINA W LA LIBERTÀ

    • Alberto
      Inserito alle 08:14h, 21 Luglio Rispondi

      Caro Mario, io sono d’accordo con te su tutto…………..ma bada bene a non farti prendere dal falso ragionamento per cui chi è in opposizione al tuo nemico sia tuo amico. Se siamo in questa situazione infatti dipende in gran parte dal fatto che proprio la Cina costituisce il modello di quello che sta accadendo qui. In sostanza quello che cercano di fare è cinesizzare l’occidente per renderlo più competitivo proprio nei confronti della Cina in qualità di potenza antagonista. E per fare ciò devono necessariamente toglierci i diritti di libertà e lavoro proprio come avviene in Cina……………stai attento!

      • Giorgio
        Inserito alle 08:30h, 21 Luglio Rispondi

        Vero vero …… ma le differenze storiche e culturali tra Cina (paesi asiatici) e occidente sono notevoli …..
        Non credo si possa forzatamente cinesizzare l’occidente e occidentalizzare la Cina ……
        Di sicuro il produttivismo esasperato figlio della rivoluzione industriale è una delle principali cause dei disastri attuali …….

  • ARMIN
    Inserito alle 18:48h, 19 Luglio Rispondi

    Mah, io percepisco i Blasfemi – i padroni del vapore – allo sbando. Non hanno le CERTEZZE di prima del 2000 …………………………….
    troppi avvenimenti FUORI dal loro controllo …………………….. .nel 2005 erano “NERVOSI” al Bilderberg ………………………. poiché non vincevano in Iraq, poveracci!
    NON RIESCONO A CONTROLLARE TUTTE LE VARIABILI DELLA STORIA! DUNQUE NON HANNO IL CONTROLLO CHE SPERAVANO. E’ un controllo parziale che può saltare per una inezia ……………………… da un fiammifero un incendio devastante.
    Sono sull’orlo del precipizio. Basta una spintarella ben assestata………..KAPUTT.
    Temi difficili per gli “onnipotenti”.
    Auguri..

  • ARMIN
    Inserito alle 18:50h, 19 Luglio Rispondi

    Correggo la penultima riga:
    Tempi difficili per gli “onnipotenti”

  • eusebio
    Inserito alle 19:31h, 19 Luglio Rispondi

    L’Europa proprio non riesce a liberarsi dei suoi padroni nasuti, ormai è completamente inserita nella Grande Eurasia, l’interscambio commerciale con la Cina della Germania nei primi 5 mesi del 2021 è aumentato del 36% a 92 miliardi di dollari, quello della Francia del 44% a 32 miliardi, l’interscambio commerciale dell’Italia con la Russia nello stesso periodo è aumentato dell’8% ad oltre 20 miliardi, la stessa Ucraina si regge sulle esportazioni in Cina di prodotti agricoli e minerali di ferro, Cina e Russia devono capire che loro stesse non saranno libere finchè il braccio operativo delle oligarchie nasute, l’estremamente transitoria entità sionista, non sarà stato smantellato, in modo radicale e brutale.

  • Manente
    Inserito alle 20:10h, 19 Luglio Rispondi

    Io non porrei limiti alla Provvidenza ed anche se la Le Pen, come Salvini, sembra essersi convertita all’europeismo (sic…), gli spazi lasciati scoperti sono stati occupati da Phillppot, dai Gilet Gialli e da numerose forze trasversali che hanno compreso la portata della minaccia delle elite globaliste ai popoli ed alle Nazioni. Se a questo si aggiunge il fatto che un politico dello spessore di Francois Asselineau capo del partito “neo-gollista” UPR,e già candidato alle presidenziali, incita ormai apertamente i francesi a ribellarsi alla dittatura di Micron, si spiegano anche i consensi che sta raccogliendo lUPR, un piccolo partito sovranista cui ha aderito nientemeno che Aurelienne Enthoven figlio di Carla Bruni e del filosofo francese Raphael Enthoven. La repulsione che provano i francesi per il servo sciocco e criminale dell’orrido Attali ha raggiunto livelli impensabili e se il popolo in rivolta trova una guida come Asselineau tutto potrebbe succedere, compresa la rivolta di militari come il degno generale Pierre de Villiers e gli altri suoi colleghi firmatari della lettera aperta di avvertimento al miserabile Micron,

  • Manente
    Inserito alle 20:29h, 19 Luglio Rispondi

    PS, Purtroppo per noi, in Italia non abbiamo generali dello spessore di Pierre de Villiers o politici come Francois Asselineau, ci dobbiamo sorbire “generali” come Figliuolo e “politici” come Letta, Speranza e Taiani, voglia il Cielo che il crollo di Macron trascini con sé la feccia politica, morale ed umana che sta soffocando l’Italia !

    • ARMIN
      Inserito alle 21:16h, 19 Luglio Rispondi

      Per MANENTE.
      Oramai il controllo delle masse sta sfuggendo ai Blasfemi padroni del vapore.
      Persino le epidemie vere, mezze vere, fasulle, e ora pare che arrivi una decisiva…………….. non è che perpetuano il Sistema, che gli dànno una mano, … ma lo destabilizzano. I Negativi, gli jellati al potere, non possono emendare il loro Sistema rapinatorio, ne sono prigionieri. Essendo di ostacolo al Progresso e al Benessere verranno accoppati.
      La Legge di Murphy. HA HA HA HA HA HA HA HA HA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Ciao.

  • antonio
    Inserito alle 21:11h, 20 Luglio Rispondi

    un altro Maramaldo dei cittadini, al servizio della Maphia Occidentale

  • RIFLESSIONI & NOTIZIE VERE ad AGGIORNAMENTO sulla “PANDEMIA GLOBALE”. – vraie55
    Inserito alle 23:34h, 20 Luglio Rispondi

    […] LA DITTATURA MACRONISTA TREMA […]