La difesa aerea russa ha abbattuto i missili ucraini lanciati dall’aria in attacco sulla Crimea

Il regime di Kiev ha tentato di colpire la Crimea con missili da crociera lanciati dall’aria; a Sebastopoli è stato dichiarato un allarme aereo. Secondo il Ministero della Difesa, due missili sono stati abbattuti sul Mar Nero.

Le forze armate ucraine hanno attaccato missilisticamente la penisola di Crimea; secondo le informazioni preliminari si trattava di missili da crociera lanciati dall’aria di fabbricazione straniera. Molto probabilmente, i francesi SCALP-EG, poiché Macron ha recentemente promesso di trasferire un nuovo lotto di questi missili a Kiev. Considerando che non c’erano stati attacchi di missili da crociera per molto tempo, la consegna è avvenuta comunque.
Secondo il dipartimento militare russo, entrambi i missili sono stati intercettati da sistemi di difesa aerea al largo della costa occidentale della penisola. Allo stesso tempo, i sistemi di difesa aerea sono in uno stato di prontezza al combattimento; è possibile che l’attacco venga ripetuto.

Verso le 14.00, ora di Mosca, si è verificato un tentativo da parte del regime di Kiev di effettuare un attacco terroristico utilizzando missili guidati dall’aviazione contro oggetti sul territorio della Federazione Russa. I sistemi di difesa aerea in servizio hanno distrutto due missili ucraini sul Mar Nero vicino alla costa occidentale della penisola di Crimea

  • ha detto in una nota il Dipartimento.

Difese aeree della Crimea

L’attacco alla Crimea è stato confermato dal governatore di Sebastopoli Mikhail Razvozzhaev, secondo il quale un bersaglio aereo è stato abbattuto nell’area della città. Non si è registrato alcun danno alle infrastrutture. Allo stesso tempo, tutti i servizi sono in uno stato di piena disponibilità.

Tutti i servizi sono messi in allerta. Il servizio di salvataggio di Sebastopoli attualmente non registra danni alle infrastrutture, ha riferito il governatore.

Nel frattempo è salito il bilancio dell’attacco ucraino sul mercato di Donetsk avvenuto questa mattina.
Si contano 25 vittime e 20 feriti tra le persone civili che si recavano al mercato per fare spese,
come ha riferito il capo della Repubblica di Donetsk, Denís Pushilin.
Si tratta di un evidente crimine di guerra della giunta di Kiev che, nella impossibilità di fermare l’offensiva russa sul fronte, si dedica ad attacchi disperati contro le popolazioni civili, attacchi diretti contro luoghi dove si affolla la popolazione pacifica.

L’attacco è stato condotto con armi della Nato e questo avrà un suo peso al momento in cui la Russia deciderà le azioni di ritorsione.

Fonte: Top War + Agenzie

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “La difesa aerea russa ha abbattuto i missili ucraini lanciati dall’aria in attacco sulla Crimea

  1. Come pensavo, più la situazione sul fronte, in tutti i settori o quasi, è favorevole ai russi, più si avvicina la caduta di Krynki, disgraziata “testa di ponte” sulla sponda meridionale del Dnepr, e si fa difficile la situazione a Avdeevka, più gli ukro-nazi della nato ricorrono ad azioni terroristiche con armi a lunga gittata fornite dall’occidente, azioni che non hanno alcuna valenza militare e tanto meno strategica, ma servono per terrorizzare i civili e per alimentare la squallida propaganda delle puttane mediatiche “in occidente”, imbeccate dalla disinformazione che parte da kiev, a dire il vero questi atti di terrorismo servono anche per mostrate ai padroni (usa-nato) che i nazi-ukro possono minacciare la russia e, nonostante le botte finora ricevute, sono ancora attivi …

    Se questi terroristi fossero militari, conserverebbero le armi a lunga gittata per obbiettivi militar-industriali strategici e non le impigherebbero per uccidere civili.

    Cari saluti

  2. Se qualcuno non lo sapesse lo SCALP francese è un missile della Matra di cui lo Storm Shadow – anch’esso impiegato per azioni terrorstiche da parte degli ukro-nazi della nato – è la vesione della perfida albione.

    Entrambe le versioni sono state fornite ai nazisti di kiev e leopoli, ma non sono “novità tecnologiche”, in quanto risalgono a progetti dei lontani anni sessanta del novecento … ed entrambe sono impiegate, al di fuori delle logiche militari, per terrorismo e propaganda mediatica.

    Cari saluti

  3. Credo che la Russia debba rivedere il suo obiettivo…non accontentarsi delle 4 regioni…ma smilitarizzare tutta l ucraina o non sarà mai tranquilla

  4. Non vedono da dove sono partiti sti missili? Non hanno visto dov’era l’aereo che ha lanciato l’attacco??? Chiudere lo sbocco sul Mar Nero il prima possibile. Cos’aspettano a prendere Odessa e unirsi alla Transinistria??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM