La democrazia europea non esiste più: questo è il principale risultato della pandemia


dii Igor Maltsev


Muore un nonno austriaco di 90 anni. Prima della sua morte, dice: “Qui tu, nipote, hai chiesto com’era sotto Hitler. Quindi dovresti sapere: esattamente come è adesso, solo gli slogan erano diversi “. No, questo non è uno scherzo, se speravi. Due settimane fa è morto il nonno di un mio conoscente, proprietario di un ristorante a Vienna. No, non da covid. È morto di vecchiaia. E, anche se aveva 90 anni, il suo cervello, a giudicare dal testo, è rimasto chiaro.

Seduto in un ristorante di Mosca senza maschera, in generale, è difficile immaginare cosa stia succedendo esattamente in Europa. In superficie – un blocco dopo l’altro, ognuno dei quali abbatte leggermente le cifre dell’infezione, ma dà istantaneamente un picco quando il blocco si allenta – anche con le più piccole indulgenze come l’apertura di scuole e asili. Ristoranti, hotel e “negozi opzionali” sono fuori discussione, così come caffè e teatri.

Una semplice catena logica – “blocco – creazione di uno” strato sterile “- incontro alla realtà – aumento delle infezioni” sfida la comprensione dei governi locali. Per loro, è il teorema di Fermat, se non peggio. Inoltre, di recente non sono stati salvati blocchi e se il virus mutante, che giustifica qualsiasi misura contro la propria popolazione, ha deciso di diffondersi, questi lo fa facilmente e semplicemente.

Da più di sei mesi ormai i giornali tedeschi vengono pubblicati con lo stesso tipo di materiale e anche i titoli sembrano essere gli stessi. Riguardo ai focolai di infezione, alla crescita dell’infezione, al fatto che tutti moriranno se si opporranno agli ordini del governo. A volte diluiscono i materiali informativi con calci al “vaccino antidemocratico” russo e con gli osanna alla Pfizer. Una volta al mese, il cancelliere Merkel afferma che “la luce è visibile alla fine del tunnel” e resta da pazientare solo fino al nuovo anno, poi fino a St. San Valentino, poi fino all’8 marzo, poi fino a Pasqua. E ogni volta i dadi si stringono sempre di più.

La vaccinazione, sulla quale erano riposte le speranze, grazie agli sforzi dell’ex ministro della Difesa della Repubblica federale di Germania, e ora comandante dell’Unione europea, una ragazza di nome Von der Leyen, è stata stupidamente fallita. Ancora una volta, tutti contano istericamente il numero di infetti e nessuno menziona che nei paesi con cure mediche decenti, il numero di morti per covid sta diminuendo. Infezione – su, mortalità – giù. Cioè, nessun blocco salva dall’infezione, ma la medicina salva dalla morte. Punto.
E poi sul mio secondo monitor lo storico Radzinsky ha gridato sopra l’Eco di Mosca: “E sai cosa ha fatto Hitler in primo luogo? Ha vietato le manifestazioni! E poi le feste! E ha iniziato ad ascoltare le conversazioni dei cittadini! ” Ci parla dell’ascesa al potere di Hitler, parte 3.

Beh, di qualcosa che non è così ovvio per un residente di Mosca che non è mai stato costretto a camminare per strada indossando una maschera. La democrazia europea, che ogni intellettuale russo ama sognare nel suo villaggio al chiaro di luna al suono di un secchio di zinco e l’abbaiare dei cani dei vicini, non esiste più. E questo è il risultato principale della cosiddetta pandemia. “Hitler ha proibito le manifestazioni” urla Radzinsky e il suo grido è nelle mie orecchie (cosa posso fare – grida sempre). Per la prima volta dai tempi del Cancelliere Adolf, il Cancelliere Angela ha vietato le manifestazioni. E così ha fatto il cancelliere austriaco Kurz. Le persone ideologicamente vicine possono uscire per le strade. Pertanto, nel centro di Vienna e nel centro di Berlino, i pensionati sdraiati a terra vengono picchiati con i manganelli per essere stanchi di vivere in una prigione naturale e chiedendo che il governo cambi i metodi di combattimento al covid a favore della popolazione, e non contro di essa. Ma se sei una femminista e esci l’8 marzo con lo slogan “metti tutti gli uomini in catena”, allora nessuno ti toccherà. Tutto è secondo i precetti del nonno di Adolf.

Proteste in Francia

A proposito di questo tema
La vaccinazione in Europa ha seguito la strada delle “salsicce alla fine dell’URSS”
Il riscaldamento globale, zero covid e la Russia meritano sanzioni.
La caduta dell’economia britannica deve affrontare nuovi problemi-
I diritti civili della popolazione sono ridotti secondo il principio del taglio del salame – fette sottili. Il divieto di circolazione non solo all’estero, ma anche nel Paese. Il divieto di circolazione in città. Coprifuoco. Divieto di commercio (Hitler, però, si limitava solo alle botteghe ebraiche). Divieto di dissenso. Divieto di dimostrazione. Il divieto di partito è rimasto. Invece no – è già in vigore, ma senza decreto, puramente pratico – l’unico vero partito parlamentare di opposizione, l’AfD, è stato ufficialmente posto sotto la supervisione dell’Ufficio per la Tutela della Legge Fondamentale – cioè un partito politico sotto indagine. Ora i loro telefoni vengono intercettati, la loro corrispondenza viene letta (oh, sì – “Hitler ha iniziato a intercettare i cittadini!” – urla Edward Radzinsky). Ma quando Hitler ha fatto questo, ha detto: “perché sono tutti comunisti”, quando la Merkel – scatena un branco di media e deputati del partito al governo, così che dicono con la bocca “perché quelli sono nazisti”. Il nonno morente ha detto “ora gli slogan sono diversi”.
I giornali tirano sondaggi cerimoniali quest’anno pre-elettorale: “La CDU / CSU si sta muovendo trionfalmente verso le elezioni”, “oltre il 57% della popolazione approva le azioni della coalizione di governo durante l’epidemia” e così via. Se ora, vedendo tutto questo casino totale, i tedeschi votano davvero per il partito della Merkel e “approvano le misure del partito e del governo”, allora ci sono due opzioni: o sono davvero pazzi o i numeri sono palesemente falsificati. Quale di questo sia peggio non è molto chiaro.

Berlino, un manifestante in protesta brandisce la costituzione di fronte alla polizia

Da un lato, i cittadini europei si separano così facilmente e semplicemente dai diritti civili, politici e persino umani che viene fuori un solo pensiero: questa democrazia era così gravosa per loro che colui che ha trovato gli slogan e le ragioni necessarie per lo smantellamento, eccelleva in Questo. Per la salute della nazione! Grande slogan. Ma il problema è che non puoi battere di nuovo gli ebrei, anche se a questo scopo puoi inviare due milioni di congelati dall’est nel paese – ce la faranno. E chi è che un normale tedesco odia allegramente al mattino? I giornali indicano utilmente l’obiettivo, ancora una volta i russi. Di nuovo la Russia.

*Igor Maltsev, scrittore, giornalista, pubblicista

Fonte: Vista.ru

Traduzione: Sergei Leonov

13 Commenti
  • Mario
    Inserito alle 17:46h, 21 Marzo Rispondi

    W RUSSIA W CINA UNICI BALUARDI
    CONTRO L ‘IMPERO DEL MALE
    EBREI INGLESI AMERICANI .. MA ORMAI SIETE ALLA FINE BASTARDI ASSASSINI.
    W RUSSIA W CINA W LA LIBERTÀ.

  • antonio
    Inserito alle 18:51h, 21 Marzo Rispondi

    francesi vi governa un servo dei Rockfeller-Rotschild, usa esercito e polzia contro i cittadini, cacciatelo

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 20:21h, 21 Marzo Rispondi

    Al contrario di quanto si afferma nel titolo dell’articolo, la “democrazia eurpea” esiste, eccome se esiste!
    Solo che sta mostrando il suo vero volto, ovviamente per chi vuole vedere …

    Cari saluti

  • Pippo
    Inserito alle 23:14h, 21 Marzo Rispondi

    Questo è un genio!Prende ceffoni a tutto spiano da Tizio, però se la prende con Hitler, cosi può ritenersi tutto soddisfatto…Un po’ come nella famosa scena di Totò.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 02:51h, 22 Marzo Rispondi

      di cosa si stupisce ?
      qui si inneggia alla cina comunista e che nel 42 l’unione sovietica aveva il nemico alle porte…

      hitler voleva eliminare dalla faccia della terra ebrei e comunisti, mi dica lei se era nel torto o nella ragione… ah, aggiungiamo pure i froci altri deviati da mettere nella lista di chi sta rovinando il mondo

      ricordo solo che è oltre un anno che a tappe alterne siamo con il coprifuoco notturno, manco quando c’era la guerra fu usato, e pensare che allora stava la “dittatura”…..

      • atlas
        Inserito alle 06:05h, 22 Marzo Rispondi

        come ha sottolineato pure Eugenio Orso articolo anche condivisibile in alcuni suoi contenuti e spunti ma assolutamente da rigettare nella sua impronta, già dal titolo. Almeno per un Nazional Socialista

        riguardo alle ultime notizie la frattura che provoca la democrazia nelle società porta alla violenza perchè la democrazia E’ un sistema violento e ingiusto, incerto, insicuro, indeterminato, e non certo alla pacifica e civile convivenza. Coloro che, sia in italia che nelle Due Sicilie, assumono comportamenti pubblici scandalosi, che contrastano con il Diritto vivente e la Costituzione materiale data dalla consuetudine dei comportamenti ispirati alla morale e alla Religione dalla maggior parte della gente, sconvolgendo le coscienze, non sono loro i violenti ?

        https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/03/21/omofobia-attivista-di-gaynet-aggredito-in-metropolitana-a-roma-calci-e-pugni-per-aver-dato-un-bacio-al-compagno/6140518/

        • atlas
          Inserito alle 08:56h, 22 Marzo Rispondi

          se penso che in Tunisia (che non è l’Arabia Saudita) si va in galera se un ragazzo bacia una ragazza in strada mi rendo conto che l’Europa è nella MERDA

          • Aureliano71
            Inserito alle 05:15h, 23 Marzo

            Beh certo, in una società dove la vita è intesa come penitenza e rinuncia anche un bacio diventa qualcosa di sconcio, un atto sessuale. Amo talmente i paesi mussulmani che sono dispiaciuto di vedere depauperata così tanta parte del loro patrimonio umano a causa delle migrazioni, quindi auspico che il governo italiano rimedi a questa ingiustizia rimpatriandone molti.
            Comunque per esperienza personale posso dire che alle donne muslim piace il sesso orale, sia riceverlo che donarlo, ma con il marito non si può che si rischia la lapidazione o l’acido in faccia.
            Ci pensiamo noi italianii a soddisfarle, fare cornuto un mussulmano che ha la mania del controllo sul corpo della moglie da un sottile piacere in più.

  • Aureliano71
    Inserito alle 05:07h, 23 Marzo Rispondi

    Eh lo so, molti frequentatori del sito non sono contenti di leggere nero su bianco ciò che loro ignorano pontificando su un passato di cui conoscono ben poco e su cui hanno assunto posizioni ideologiche prive si fondamento.
    Ovvero che sotto il nazifascismo la gente stava di merda, ve ne dovrete fare una ragione perché chi ha avuto nonni disponibili alla narrazione lo sapeva da molto tempo.
    Probabilmente costoro si immaginano in quel periodo storico nel ruolo di qualche gerarchia, ma quella era una ristrettissmia minoranza (tutti gli altri subivano vessazioni) peraltro appoggiata dalla stessa borghesia che poi ha messo in piedi la finta democrazia.
    Le camicie nere in Italia erano al swrvizio dei latifondisti, in pratica contractors che ansavano in giro a menare come fabbri chiunque in quel contesto di bracciantato ipersfruttato osasse rivendicare qualche diritto.
    Comunque al netto si pulsioni dittatoriali sempre presenti la democrazia ha saputo dare ai paesi occidentali un trentennio d’oro in cui le differenze sociali si sono ridotte e vi è stato anche un notevole fermento culturale.
    Non dovreste essere scontenti, il regime del passato di cui tessete le lodi e avete nostalgia lo state vivendo sulla vostra pelle, era proprio come oggi e forse pure peggio in termini di limitazioni.
    Non vi piace?

    • giorgio
      Inserito alle 08:23h, 23 Marzo Rispondi

      Non è che la liberal democrazia occidentale ci ha regalato trent’anni di progresso, diritti e riduzione di disuguaglianze ……..
      questo è stato un effetto “collaterale” ….. i padroni del vapore per smerciare beni di consumo hanno pur sempre bisogno che i poveracci, il popolo, abbia qualche soldo in tasca da farsi depredare …… quanta gente negli anni 60-70 ha comprato l’auto e gli elettrodomestici a rate, firmando montagne di cambiali ……
      Ora che la mungitura è quasi al termine ….. ritornano alle maniere forti …..
      Nell’alternarsi dei cicli storici l’èlite dominante passa dal bastone alla carota a seconda della convenienza ……
      Ora la strategia si è fatta più sottile ……. Per comprarsi il consenso non c’è bisogno di carri armati oppure di assunzioni clientelari e rinnovi contrattuali ……. basta il rimbecillimento sparso a piene mani dai media ……

  • Teoclimeno
    Inserito alle 06:31h, 23 Marzo Rispondi

    “Quando il potere è in mano d’uno solo, quest’ultimo sa d’esser uno e di dover contentare molti; ma quando i molti governano, pensano soltanto a contentar se stessi, e si ha allora la tirannia più balorda e più odiosa: la tirannia mascherata da libertà”.
    Il fu Mattia Pascal. Luigi Pirandello, Premio Nobel per la letteratura nel 1934.

Inserisci un Commento