La CSTO invia forze di pace in Kazakistan


Il Consiglio di sicurezza collettivo della CSTO ha deciso di inviare le forze di pace dell’organizzazione in Kazakistan. Parteciperanno alla normalizzazione della situazione nella repubblica asiatica.

Ad annunciare la decisione il primo ministro armeno Nikol Pashinyan, attualmente presidente del Consiglio di sicurezza collettiva della Csto.

“In relazione all’appello del Presidente della Repubblica del Kazakistan Kassym-Zhomart Tokayev e in considerazione della minaccia alla sicurezza nazionale e alla sovranità della Repubblica del Kazakistan causata, tra l’altro, da interferenze esterne, il Consiglio di sicurezza collettiva della CSTO , in conformità con l’articolo 4 del Trattato di sicurezza collettiva, ha deciso di inviare le forze collettive di mantenimento della pace della CSTO nella Repubblica del Kazakistan per un periodo di tempo limitato al fine di stabilizzare e normalizzare la situazione in questo paese “, ha scritto Pashinyan sulla sua pagina Facebook.

L’Organizzazione del Trattato per la sicurezza collettiva (CSTO) comprende Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia, Kirghizistan e Tagikistan.

Ricordiamo, “Russian Vesna” ha riferito che ieri sera il presidente del Kazakistan Tokayev ha rivolto un appello ai capi dei paesi della CSTO con la richiesta di fornire assistenza alla repubblica di fronte all’aggressione esterna e minare l’integrità dello stato.

“Badandosi sul trattato di sicurezza collettiva, oggi mi sono rivolto ai capi degli stati della CSTO per aiutare il Kazakistan a superare questa minaccia terroristica”, ha detto il capo di Stato in TV, sottolineando che le “bande terroristiche” che operano nel paese sono essenzialmente internazionali, agenti provocatori, essi sono passati attraverso un addestramento serio fatto all’estero , e “il loro attacco sul Kazakistan può e deve essere visto come un atto di aggressione”.

Fonti: Rusvesna.ru RT News

Traduzione: Sergei Leonov

Aggiornamento: Scontri in Piazza della Repubblica ad Alma-Ata, liquidati decine di attentatori (FOTO)
01/06/2022 – 9:23
Durante la battaglia in Piazza della Repubblica nel centro di Alma-Ata, le forze di sicurezza in equipaggiamento militare hanno portato sul ring i pogromisti, inoltre, sono stati eliminati decine di criminali e agenti provocatori che hanno cercato di prendere d’assalto l’edificio della polizia.
Gli stessi progromisti avevano incendiato e saccheggiato auto, negozi e centri commerciali ed avevano attaccato le forze di polizia lasciando sul terreno centinaia di feriti ed varie vittime. La situazione stava andando fuori controllo.
Le forze di sicurezza inviate dai paesi della CSTO hanno il compito di bloccare la “rivoluzione colorata” sobillata dall’estero per instaurare un governo filo USA nel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM