La crisi sta “divorando” l’Unione Europea: la ribellione di Polonia e Ungheria porterà al suo crollo

La vecchia Europa, l’Europa tradizionale, non vede più il futuro nel quadro dell’Unione europea come lo è attualmente. C’è una grave spaccatura nell’Unione europea, ha detto a Nation News l’esperto politico Anton Bredikhin.

Ultimamente si sente sempre più spesso che la crisi “divora” l’Unione Europea. Molti esperti e politici ritengono che tutti i processi in corso in Europa oggi stiano portando al collasso dell’UE come oggi è strutturata.

Quindi, oggi una delle notizie più discusse nell’UE è che Varsavia e Budapest hanno bloccato l’adozione del bilancio dell’UE di sette anni e del fondo per la ripresa dalla pandemia (Recovery Fund) – solo due trilioni di euro.

I paesi dell’Est si sono opposti a una clausola di bilancio in cui i finanziamenti per gli Stati membri dell’UE dipenderebbero dal rispetto delle norme della UE sullo “Stato di diritto”. L’Europa liberal di Bruxelles ha già annunciato che i “dittatori” di Polonia e Ungheria vogliono distruggere l’Unione europea.
In qualità di membro della Commissione per la scienza e l’istruzione del Consiglio per gli affari nazionali sotto il governo di Mosca, l’esperto politico Anton Bredikhin, ha riferito a Nation News, come è importante che la Polonia sia inclusa in questi due paesi dissenzienti.

Proteste in Polonia contro la UE

Con l’Ungheria, quindi tutto è chiaro, ritiene l’esperto, di recente ci sono state tendenze antieuropee piuttosto forti, anche sulla politica migratoria, interazione con la Russia, ci sono stati disaccordi sull’uso dei farmaci per il coronavirus.

La Polonia, tuttavia, è un paese che è entrato costantemente nell’Unione europea. In primo luogo, sono state create una serie di euroregioni polacco-tedesche, che miravano a formare un unico campo legale, economico e culturale nei confini di Germania e Polonia, e questo solo dopo che la Polonia è stata inclusa nell’UE. È stata un ottimo esempio per altri paesi su come entrare in un’alleanza, dice Bredikhin.

Marcia Nazionale in Ungheria

La crisi sta “divorando” l’Unione Europea: la ribellione di Polonia e Ungheria porterà al suo crollo a giudizio di analisti internazionali.

“Oggi in Polonia c’è una lotta molto seria per la difesa dei valori tradizionali, i polacchi vedono che l’Europa sostiene coloro che sostengono la legalizzazione dei matrimoni LGBT, l’eutanasia, l’eugenetica e altri dogmi dell’ideologia liberal, di conseguenza, fra la Polonia e il fronte liberal di Bruxelles una divisione molto grave è apparsa nell’Unione Europea.
La vecchia Europa, Europa tradizionale del futuro nel quadro di un’UE come ora è, non si vede più.

È tempo che gli europei riflettano sul tipo di unione che avranno in futuro, e questa è una questione per il prossimo futuro, e non per un futuro lontano “, ritiene il politologo.
In precedenza, Bredikhin aveva detto che i punti di tensione in Polonia sarebbero apparsi sistematicamente, oggi questo riguarda l’intera Unione europea e l’edificio della costruzione trema.

Fonte: Nation News

Traduzione: Sergei Leonov

11 Commenti
  • Anonimo
    Inserito alle 13:09h, 28 Novembre Rispondi

    Crolla ?
    Per gli europei sarà giorno di festa , con danze e cadenza settimanale , La Festa Del Crolla !

  • songanddanceman
    Inserito alle 16:31h, 28 Novembre Rispondi

    Il – Nation News – non ci ha capito niente , … !!
    NON ci sarà nessun crollo , anzi la Oligarchia/Plutocrazia che comanda l’EUropa/BCE a trazione tedesco/francese/olandese
    si assesterà ancora di più nel ruolo di “sceriffo di Nottingham “.
    Caso mai , sarà ancora più schiacciata/eliminata la classe media & saranno definitivamente cancellati i diritti dei lavoratori
    rimasti .
    Le nazioni mediterranee ( Italia in primis ) avranno la peggio , ovviamente .
    Per quanto riguarda l’italia ( che è quello che personalmente mi interessa ) ,
    forse , solo un mezzo-miracolo Ci potrà salvare (( … ” salvare ” relativamente ovviamente ,
    l’unica salvezza sarebbe uscire dalla gabbia/giogo EUROpeo , ma questa è un’altra Storia che tutti ammettono , prima di ogni elezione,
    ma nessuno dei “N/S.” politici ( … cialtroni ) applica dopo )) .
    Cioè l’elezione di Trump .
    La settimana compresa tra il 30 novembre ed il 5-6 dicembre, negli USA si preannuncia come un crocevia storico che
    deciderà il destino di molti, compresi Noi italiani – a causa dei legami dei – Democrats e del burattino Biden –
    a favore delle élites franco-tedesche dell’EU ( vedi : Obama – Merkel , ecc. )
    IN più Loro hanno un “ottimo ” portavoce in Italia che è al governo da quasi 10 anni : IL PD & Co. ( F.I. … + EUROpa , L.& U. , Italia Viva , . ecc. )
    Costoro lavorano da decenni contro l’Italia e troverebbero in Biden l’alleato perfetto per “finire il lavoro”,
    annichilendo il nostro paese con un’immancabile “crisi da spread”/debiti seguita dall’altrettanto immancabile intervento della Troika.
    Il fine ultimo è sempre lo stesso:
    depredare ciò che resta della “fu” III°/ IV° potenza industriale del Mondo, prima di quella che a me sembra sempre più una “rivoluzione colorata”, ovvero “Mani Pulite” (sostenuta dai democrats clintoniani), che ci consegnò alle “cure” dei globalisti
    (v. Prodi, Ciampi, Draghi, gente tragicamente ancora in circolazione nonostante le torture inflitte al Paese).

    • nicholas
      Inserito alle 18:13h, 28 Novembre Rispondi

      Che bel futuro che ci attende. Come si dice la speranza è ultima a morie. Allora, speriamo, tutti quanti in un miracolo.

    • Lostinspace
      Inserito alle 11:03h, 29 Novembre Rispondi

      Purtroppo 90% della popolazione non capisce l’importanza delle elezioni USA. Tutto il mondo dipende dalla vittoria di Trump(che sarà dura ma non impossibile anzi,le cose stanno andando per il verso giusto). Per non parlare della Mass-media che , ovviamente è controllata e obbligata a non diffondere la realtà. È strano come la gente non capisce che sono stati limitati o addirittura cancellati dei diritti fondamentali per la persona,con la scusa del Covid. Poi,basta guardare il numero complessivo dei decessi (facendo il confronto con gli anni passati) per capire che non c’è alcuna pandemia(Viva l’[email protected] figli di p.).A questo punto non ci resta che sperare….
      God help us and God bless America (@therealAmerica) !

  • antonio
    Inserito alle 19:43h, 28 Novembre Rispondi

    la UE e la BCE, sono il giardino di casa dei Rockfeller-Rotschild

  • giorgio
    Inserito alle 19:56h, 28 Novembre Rispondi

    ….. E qualcuno dice che i “cattivi” sono i defunti Stalin e Mao …….

  • eusebio
    Inserito alle 06:26h, 29 Novembre Rispondi

    La UE è il cuore dell’impero sionista, senza anglo perchè negli USA esistono degli strumenti più o meno democratici per cui la componente della popolazione meno controllata dalla finanza ebraica, ovvero la popolazione del grande interno, può ribellarsi e ostacolare il controllo del governo da parte della minoranza giudaica.
    Del resto l’elìte finanziaria ebraica vive nelle grandi città della costa e controlla la politica USA attraverso le oligarchie criminali delle periferie delle grandi aree urbane, ma poi le tasse le pagano un pò come in Francia le classi medio-basse della provincia profonda, e i soldati vengono arruolati tra gli abitanti bianchi degli stati dell’interno, un pò come nella seconda guerra mondiale quando al fronte di neri ce n’erano pochi.
    Se la popolazione bianca e cristiana dell’interno si ribella, per l’oligarchia ebraica con appendice nera delle città della costa sono guai, in fondo Trump newyorkese suocero di un giudeo era solo un mediatore, adesso i suoi elettori si sono incavolati e c’è il rischio di guerra civile.
    Questi sono guai per l’appendice ebraica che governa la UE non democratica, perchè la governa attraverso quell’esercito di occupazione USA che non vuole più, essendo arruolato tra le classi medio-basse bianche dell’interno (soprattutto attraverso le guardie nazionali), combattere le guerre per Sion, e inoltre pagare tasse enormi per un enorme apparato militare esterno che serve solo a mantenere il potere sul globo della finanza predatrice giudaica.
    I bianchi americani devono pagare tasse enormi e morire in guerra per conto di miliardari ebrei che non pagano le tasse e che li controllano politicamente e li fanno pestare attraverso clientele di teppisti neri che non pagano tasse e non fanno il militare, questa situazione non poteva durare.
    La UE come la conosciamo, con la sua classe dominante sionista che controlla finanza, economia, media e burocrazia, lo faceva perchè non essendo un organismo democratico e disponendo dell’esercito di occupazione USA poteva reprimere il dissenso e scaricare i costi dell’occupazione del potere sulla classe media USA, ma visto che questa ora si ribella e potrebbe finire in guerra civile non essendoci più la mediazione di Trump per le elitès non democratiche europee si mette male, devono alzare le tasse per crearsi una propria copertura militare chiedendo ulteriori sacrifici ad una classe media già molto impoverita e angariata dalle masse di migranti afroislamici fancazzisti fatti entrare dalle elitès giudaiche come armata mercenaria di riserva.
    In Francia sta succedendo che neoproletari bianchi e poveri multietnici delle periferie si stanno alleando contro l’oligarchia giudaica degli Attali, Levy, Kuchner, Cohen Bendit ed affini, presto il mostro UE si dissolverà, a partire dal nucleo tedesco della cancelliera ex agente STASI degli ebrei Wolf e Gysi.

  • Sandro
    Inserito alle 10:03h, 29 Novembre Rispondi

    Unione da “unire”= mettere insieme. Se L’Europa è unita allora anche i detenuti di una prigione lo sono, sono stati messi insieme in un unico sazio. Si, ma con quale consenso o volontà?

Inserisci un Commento