La crisi globale ed il progetto Qanon


di Mark Gabriel Draghi

Con la pandemia COVID-19 che si sta diffondendo in tutto il mondo, è diventato evidente che l’economia globale è ora ufficialmente entrata in recessione. Pandemia vera o falsa solo gli esperti scientifici possono rispondere a questa domanda.

Naturalmente, non entreremo nei dibattiti che mirano a rendere l’esecutivo, un organo al servizio delle lobby farmaceutico-chimiche, e a ricordare l’osservazione crudele di quindici anni di distruzione dei nostri servizi pubblici.

Quello che ci interesserà qui sono le conseguenze economiche di questa pandemia, perché ciò che è certo è che questa epidemia globale serve e servirà da pretesto e capro espiatorio, per formalizzare ora il collasso dell’economia mondo con i popoli e le nazioni del mondo.

In Francia già, la lotta (psicosi) contro il coronavirus ha consentito l’adozione di misure di shock che sono state prese molto rapidamente, in particolare l’abrogazione temporanea e parziale. del codice del lavoro.

E non parliamo di misure di privazione della libertà con l’introduzione di un confinamento generale da metà marzo, sull’intero territorio nazionale. È indispensabile comprendere che tutte queste misure sono state adottate per salvarci da morte certa, e quindi dobbiamo accettarle senza battere ciglio …

Inoltre, dopo la futura vittoria contro il Coronavirus, dovremo mostrare la stessa solidarietà e lo stesso “senso di sforzo”, questa volta per resistere alla crisi finanziaria, una conseguenza “ovviamente” di questa pandemia globale …

La recessione è già qui
Negli ultimi giorni, diverse dichiarazioni di importanti personalità del mondo della finanza vanno nella direzione di questa imminente crisi finanziaria, ricordando al contempo l’obiettivo principale: sconfiggere il nostro comune nemico COVID-19.

La nostra nuova presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde è stata la prima a dichiarare che dovremmo aspettarci una ” notevole ” recessione nella zona euro a causa dell’impatto dell’epidemia di coronavirus: ” Gran parte del “l’economia è temporaneamente ferma, pertanto l’attività economica nella zona euro si contraerà considerevolmente “, ha dichiarato l’ex direttore dell’FMI, il giorno dopo che la BCE ha annunciato un massiccio piano di sostegno 750 miliardi di euro.

Da parte sua, il capo della Fed, Jérôme Powell, ha dichiarato, poco prima della pubblicazione di richieste di sussidi di disoccupazione settimanali negli Stati Uniti (stabilendo il record di 3.283 milioni contro un precedente record di 695.000 stabilito quasi 40 anni fa) , che il gigante americano ” potrebbe benissimo essere in recessione “, ma che la priorità è controllare la diffusione della pandemia di Covid-19. Ha immediatamente aggiunto che l’attività dovrebbe riprendere nella seconda metà del 2020 e che la Fed ha ancora margini di manovra …

Anche l’attuale amministratore delegato dell’FMI, Kristalina Georgieva, lo ha reso noto venerdì scorso. Pertanto, sottolineando l’eccezionale natura della situazione attuale, la signora Georgieva ha indicato di aspettarsi una recessione ” abbastanza profonda ” nel 2020, probabilmente peggiore di quella del 2009 che seguì la crisi finanziaria. “ Non abbiamo mai avuto un’economia ” che si interrompe improvvisamente, ha aggiunto.

” Pertanto sollecitiamo i paesi a intensificare le misure di contenimento in modo aggressivo ” , ha affermato in una conferenza stampa, ” possiamo ridurre la durata di questa crisi “. Il capo del Fondo monetario internazionale prevede addirittura una ripresa nel 2021, a condizione che i governi adottino misure adeguate e ” coordinate “.

Il punto di vista dell’amministratore delegato del FMI è molto interessante, si è anche congratulata con gli Stati Uniti che hanno promulgato una legge per portare aiuti di oltre 2.000 miliardi di dollari alle famiglie e alle imprese nel paese. ” È un passo molto gradito, è molto importante per il popolo americano “.

È anche importante per il resto del mondo, data l’importanza degli Stati Uniti, ha sottolineato, sottolineando la necessità di attutire lo shock economico per la più grande economia del mondo, costretta da molti paesi a interrompere l’attività delle piccole imprese, confinare le popolazioni e sospendere la stragrande maggioranza dei collegamenti aerei internazionali.

Il capo del FMI ha inoltre elogiato il fatto che questo massiccio pacchetto di aiuti sia stato ” ben mirato “, poiché rafforzerà la capacità del sistema sanitario e ” aiuterà i lavoratori e le loro famiglie a essere protetti da un’improvvisa perdita di reddito”. , in modo che possano soddisfare le loro esigenze quotidiane “.

Tuttavia, le grandi banche americane, tra cui JP Morgan e la Federal Reserve americana, hanno rapidamente stimato che la disoccupazione potrebbe ancora colpire molto rapidamente circa 50 milioni di americani nelle prossime settimane.

Ma allora come farà il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a resistere politicamente a questa gigantesca crisi che si profila?

La crisi negli Stati Uniti
Poiché la copertura della sicurezza sociale è inferiore in America che in Europa, dovrà creare un effetto diretto e rapido sul potere d’acquisto. Perché gli Stati Uniti, presentati per alcuni mesi come il paese della piena occupazione, hanno appena registrato un numero gigantesco di richieste di disoccupazione (tre milioni e mezzo di persone in una settimana). Un’accelerazione senza precedenti, quattro volte di più rispetto alla crisi dei mutui subprime del 2008 nel giro di pochi giorni.

Pertanto, un aumento significativo dei disoccupati negli Stati Uniti significa meno consumatori, quindi meno importazioni, meno scambi con i paesi partner e quindi un generale rallentamento dell’economia mondiale. Ecco perché, come puoi immaginare, il reale impatto di questa temporanea crisi finanziaria avrà conseguenze ben oltre l’anno 2020.

Il CARES Act firmato da Donald Trump qualche giorno fa ha convalidato il massiccio piano di salvataggio per l’economia americana. Vale oltre 2000 miliardi di dollari (1.842 miliardi di euro), deve sostenere industrie, piccole imprese e cittadini colpiti dall’epidemia di Covid-19.

Trump ha dichiarato sul suo account Twitter: ” Ho appena firmato il CARES Act, il più grande piano di supporto nella storia degli Stati Uniti, due volte più grande di qualsiasi altro piano di supporto mai implementato , “A $ 2,2 trilioni, questo testo fornirà l’assistenza di cui hanno urgentemente bisogno le famiglie, i lavoratori e le imprese della nostra nazione “.

Il piano di sostegno mira a sostenere l’economia americana attraverso una massiccia iniezione di denaro. Tra i 2.000 miliardi di dollari, 500 miliardi sono destinati alle imprese industriali più colpite dai prestiti; Sono previsti inoltre 290 miliardi di aiuti diretti ai cittadini, che possono raggiungere i 3.000 dollari per famiglia e dovrebbero essere versati entro tre settimane.

Inoltre, ci sono $ 350 miliardi per prestiti alle piccole imprese, $ 250 miliardi per i lavoratori disoccupati, almeno $ 100 miliardi per gli ospedali e il sistema sanitario e fondi aggiuntivi per altre esigenze sanitarie. Quasi 150 miliardi di dollari sono infine destinati agli Stati e alle autorità locali per combattere l’epidemia.

Come notato, questo piano purtroppo non ha impedito l’esplosione delle richieste di sussidi di disoccupazione settimanali la scorsa settimana o il record storico di 3 milioni di persone è stato infranto. Ovviamente, sono state le misure adottate a contenere la pandemia di coronavirus che hanno improvvisamente posto fine all’attività di una parte del paese, provocando un’ondata senza precedenti di licenziamenti.

Federal Reserve USA

Progetto Q e la Federal Reserve
Tuttavia, secondo Q e la teoria di Qanon, questa crisi del Coronavirus ha appena permesso a Trump di fare un nuovo passo nel suo processo di liberazione degli Stati Uniti dal controllo dello Stato profondo. Trump e il suo team (supervisionati dall’intelligence militare) sarebbero persino riusciti a prendere abilmente il controllo della Fed.

Sì, mi hai capito bene, Donald Trump avrebbe assunto il controllo della Federal Reserve americana pochi giorni fa … La famosa banca centrale americana, istituita da una legge del dicembre 1913, che come molti hanno dimostrato (Pound, Mullins in particolare) ha servito gli interessi dei finanziatori privati ​​sin dalla sua istituzione (Citibank, Chase, Chemical Bank, Manufacturing Hanover e Bankers Trust, poi istituzioni come Citigroup, JP Morgan Chase o Goldman Sachs …) e non riceve istruzioni dal presidente degli Stati Uniti o del Congresso per decenni. Lo stesso stabilimento, i cui sette membri del consiglio dei governatori sono nominati dal presidente con l’accordo del Senato per quattordici anni su proposta degli ambienti finanziari, sarebbe quindi appena stato inserito nel controllo immobiliare miliardario.

Questa stessa banca centrale che ha consentito alle banche private di controllare le emissioni monetarie americane e di beneficiare di vari prestiti concessi su fondi pubblici e che ha portato il sistema mondiale internazionale a staccarsi dal gold standard attraverso fasi successive ( 1914-1944-1971).

Così, il 27 marzo, secondo l’economista Jim Bianco in uno di questi articoli per i media economici molto conformisti Bloomberg ha stimato che “il recente annuncio (del 23 marzo) della Federal Reserve dà un enorme controllo delle sue operazioni al dipartimento Treasury ”dell’amministrazione Trump.

È un piano della Federal Reserve per il rimborso illimitato, con l’esperienza strategica di BlackRock, di tutti i tipi di debiti pubblici per attutire gli effetti della crisi del coronavirus.

In sintesi, ciò implica che “la Federal Reserve finanzierà un veicolo per scopi speciali (SPV) per ciascun acronimo per eseguire queste operazioni. Il Tesoro, utilizzando lo Exchange Stabilization Fund, effettuerà un investimento azionario in ciascun SPV e sarà nella posizione di “prima perdita”. Cosa significa questo secondo Bianco? In realtà, è il Tesoro, non la Fed, che acquista tutti questi titoli e sostiene i prestiti; quindi la Fed funge da banchiere e fornisce finanziamenti.

Ciò spiegherebbe perché la Banca centrale americana ha assunto la BlackRock Inc. per acquistare questi titoli e gestire l’amministrazione di veicoli per scopi speciali (SPV) per conto del proprietario, vale a dire il Tesoro degli Stati Uniti.

Per riassumere l’analisi di Bianco in modo ancora più semplice: il governo federale di Trump nazionalizza vaste aree dei mercati finanziari . E la Federal Reserve è costretta a fornire i soldi per farlo, e secondo lui, BlackRock verrà scambiato.

Questa conclusione di Bianco, è stata ampiamente condivisa dalla base e da Pro-Trump su diversi social network. La base di attivisti di Donald Trump ritiene che mentre il Tesoro controlla gli SPV, questo sistema fonde efficacemente la Federal Reserve Bank e il Tesoro degli Stati Uniti in un’unica organizzazione.

Questo è il motivo per cui negli ultimi giorni molti tweet e lo stato di Facebook hanno condiviso un’immagine del presidente con questa menzione: ” Quindi, incontra il tuo nuovo presidente della Fed, Donald J. Trump “.

Si dice che sia in corso una delle fasi più importanti del progetto Q:

In effetti, nel Progetto Q che postula che il 45 ° Presidente degli Stati Uniti sta segretamente lavorando per “restituire il potere al popolo americano”. In questo complotto a beneficio del popolo, si prevede di abolire il sistema della Federal Reserve e il graduale ripristino del gold standard.

Per i non iniziati, il progetto Q mira a smantellare il profondo stato americano. In effetti, una certa Q (lettera che designa qualsiasi persona autorizzata alla segretezza negli Stati Uniti) mediante dichiarazioni criptiche fatte sul forum americano anonimo 4chan, quindi 8chan e ora 8kun, informa le persone sullo stato di avanzamento del progetto. spesso scritte come una serie di domande e usano la gematria (esegesi ebraica in cui aggiungiamo il valore numerico di lettere e frasi per interpretarle) e invitano gli Anon (seguaci) a fare le proprie ricerche guidandoli .

Questo progetto sarebbe stato pianificato con cura per anni e avrebbe continuato ad adattarsi agli eventi. Si dice che membri di spicco dell’intelligence militare americana abbiano scelto Trump per diventare presidente degli Stati Uniti per una serie di ragioni, tra cui la sua conoscenza dei vertici degli Stati Uniti e il suo spudorato patriottismo.

Pertanto, il progetto si svolge sotto i nostri occhi, attraverso diversi punti, tra cui:

La consegna alla giustizia di moltissimi politici americani che avrebbero beneficiato per decenni delle reti organizzate di copertura dei loro crimini.

Quindi l’elusione dei media mainstream tradizionali per informare direttamente le persone (Q dando la maggior parte delle informazioni agli addetti ai lavori su 8kun, Donald Trump dando le informazioni più lentamente e gradualmente al grande pubblico su Twitter principalmente), la diffusione di la verità su questioni note solo ai più alti livelli del mondo.

Ma anche l’abolizione della CIA “agenzia canaglia fuori controllo e irreparabile”. O il ripristino di regimi politici stabili e indipendenti in paesi in situazioni speciali come la Corea del Nord, l’Iran e Israele, che avrebbero tutti legami con la CIA. Ma come già indicato, una delle prime fasi del “piano” sarebbe l‘abolizione del sistema della Federal Reserve per consentire il ritorno dell’oro standard.

Ed è vero che da diversi anni, grandi potenze come la Russia e persino la Cina si stanno preparando per un possibile ritorno al gold standard. L’orso russo ha infatti moltiplicato il suo stock d’oro di 4 in dieci anni, voci persistenti prestano alla Cina una strategia volta a superare le riserve ufficialmente detenute dagli Stati Uniti. Altre nazioni – Turchia, India, Indonesia, Polonia, ecc. – hanno iniziato a comprare oro negli ultimi anni dopo essere stati assenti dal mercato per molto tempo.

Meglio ancora: i governi con l’oro immagazzinato all’estero hanno richiesto il rimpatrio dei loro lingotti per averne la piena proprietà. È così che la Germania ha gestito (con difficoltà e gradualmente) il ritorno del suo oro immagazzinato negli Stati Uniti. L’Austria, i Paesi Bassi, l’Ungheria e persino la Polonia chiedono il rimpatrio del loro oro immagazzinato in casse da tempo considerate sicure, negli Stati Uniti o in Gran Bretagna. Era già un segno di sfiducia qualche mese fa contro il sistema finanziario sotto il dominio americano. E questo fenomeno è ancora più giustificato dalla crisi finanziaria prevista dopo il Coronavirus.

È solo la Francia sotto la presidenza del banchiere Macron che la gestione dell’oro francese è stata ritirata e che la Banque de France ha stabilito una partnership con la società americana JP Morgan, il colosso americano, uno dei più grandi speculatori nel mercato dell’oro. Questa operazione è servita a ” ipotecare ” parte delle riserve contenute nelle casse francesi.

L’operazione guidata dalla stessa europeista Sylvie Goulard vice governatore della banca centrale francese, avrebbe forse lo scopo di reintegrare l’equità dell’oligopolio bancario europeo, vale a dire la BCE e l’Unione europea .

Perché supponendo che il piano Q sia eseguito e che anche le analisi di Jim Bianco su Bloomberg siano corrette. È possibile che stiamo assistendo al ritorno del gold standard attraverso gli Stati Uniti d’America?

Continua nella seconda parte.

fonte: https://www.geopolitique-profonde.com

Traduzione: Luciano Lago

P.S. Le opinioni espresse nell’articolo non corrispondono necessariamente con quelle della Redazione

14 Commenti

  • Paolo
    5 Aprile 2020

    La federal reserve incarica la black rock, ci rendiamo conto? Questo sarebbe il ritorno al gold standard degli usa? Il potere occulto tiene per le palle sicuramente tutti, ma gli yankee stanno messi proprio male!

  • Mardunolbo
    6 Aprile 2020

    In questo articolo ancora, si parla delle ipotetiche forze che cercano di ricollocare gli Usa sotto il governo del popolo americano. E’ probabile che ci siano queste forze ed è probabile pure che siano composte da personaggi di rilievo molto patriottici, ma il patriottismo americano non ha mai brillato per cultura e capacità razionale di geopolitica, quindi dubito molto che possa riorientare il mondo in modo positivo. !
    Ho trovato con piacere, proprio poco fa, un video intervista sul gen,. Pappalardo (Carabinieri) che dice cose interessantissime e che tutti condividono.
    Propongo di guardare ed ascoltare con grande attenzione per tutto quanto dice e rivela di sue conoscenze sulla situazione italiana. N.B. il video è del 04 aprile 2020 !
    https://www.youtube.com/watch?v=zO5o–XnssE

    • atlas
      6 Aprile 2020

      keppalle. Inguardabile. A parte tutta la premessa in atteggiamento dialettico/democratico vomitevole, poi piglia la parola lui e che dice…: che stava a inzozzare il territorio tunisino e che i tunisini hanno cacciato un Galantuomo come Ben Ali. E fu così che smisi immediatamente di guardare il video

      grazie cmq mardunolbo, fai continui progressi suinocratici, dando voce a gente sistematicamente inutile che dovrebbe solo giganteggiare nei giardinetti pubblici. L’unica cosa di buono di cui dovrebbe interessarsi sarebbe di dare da mangiare ai piccioni

  • atlas
    6 Aprile 2020

    ma mettiamola sotto il profilo dell’analisi psicologica. Senza perizia specifica, ma a senso, tatto, pelle (la migliore), mafari anche l’esperienza personale in società, ognuno col ruolo avuto

    l’articolo in pratica tratta che vi sono (e saranno), enormi cazzi nel culo per i popoli (non per i giudei)

    che si è tutti in galera anche se a casa (il mio pensiero va a colui che magari da anni vive con una moglie che sopporta solo per il bene dei figli; e sono tanti …)

    e i mardunolbo e gli ouralphe che fanno ? Si rivolgono ai carabinieri. Perchè traggono da lì la loro linfa vitale di pecoroni, dalle regole imposte. E dai cani che le fanno rispettare. Perchè se loro le rispettano si mettono al sicuro e possono sentirsi superiori e in diritto di farle rispettare rispetto ad altri. Perchè la questione è proprio questa, il rispetto. E più il regime non rispetta il diritto dei cittadini civili, più ci sono coloro che s’innamorano di coloro che non li rispettano.

    Ehhh come sono lontani per certa gente la fine degli anni ’70/’80…quando per uno sguardo storto o una parola sbagliata si rompevano nasi e denti, ma però c’era rispetto; perchè ognuno si faceva rispettare

    ma io l’ho già scritto e lo ripeto: dopo la guerra nucleare si tornerà tutti ad avere e girare con la spada nel fodero. Da Uomini e con Onore. Allora sì che vi sarà il rispetto. Altro che democrazia infame. Altro che andare a piangere dai carabinieri

    (che non sapete neanche cosa sono. Nè cosa c’è dietro)

    • Mardunolbo
      6 Aprile 2020

      senta lei, ex carabbeniero ! Ho si hanno conoscenze ed armi oppure ci si fanno le pippe come certi apostati sprepuziati quando sono costretti in casa e non hanno le fighette a disposizione….
      Questa è la realtà e non c’è bisogno del masticatore di betel per ricordarlo.
      Il gen.Pappalardo che , dal nome è duo-siciliano ha certamente conoscenze che hanno pure le armi e la possibilità di agire per imbrigliare un governucolo penoso che sta portando alla fossa l’economia italiana.
      Il gen. Pappalardo ha detto alcune cose importanti che agli sprepuziati (islamici e giudei) sfuggono:
      A c’è anche chi sta organizzando un Nuovo Ordine Mondiale e sarebbero da ficcar dentro.
      B Stanno per far digerire il MES che rovinerà l’Italia.
      C si può benissimo stampare la moneta Euro, la legge lo prevede in caso di emergenza.
      D ha fatto denuncia ai NAS carabinieri, non alla Magistratura perchè questa non si muove
      Mi pare abbastanza per capire che aldilà di certe idee democratiche che tutti i carabbenieri hanno, per forma mentis (escluso i torchiati nelle carceri, ovviamente) sia una persona con gli attributi. Avevo visto anni fa dei video in cui si recò persino davanti al Quirinale chiedendo di parlare con Mattarella per dichiararlo “agli arresti”. Meglio di così non avevo mai visto nessuno !

      • atlas
        6 Aprile 2020

        che Pappalardo (EX generale) sia duosiciliano cosa vuol dire ? Io sono il primo a denunciare i nemici interni. Pappalardo non è un nemico, ma lo ritengo una cosa inutile. Dopo che si è imbrigliato nel porcile della suinocrazia e delle chiacchiere cos’è cambiato ? Che continua a ricevere la sua bella pensione (che gli paghi anche tu) e basta

        IO ? ‘TRE sono i possidenti: lu Rè. lu Principe. E chi nun tiene nienti’. Ma sai quanto CAZZO me ne frega delle leggi, delle regole e della democrazia di merda …

        continua a giocare con la politica e col tuo dio, fatti tuoi e dell’italia che non mi riguardano più di tanto

        se un giorno le Due Sicilie dovessero ritornare Nazione non avranno certo il volto dei pappa lardo. Magari dei Franco Freda, quello sì …

    • Anonimo
      8 Aprile 2020

      trovo la sua analisi,sono serio.di una intelligenza particolarmente elegante.Un abbraccio

  • atlas
    6 Aprile 2020

    e non mi si prenda per anarchico. Io AMO la polizia. Ad es. (amavo) quella tunisina; quando c’era Ben Ali. E vi ci collaborai pure. Ma erano altre Leggi e altri sistemi politici.

    Oggi potrei amare quella egiziana. E il fatto di Regeni insegna.

    Sediziosi e sovversivi lì vengono trattati a manganellate sulla pianta dei piedi. Visto fare (ad altri) di persona. Rispetto per lo Stato.

    • Monk
      6 Aprile 2020

      Cosa c’entra l’anarchia? Non sai di cosa parli e ti metti allo stesso livello, bassissimo, di chi usa questo nobile termine per descrivere situazioni di caos o gratuita violenza. L’anarchia non ha nulla di quella tanto decantata dalle zecche dei centri sociali, quei delinquenti tutto sono tranne che anarchici. Leggiti Tolstoj

      • atlas
        6 Aprile 2020

        per quanto ne so io, senza copia/incollare e senza fare trattati, ‘anarchia’ vuol dire ‘assenza di leggi’ in quanto si ritiene (utopia) che la società abbia un livello di civiltà tale da non ritenerle necessarie; e conseguenti pene

        illuminami

        (è tutta roba giudea, stanne alla larga se vuoi vivere bene. Cercati una femmina piuttosto. O due…)

      • atlas
        6 Aprile 2020

        poi io non ho scritto nè di violenza, nè di caos, nè di centri sociali

        significo che in un sistema Sociale e Nazionale la polizia è AMICA del cittadino onesto

        in democrazia liberale è nemica

  • Teoclimeno
    6 Aprile 2020

    Più che agli “esperti” preferisco affidarmi ai numeri:
    In Italia ogni anno si ammalano di cancro circa 370.000 persone. Più di 1000 al giorno e ne muoiono quasi 500 al giorno. La polmonite ne uccide ogni anno 11mila e circa 10000 (per lo più anziane e affette da qualche patologia pregressa) per virus influenzale. Sempre in Italia, circa 6 milioni di persone vengono colpite da sindrome influenzale e ne muoiono circa 50000 per infezioni ospedaliere. Tutti si preoccupano, giustamente, di qualche migliaio di persone morte in tutto il mondo per il corona virus. Persone anziane e già malate. Sono decenni che ci sommergono di imminenti catastrofi: la Mucca Pazza, la Sars (2002), la Legionella, la Meningite, il Morbillo, l’Influenza Viaria, il cetriolo killer e ancora prima (2000), il Virus del Millennio, per il quale Tony Blair chiese in televisione di fare incetta di generi di prima necessità.
    Il Corona Virus è solo un pretesto per continuare la depredazione del Bel Paese. Grecia Docet!

    • atlas
      6 Aprile 2020

      il numero attuale degli immigrati ospitati negli hotel si aggira intorno alle 85mila persone. Col pretesto del contagio da coronavirus il governo giallo-fucsia accoglie tutti e rifiuta categoricamente l’opzione del rimpatrio. Vitto e alloggio per mantenere questi sedicenti “profughi” costano ai contribuenti 100 milioni di euro al mese, circa 1,2 miliardi all’anno. Il triplo di quanto il governo ha destinato al bonus spesa per i cittadini ridotti in povertà. Paolo Sensini

  • ouralphe
    6 Aprile 2020

    Progetto (vi prendiamo per il) Q. Ennesima psyop.
    Mescolare menzogna e verità per confondere il bersaglio. La Mondaini avrebbe sbottato “Che noia che barba!”

Inserisci un Commento

*

code