La Crimea ha risposto alle parole di Zelensky sul “ritorno” della penisola

SIMFEROPOL, 29 gennaio – RIA Novosti. Il capo dell’autonomia nazionale-culturale tedesca regionale di Crimea, Yuri Gempel, ha invitato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky a smetterla di ingannare il suo popolo sul possibile “ritorno” della penisola sotto la giurisdizione di Kiev.
In precedenza, Zelenskyj aveva definito il ritiro della Crimea dall’Ucraina un “terribile errore” che deve essere corretto. Secondo lui, il vertice internazionale “Piattaforma di Crimea” avviato da Kiev per “riprendere il controllo” della penisola diventerà una piattaforma che unirà i partner internazionali a sostegno dell’integrità territoriale e della sovranità dell’Ucraina.
“In primo luogo, per quanto riguarda l’errore, signor Zelensky, quello è stato corretto solo nel 2014. Ed è stato finalmente corretto

Yuri Gempel Simferopol: Yuri Gempel, Member of Parliament from the United Russia Party,

– La Crimea è tornata nella sua patria storica, perché per uno sfortunato errore era stata per molti anni in una terra straniera come parte dell’Ucraina.
È ora che Zelenskyj smetta di ingannare il suo popolo sul ritorno della penisola. Tutto questo è un discorso ozioso che non depone affatto a favore del leader dello stato ucraino “, ha commentato Hempel a RIA Novosti.

Secondo lui, il vertice della “Piattaforma della Crimea” convocato da Kiev non è altro che un miraggio politico.
“È ora che capiscano che l’unico partner su cui l’Ucraina può contare è la Russia . È ora di smetterla di ingannare se stessi e le multinazionali ucraine e di iniziare un percorso verso il riavvicinamento con la Russia fraterna”, ha concluso l’interlocutore dell’agenzia.

Traduzione: Sergei Leonov

Inserisci un Commento