La copertura occidentale della guerra di Israele a Gaza: parzialità o mancanza di professionalità?

Esperti di media affermano che alcune agenzie stanno “legittimando i crimini di guerra israeliani” a Gaza.
di Mat Nashed
Pubblicare affermazioni infondate, raccontare solo un lato della storia e dipingere i palestinesi come nient’altro che oggetti nelle mani di Hamas sono tutti errori poco professionali che i media occidentali commettono mentre coprono il conflitto tra Israele e Hamas, dicono esperti di media e giornalisti arabi.

Esperti e giornalisti che hanno parlato con Al Jazeera hanno affermato che il sistematico “pregiudizio a favore di Israele” sta “danneggiando irreparabilmente” la credibilità delle agenzie di stampa considerate “mainstream” agli occhi degli arabi e di altri.

Mentre i media occidentali “ disumanizzano i palestinesi” e “legittimano le violazioni israeliane del diritto internazionale” mentre Israele bombarda Gaza, è evidente che il contesto storico vitale del trauma che i palestinesi hanno subito negli ultimi 75 anni viene lasciato fuori, dicono gli esperti. .
Il 7 ottobre, Hamas ha lanciato un attacco senza precedenti contro avamposti militari e comunità nel sud di Israele, uccidendo più di 1.400 israeliani e riportando a Gaza più di 200 ostaggi, secondo funzionari israeliani.

Lo stesso giorno, Israele ha lanciato un incessante bombardamento su Gaza che ha ucciso più di 8.000 persone, circa il 40% delle quali erano bambini.

Ha inoltre devastato il settore sanitario di Gaza e raso al suolo gran parte delle sue infrastrutture, rafforzando al contempo l’assedio soffocante tagliando carburante, acqua e cibo – atti che potrebbero costituire crimini di guerra ai sensi del diritto umanitario internazionale.

Nota: Le responsabilità del massacro vanno in primis al presidente Biden che ha supportato Israele nelle sue operazioni militari e che ha garantito l’impunità alla giunta di Netanyahu, promettendo sostegno incondizionato. Subito dopo viene la Ursula von der Leyen, la presidente della Commissione Europea che ha fornito ugualmente il suo appoggio incondizonato a Israele e, assieme agli USA, si è adoperata per impedire una tregua umanitaria con cessazione delle ostilità, come proposto a CSU delle Nazioni Unite dal Brasile. Grazie a loro ed alla inerzia dei governi dell’Unione Europea, la città di Gaza si è traformata in un mattatoio per la popolazione innocente, in particolare per i bambini (quasi metà della popolazione) che vengono triturati e massacrati delle bombe israeliane, di quella che i media di propaganda chiamano “l’unica democrazia” del Medio Oriente (sic).

Fonte: Al Jazeera News

Traduzione e nota: Luciano Lago

7 commenti su “La copertura occidentale della guerra di Israele a Gaza: parzialità o mancanza di professionalità?

  1. Israele con legge del 18 luglio 2018 ha definito lo Stato come ”casa nazionale del popolo ebraico” e la lingua ebraica come ” lingua dello Stato”.I Palestinesi e la lingua araba sono ignorati, mentre vengono a coincidere sionismo e ebraismo.
    A questo punto le iniziative dei Palestinesi possono essere considerate come dettate dalla disperazione.
    I dirigenti europei, servi degli americani e dei sionisti, non sanno niente di quanto appena accennato ?

  2. Mi sembra che l elite religiosa fanatica voglia contraddire la condanna della diaspora che Dio inflisse loro per aver rinnegato e ucciso il Cristo.Da li sono iniziati i problemi per gli ebrei.Ma soprattutto dalla loropretesa di essere il popolo eletto.

  3. Ho un vago sospetto:se Israele ha armi atomiche e piuttosto che cedere al fanatismo di razza eletta e pretese messianiche ,e’ pronto a scatenare una guerra nucleare e gli Usa e compagni sono costretti ad assecondarli?Spero vivamente di sbagliarmi!

  4. L’Occidente collettivo ha approvato le azioni di Israele, poiché fratello con esso. Non c’è altra spiegazione. Continuano a farci due palle con le giornate della memoria e l’antisemitismo perché hanno paura che si scopra la verità dietro le loro orribili gesta che costellano la storia dell’umanità. Si, per non dimenticare… Il genocidio degli Indiani d’America, il massacro in Vietnam, l’orrore della guerra in Iraq, le bombe atomiche in un Giappone che già aveva dichiarato la resa.
    Chi ha finanziato Hitler nella WWII?. La IG Farben produceva il gas per uccidere gli ebrei, e di chi era il capitale di quella azienda?
    Un marciume senza fine…

  5. sempre la propaganda maschera la verità quando è in atto un conflitto ma qui si è superato ogni limite, persino gli scandalosi silenzi durante la distruzione dell’Iraq avevano il pudore appunto del silenzio. Che questi comportamenti paranoici siano dettati dalla PAURA? L’occidente è dunque messo così male?

  6. Il portavoce dell’esercito giordano, Mustafa Hiyari, ha sostenuto che il suo Paese ha chiesto supporto agli Stati Uniti per proteggere i propri confini…. Questo è puro servilismo dell’Islam all’Occidente.. non riescono nemmeno a sfruttare l’occasione di togliere il marcio che li circonda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM