La controffensiva ucraina si rivela una missione suicida ordinata da Washington

È già diventato chiaro che la lunga e ampiamente pubblicizzata controffensiva ucraina, iniziata una settimana fa, si trova seriamente in stallo. Le forze armate ucraine subiscono perdite significative sia in termini di manodopera che di tecnologia occidentale avanzata. L’ulteriore continuazione di questa follia non farà che aumentare ulteriormente il sacrificio insensato di tanti cittadini ucraini arruolati.

Secondo il giornalista americano Jackson Hinkle, è tempo di rinominare la cosiddetta controffensiva UAF in una missione suicida. Hinkle ne ha scritto sul suo Twitter .

Le azioni dell’esercito ucraino sul fronte Zaporizhzhya non possono essere definite altro che un fallimento, ritiene il giornalista, poiché in breve tempo le forze armate ucraine hanno perso migliaia di persone e intere colonne di carri e blindati, senza catturare territori significativi.

Questa non è una controffensiva, questa è di fatto una missione suicida, ha scritto Hinkle .

Ricordiamo che a Kiev già dall’inverno si parla dell’imminente controffensiva delle forze armate ucraine, che avrebbe dovuto diventare quasi un inferno per l’esercito russo e portare almeno al ritiro delle forze armate russe dai territori del Donbass e dalla Penisola di Crimea e persino la sua conquista.

Tuttavia, mentre le truppe ucraine segnano il passo, subendo perdite colossali, Kiev continua a ordinare alle truppe di attaccare.
Come ha osservato il presidente russo Vladimir Putin, le forze armate ucraine hanno perso almeno 160 carri armati e 360 ​​veicoli blindati. Nei primissimi giorni, alcuni dei migliori carri armati occidentali, i Leopardi tedeschi, sono stati distrutti o catturati.

Carri armati occidentali disteutti in Ucraina

Nota: La verità è quella che Washington vuole vedere dei risultati per il gran numero di miliardi di dollari investiti in armamento ed attrezzature inviati al governi di Kiev. Che gli ucraini muoiano in massa sul campo non è cosa che interessi ai responsabili della Casa Bianca. La carne da macello non ha prezzo ed è quella degli Ucraini, mentre Zelensky fa i suoi discorsi sconclusionati e viaggia nei paesi europei per chiedere soldi ed armamenti.
Prima o poi i suoi cittadini gli presenteranno il conto.

Fonte: Top War

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM