La Commissione Europea si prepara per l’Autunno Finale

Dopo aver approvato la politica europea di “rinverdimento” dell’energia per raggiungere un equilibrio di carbon neutral, i funzionari della Commissione di Bruxelles continuano il loro slancio demagogico a tutto campo per preparare le popolazioni a un tuffo nella miseria che potrebbe benissimo concretizzarsi. Più velocemente di quanto le persone immaginano e in particolare molto prima di quanto questi europei pensino.

Ci sono tutti gli ingredienti, dal risparmio energetico, al futuro divieto dei motori a combustione interna delle automobili, alla massiccia installazione di mulini a vento per produrre solo energia eolica, fino allo smantellamento programmato dell’energia nucleare, e infine allo smantellamento della produzione di carne che occupa un ottimo posto nelle menti di questi funzionari sono state totalmente oscurate dalla lobby verde che ruota attorno alle delibere della Commissione.

Gli allevamenti di bovini e suini sono davvero nel mirino di questi attivisti anti-gas serra. La Commissione ha pubblicato una relazione dettagliata alla fine del 2020 aprendo la porta all’attuazione delle direttive nel quadro della strategia ” Farm to Fork “.», Comprendi dalla fattoria alla tavola. L’obiettivo è promuovere nell’Unione Europea un programma equo, naturale, rinnovabile che rispetti la salute e sia compatibile con il rispetto dell’ambiente. Troviamo in questo tutta la retorica ecologista.
Lo scopo di questo programma è aumentare la disponibilità di fonti alternative di proteine ​​prodotte da piante, batteri, alghe e insetti.

Greta Thumberg

Il documento citato in riferimento specifica senza ambiguità che le popolazioni dovranno modificare profondamente le proprie abitudini culinarie e stili di vita, come prescrive Buxelles. Niente più bistecche, costolette di agnello, salsicce e prosciutti … Poi, in una seconda fase, niente più latte vaccino o di qualsiasi altro mammifero e di conseguenza niente più formaggi … poiché questi ruminanti emettono un terribile gas serra che è il metano che è relazionato con l’effetto serra.

Secondo l’organizzazione non governativa IPIFF (piattaforma internazionale di insetti per alimenti e mangimi) vicina alla Commissione, c’è un urgente bisogno di sviluppare alimenti derivati dagli insetti, da cui, per questa organizzazione, esiste davvero una formidabile fonte di creazione di posti di lavoro in tutti paesi d’Europa. La produzione industriale su larga scala di insetti proteggerà l’Europa dalle importazioni di mangimi per animali (cani e gatti, presumo) e dalle difficoltà di approvvigionamento emerse durante il 2020 a causa della pandemia.
L’autorità per la sicurezza alimentare ha approvato gli insetti come “alimento innovativo” in quanto sono alimenti ad alto contenuto proteico che possono essere facilmente prodotti in serie in piccole strutture. Gli insetti sono considerati fonte di alimenti ricchi di proteine ​​”rinnovabili”, questa importantissima menzione non va dimenticata. La Commissione ritiene che il forte calo del tenore di vita della maggior parte degli europei previsto per il 2021-2022 li preparerà ad accettare questo tipo di cibo. Tutto era già previsto.


Il World Economic Forum (WEF) ha organizzato la propaganda per condizionare le popolazioni a cui convertire le abitudini verso alimenti derivati da insetti nel loro piatto e acque reflue trattate nel loro bicchiere, con l’obiettivo specifico di ridurre le emissioni di carbonio! Potrebbe sembrare una allucinazione: i burocrati di Bruxelles vogliono che beviamo liquami trattati …

Anche George Soros è in movimento ma non con gli insetti (non devono piacergli granchè) e investirà molto in carne sintetica, una buona opportunità per lui di raccogliere il maggior profitto possibile per finanziare tutte le sue ONG Open Society che abbondano nella direzione di un greening generalizzato della società europea. Tra un’energia elettrica che diventerà sempre più incerta e un alimento che potrebbe essere qualificato come preistorico, la Commissione Europea e il Forum di Davos stanno chiaramente preparando i popoli d’Europa a tornare indietro di 10.000 anni.
Dato che ci sono troppi esseri umani sulla Terra secondo questo stesso Forum di Davos, quando avverrà la promozione dell’antropofagia?

fonte: https://jacqueshenry.wordpress.com/

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM