LA COALIZIONE GUIDATA DAGLI STATI UNITI SCHIERA UN GRAN NUMERO DEI SUOI DELEGATI SUL FRONTE CON L’ESERCITO SIRIANO A DEIR EZZOR – RAPPORTO

placeholder


La coalizione guidata dagli Stati Uniti ha schierato più dei suoi delegati vicino al fronte principale con l’esercito arabo siriano (SAA) e i suoi alleati nel governatorato nord-orientale di Deir Ezzor, ha riferito Sputnik il 15 luglio.

Citando fonti locali, l’agenzia di stampa russa ha affermato che la coalizione USA ha dispiegato diverse unità delle forze speciali delle forze democratiche siriane (SDF curdi) e delle forze affiliate al-Sanadid nella sua base nella fabbrica di gas Conoco nella campagna orientale di Deir Ezzor.

La base Conoco si trova proprio accanto a un gruppo di sette città sulla sponda orientale del fiume Eufrate, Hatla, Al-Jeneina, Murat, Mazloum, al-Hussainia, al-Tabia e Khasham, che sono sotto il controllo del SAA e dei suoi alleati.

Il rafforzamento militare della coalizione guidata dagli Stati Uniti e dei suoi delegati a Deir Ezzor è iniziato all’inizio di questo mese. Diversi rapporti hanno parlato di un piano della coalizione per lanciare un attacco contro le sette città controllate dal governo sulla sponda orientale dell’Eufrate.

Ci sono state anche segnalazioni di una simile formazione militare presso il presidio della coalizione nella zona sud-orientale di al-Tanf, con alcune fonti che parlano di un complotto per lanciare un attacco da lì in direzione di Deir Ezzor per porre fine alla presenza delle SAA e suoi alleati al confine con l’Iraq.

Le fonti di Sputnik hanno affermato che la coalizione potrebbe effettivamente pianificare di lanciare un simile attacco utilizzando fazioni arabe affiliate alle SDF, tra cui le forze al-Sanadid, il Consiglio militare della tribù Bakara, il Consiglio militare di Hajin, il Consiglio militare di Deir Ezzor e persino i rivoluzionari della Brigata Raqqa, tutte formazioni a libro paga degli USA.

La coalizione guidata dagli Stati Uniti ha tenuto un incontro con i leader tribali arabi a Deir Ezzor nella sua base nei giacimenti petroliferi di al-Omar nella campagna sud-orientale del governatorato il 14 luglio, ha riferito Sputnik, citando le sue fonti.

Le fonti hanno affermato che i leader tribali hanno espresso la loro obiezione al piano proposto durante l’incontro in quanto spargerebbe il sangue degli arabi su entrambi i lati del fronte.

In un precedente rapporto di Sputnik, fonti locali hanno negato qualsiasi piano per lanciare un attacco contro le SAA e i suoi alleati e hanno affermato che il rafforzamento militare a Deir Ezzor aveva lo scopo di affrontare il deterioramento della situazione della sicurezza nelle aree detenute dalla coalizione e dalle SDF. Questo potrebbe essere vero.

Forze russe in Siria

Le forze dell’SAA e i loro alleati, compreso l’esercito russo, sembrano prendere molto sul serio la minaccia di un attacco sostenuto dagli Stati Uniti a Deir Ezzor. Grandi rinforzi sono stati dispiegati nelle ultime settimane sulla sponda orientale dell’Eufrate e in altre parti del governatorato. Anche le tribù filogovernative hanno ammassato i loro combattenti.

Qualsiasi attacco della coalizione e dei suoi delegati a Deir Ezzor o in qualsiasi altra direzione porterà sicuramente a un pericoloso confronto militare, che potrebbe vedere uno scontro diretto tra le forze statunitensi e russe.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Un commento su “LA COALIZIONE GUIDATA DAGLI STATI UNITI SCHIERA UN GRAN NUMERO DEI SUOI DELEGATI SUL FRONTE CON L’ESERCITO SIRIANO A DEIR EZZOR – RAPPORTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM