La Cina stringe in un cerchio l’Isola di Taiwan

La Cina sta intensificando la pressione sull’isola di Taiwan, scrive il New York Times. Inoltre, Pechino si prepara a isolare la regione da possibili appoggi esterni con la propria forza militare.
L’esercito cinese è diventato più attivo nei cieli e nelle acque al largo della costa orientale dell’isola, di fronte all’Oceano Pacifico occidentale. Gli esperti affermano che la crescente presenza indica l’intenzione di dominare l’area acquatica, che potrebbe essere importante per la difesa dell’isola, anche per [Taiwan] ricevere aiuto dagli Stati Uniti nel conflitto [con la Cina]
dice il New York Times.

Nello Stretto di Taiwan, anche l’attività aerea dell’EPL sta aumentando e gli isolani non hanno la forza per rispondere a questo.

Allo stesso tempo, la Cina continentale utilizza costantemente una diversa selezione di aeromobili e i voli vengono effettuati ogni giorno.

Le esercitazioni militari si sono notevolmente intensificate dallo scorso agosto, quando Nancy Pelosi, allora presidente della Camera dei rappresentanti, ha visitato Taiwan.
ricorda il New York Times.

Le passioni non si placano in campo diplomatico, in particolare, per quanto riguarda il previsto percorso del vicepresidente di Taiwan.

Flotta cinese

Il vicepresidente di Taiwan Lai Qingde, in volo per il Paraguay, deve fare scalo negli Stati Uniti durante il viaggio di andata e ritorno. Pechino considera tali transiti attraverso gli Stati Uniti come un insulto alla sua posizione secondo cui Taiwan non è uno stato indipendente. Il signor Lai è anche un candidato alla presidenza del Partito Democratico Progressista, che sostiene lo status separato di Taiwan, che Pechino vede come separatismo.

dice la pubblicazione.
Vale la pena notare che il Paraguay è uno dei pochi paesi al mondo che continua a riconoscere Taipei, e non Pechino, come rappresentante di una Cina unita.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

s

8 commenti su “La Cina stringe in un cerchio l’Isola di Taiwan

  1. Quando la Cina era un neonato paese Comunista quasi totalmente senza industrie e agricolo arretrato che era sorto dopo aver fatto una guerra mondiale contro l” impero Nipponico e una guerra civile contro i fascisti Filo-Nazisti e poi Filo-USA & NATO senza ricevere nessun aiuto esterno !
    L” Isola fascista “indipendente ” di Taiwan è stata creata con la possente forza economica e militare degli USA che erano pure aiutati dalle forze militari di Inghilterra- Australia- Canada !
    Il regime fascista Cinese che si era rifugiato nel” Isola però doveva accettare di diventare una colonia controllata dagli USA con regime fantoccio !
    Tutta a possente aviazione e forza navale Anglo-Americana che era stata usata o preparata contro il Giappone 4 anni prima per invaderlo ora poteva scatenarsi sulla Neonata Cina comunista che quasi completamente priva di armamenti moderni senza una marina da guerra e quasi priva di aerei militari moderni e di industrie e cantieri navali se avesse tentato di liberare l” isola di Taiwan dal controllo USA avrebbe fatto una brutta fine!
    Oggi le parti si stanno invertendo la Cina dispone di un possente e moderno apparato industriale hanno SOLDI si è dotata di una possente Marina Militare moderna e di una possente aviazione moderna !
    L” unico NEO dei Cinesi è che non hanno fatto vere guerre negli ultimi 80 anni !
    Gli USA e i paesi NATO sono senza industrie sono senza soldi e hanno molti debiti da nazioni fallite però posseggono una potente flotta aerea e navale con basi militari minacciose ovunque su tutto il pianate terra perfino a due metri dalla Russia e Cina !
    Gli USA & NATO sono nazioni molto esperte in colpi di Stato in guerre di invasione e in saccheggi in tutto il mondo !

    1. Lei ha perfettamente ragione … purtroppo non vedo un autentica alternativa al modello occidentale americano , che mi fa’ e mi ha sempre fatto cagare , però pure il modello cinese, nord coreano e russo mi fanno paura … davvero tra i mangia hamburger e i mangia cani , non so’ dove sia il peggio …

  2. Non mi aspettavo che il Paraguay, sia filo occidentale.
    Ancora, non capiscono?
    Quanto ci vuole per capire che sono dalla parte sbagliata??

  3. Finalmente la Cina sta cominciando a capire che deve uscire dal debito pubblico americano, a giugno era scesa a 835 miliardi di dollari, meno 11 miliardi rispetto al mese precedente, non è molto però anche l’import-export tra Cina e USA è in calo del 25% nei primi sei mesi del 2023 scendendo come parte del totale delle importazioni americane al 13%, del resto gli USA importano sempre meno e soprattutto importano dal Messico, dove il costo del lavoro è inferiore a quello cinese e quindi le aziende asiatiche ed europee installano le fabbriche cacciavite che poi esportano negli USA.
    Il Messico con i suoi oltre 130 milioni di abitanti, con milioni di giovani qualificati, sta assumendo un ruolo sempre più importante nell’economia globale, tanto che il peso messicano, grazie alle esportazioni negli USA e alle rimesse delle decine di milioni di immigrati nel potente vicino, che non può fare a meno del loro lavoro soprattutto in edilizia ed agricoltura, è oggi una valuta molto forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM