"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Cina si dichiara disposta a partecipare alle operazioni militari siriane nella provincia di Idlib

Il 3 agosto l’ambasciatore cinese in Siria, Qi Qianjin, ha detto, durante un’intervista al quotidiano siriano al-Watan, che l’esercito cinese è disposto a partecipare in qualche modo a qualsiasi operazione militare dell’Esercito arabo siriano (ASA) contro i gruppi radicali nel governatorato settentrionale di Idlib.

“[La Cina] sta seguendo la situazione in Siria, in particolare dopo la vittoria nel sud [Siria], e le sue forze armate sono disposte a partecipare in qualche modo, a fianco dell’esercito siriano che sta combattendo i terroristi a Idlib e in qualsiasi altra parte della Siria “, Ha detto Qianjin rispondendo a una domanda sulla possibilità della partecipazione della Cina a un’operazione militare a Idlib.

Quando è stata posta la stessa domanda, l’addetto militare cinese Wong Roy Chang ha osservato che qualsiasi coinvolgimento dell’esercito cinese nell’operazione Idlib richiederà una decisione politica.

“La cooperazione militare tra gli eserciti siriano e cinese è già in corso. Abbiamo buoni rapporti e manteniamo questa cooperazione per servire la sicurezza, l’integrità e la stabilità dei nostri paesi. Noi – la Cina e le sue forze armate – desideriamo sviluppare le nostre relazioni con l’esercito siriano. Per quanto riguarda la partecipazione all’operazione Idlib, questo richiede una decisione politica “, ha detto Chang.

Aviazione della Cina

Gli osservatori siriani ritengono che migliaia di combattenti radicali dell’etnia cinese uigura siano attualmente attivi a Idlib. La maggior parte di questi combattenti sono membri del Turkistan Islamic affiliato ad al Qaeda (TIP), che occupa diverse città e villaggi nella campagna nord-occidentale del Governatorato. Si ritiene che tali elementi siano stati arruolati da organizzazioni dei servizi di intelligenze di USA ed Arabia Saudita e fatti infiltrare in Siria attraverso la Turchia.

Negli ultimi tre anni, diversi rapporti hanno sostenuto che la Cina ha intenzione di intervenire militarmente in Siria al fine di neutralizzare la minaccia dei combattenti uiguri. Tuttavia, fino ad oggi l’esercito cinese non aveva intrapreso alcuna iniziativa concreta in questa direzione.

La situazione sta cambiando e, dopo la porta in faccia sbattuta dalla Cina alla richiesta USA di non acquistare petrolio iraniano, la Cina compie un altro passo in aperta ostilità contro Washington che sostiene ed arma tuttora in Siria i gruppi ribelli (terroristi) che operano nel paese arabo.

Fonte: South Front

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Farouq 1 settimana fa

    Non solo, tempo fa i cinesi avevano dichiarato che erano pronti a posizionare in Iran truppe in caso di un attacco americano, i cinesi silenziosamente non scherzano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. STel 1 settimana fa

      Prima o poi i cinesi bruceranno xche quello è il loro destino è attenti anche voi europei di fare scelte giuste altrimenti rischiate di ritornare all’epoca della pietra…Viva Israele Viva L’America Viva L’Inghiltera e L’Australia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. atlas 1 settimana fa

        un caloroso benvenuto alla Cina Popolare

        stel, come credi verrà trattata da Dio tua madre dopo anni di prostituzione su questa terra che non avete nemmeno il diritto di calpestare. O credi che bastino le elezioni per il paradiso

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Brancaleone 1 settimana fa

    Ora le cose si complicano un tantino per le faine, nel pollaio comincia a tirare aria pesante e non è così scontato entrare ed uscirne. Le cose cambiano, il mondo cambia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 1 settimana fa

    Splendida notizia !
    Voglia il Cielo che Xin-jin-ping mandi truppe cinesi a contrastare i ratti mercenari ! Sarebbe un grande giorno e la fine completa dei ratti di fogna pagati da Usraele. Non solo, ma sarebbe pure occasione ottima per le truppe cinesi, di conoscere un territorio diverso, operare ed acquisire capacità e coordinamento.
    Gli usa non potrebbero dire nulla, poichè la minaccia terrorista è la scusa valida per chiunque per fare il proprio gioco militare. La Cina avrebbe mille motivi per dare il suo contributo militare nella guerra siriana, in favore di Assad.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Manente 1 settimana fa

    Bene anche la Cina comincia a rendersi conto che la miglior difesa è l’attacco e che il “gioco sporco” di Usa-Israello può funzionare solo fino a quando gli altri non cominciano ad usare le stesse armi !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 1 settimana fa

    Gli usa usciranno con la coda tra le gambe , idlib fine del gioco, nessuno muovera’ un dito, e sara’ anche un avvertimento per erdogan
    I turcofoni yuguri hanno sempre avuto sponda ad ankara, russia e cina ,sono disposte a riconoscere
    a erdogan un influenza geopolitica estesa ad azeri turkmeni e uzbeki , ma non oltre.
    il turkestan cinese off limit , idem kazahistan e tajikistan, o erdogan rimette i piedi per terra, o si trovera’ contro siria iran cina russia
    Se i cinesi hanno deciso di far pulito con gli islamisti yuguri , la siria puo’ tornare all integrita’ territoriale prima di fine anno.
    E poi concentrarsi sul problema kurdo, che privi della sponda usa ,e con erdogan a soffiargli sul collo avranno solo una via,accordarsi
    con Assad.
    Poi? Il Golan?

    Il matto di ankara a quel punto sfoghera’ le sue smanie ottomano nostalgiche con la grecia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Animaligebbia 1 settimana fa

      E mo’ so’ cazzi.Ci voleva la miopia neocon sionista per fare impiantare i cinesi in medio oriente,l’Africa ce l’hanno gia’ in tasca,il passo e’ breve.Basta mandarne un paio di milioni che aprano un ristorante cinese ciascuno e il gioco e’ fatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mario Rossi 1 settimana fa

    C’era di sicuro da aspettarselo!! io mi domando che cazzo ci stiamo a fare ancora con la nato e le stronzate europeste! dovremmo prima di tutto fare grandi accordi sottobanco con russia e cina facendoci spudoratamente i cazzi nostri ( e chi parla lo sotterriamo un chilometro sotto terra) e poi dichiararci neutrali come la svizzera. Non c’è posto per un piccolo paese come il nostro in questo mondo in cui stanno per scontrarsi i titani e la cosa migliore è sempre stare amici con tutti ma farci sempre i CAZZI NOSTRI!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 7 giorni fa

      sinceramente, senza polemica, ma io preferisco farmi sempre le fighe mie

      Rispondi Mi piace Non mi piace