La Cina resisterà alle pressioni USA contro l’Iran


Pechino risponde ai piani di Washington di coinvolgere la Cina nella pressione delle sanzioni contro l’Iran.
MOSCA, Istituto RUSSTRAT. Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, durante una videoconferenza il 24 novembre 2021 con il suo omologo iraniano Hossein Amir Abdollahian, ha dichiarato quanto segue: “La Cina è pronta a cooperare con l’Iran per resistere a qualsiasi politica di azione unilaterale e molestia, per sostenere il principio di non ingerenza negli affari interni e difendere la giustizia internazionale e l’imparzialità”.

È così che Pechino ha risposto ai piani di Washington di coinvolgere la Cina nella pressione delle sanzioni contro l’Iran. L’amministrazione di Joe Biden ha dichiarato di voler convincere la Cina a ridurre gli acquisti di petrolio iraniano. Inoltre, è previsto un inasprimento delle sanzioni economiche per la vendita di petrolio dall’Iran alla Cina: la compagnia di navigazione cinese, coinvolta in queste forniture, potrebbe essere soggetta a restrizioni.

Permettetemi di ricordarvi che il 27 marzo 2021 è stato concluso un accordo globale “Sulla cooperazione politica, strategica ed economica” tra l’Iran e la Repubblica popolare cinese. Prevede investimenti cinesi in Iran per 400 miliardi di dollari in 25 anni in cambio di forniture fortemente scontate di petrolio iraniano. Ovviamente, la Cina si atterràa questo accordo.

Ministri Difesa Cina e Iran


Elena Panina , Direttrice dell’Istituto RUSSTRAT


Nota: Il fallimento della campagna di massima pressione sull’Iran inaugurato dall’Amministrazione Trump e proseguito con Trump si è rivelato un completo flop. Il tentativo di Biden di isolare l’Iran si scontra con il nuovo posizionamento del paese persiano che è stato ultimamente ammesso nell’ Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO), la più grande associazione di nazioni asiatiche dove sono presenti paesi come Cina, Russia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Uzbekistan, Pakistan, India ed altri.
Washington continua a non voler imparare la lezione.

Fonte: russtrat.ru/news/

Traduzione; Sergei Leonov

Nota: Luciano Lago

6 Commenti
  • luther
    Inserito alle 23:52h, 25 Novembre Rispondi

    La più bella definizione degli americani che io rammenti, la diede qualche anno prima di morire il grande hugo chavez” yankees de mierda! ” devo aggiungere altro?… Penso di no.

  • Padova
    Inserito alle 00:14h, 26 Novembre Rispondi

    Ma che faccia tosta che hanno sti americani! Mentre ormai passano di giorno in giorno a demonizzare ed a danneggiare a più non posso la Cina, vorrebbero che poi essa collaborasse ad isolare l’Iran , nel quale la Cina sta investendo fior di miliardi!? Ma, credono che gli altri siano scemi? Questo è puro : delirio di onnipotenza

    • franco
      Inserito alle 07:11h, 26 Novembre Rispondi

      Per ciò sono pericolosi !!!

  • atlas
    Inserito alle 02:48h, 26 Novembre Rispondi

    non mi fido della Cina. Se gli usa sono pronti alla guerra con la Russia vuol dire che già con i cinesi sono a posto, cioè che sanno che non reagiranno (?) Agli usa di Taiwan non frega nulla, è solo un’espediente o un’elemento provocatore. Può darsi che mi sbagli e lo spero, ma Cina e usa sono pronti a spartirsi le risorse energetiche russe

  • Giorgio
    Inserito alle 08:07h, 26 Novembre Rispondi

    Può essere che la “strategia” usa sia la seguente:
    Chiedere alla Cina di abbandonare l’Iran appoggiando le sanzioni occidentali rinunciando ai miliardi investiti …….
    in cambio del via libera per la riunificazione con Taiwan ……. a parte proteste di facciata ……
    Non penso che la Cina accetti un simile tranello ….. vorrebbe dire accettare la destabilizzazione dell’Asia centrale fino ai propri confini …….
    e la ripresa delle sobillazioni a Hong Kong, Xiniang, Uiguri, Tibet …… ecc. …….
    Invece appoggiare l’Iran significa facilitare la cacciata degli usa dal medio oriente ………
    il via libera ai propri investimenti e un passo avanti nel compattare l’Eurasia …..
    Certo le variabili sono tante per fare previsioni ………. speriamo bene ………

  • antonio
    Inserito alle 08:20h, 26 Novembre Rispondi

    gringos go home

Inserisci un Commento