La Cina nomina una nuova regione che la NATO intende destabilizzare

Portale cinese CGTN: la NATO prevede di destabilizzare la regione dell’Asia-Pacifico

MOSCA, 1 maggio – RIA Novosti. La NATO sta cercando di destabilizzare la regione Asia-Pacifico (APR) per assicurare il dominio degli Stati Uniti nel mondo. Lo scrive il portale cinese CGTN.
Come ha notato l’autore della pubblicazione, l’Alleanza del Nord Atlantico si pone come un’alleanza “difensiva”, ma allo stesso tempo si sta espandendo intensamente e scatenando conflitti militari.

” La NATO grida pace e sicurezza, ma allo stesso tempo lancia un numero enorme di bombe su altri paesi. <…> Ora ha spostato la sua attenzione dall’Atlantico alla regione Asia-Pacifico, dove mostra costantemente i suoi muscoli”, dice l’articolo.

Secondo l’osservatore, l’alleanza è lo strumento degli Stati Uniti per raggiungere l’egemonia. L’ America vede una Cina in ascesa come un ostacolo al suo dominio unipolare.
“Di fronte alla crescente influenza di Pechino, Washington non sta solo provocando, ma sta cercando di formare un fronte unito per contenere la Cina. La NATO è il meccanismo ideale per raggiungere questo obiettivo”, sostiene l’editorialista.

A suo avviso, gli stati dell’Asia-Pacifico dovrebbero essere abbastanza saggi da scegliere la pace e la stabilità in Asia . Con la giusta decisione, impediranno all’Occidente di pompare armi nella regione e di iniziare una guerra, ha riassunto l’autore.

Fonte: https://www.cgtn.com/ – Ria Novosti

Traduzione: Gerard Trousson

2 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 12:58h, 02 Maggio Rispondi

    scarafaggi yankee – sion

  • Salvatore Sciarretta
    Inserito alle 17:24h, 02 Maggio Rispondi

    “Riguardo poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva; infatti voi ben sapete che come un ladro di notte, così verrà il giorno del Signore. E quando si dirà: “Pace e sicurezza”, allora d’improvviso li colpirà la rovina, come le doglie una donna incinta; e nessuno scamperà.” (1Tessalonicesi 5,1-3)

Inserisci un Commento