La Cina ha risposto alle possibili provocazioni degli Stati Uniti durante le Olimpiadi invernali: un piano pienamente preparato


Nel pomeriggio del 27 gennaio, il Ministero della Difesa Nazionale ha tenuto una conferenza stampa regolare nl corso della quale il Direttore dell’Ufficio Informazioni del Ministero della Difesa Nazionale e il portavoce del Ministero della Difesa Nazionale, il Colonnello anziano Wu Qian, hanno risposto alle domande dei giornalisti.

Reporter: Secondo i rapporti, la Marina degli Stati Uniti ha recentemente annunciato in modo di alto profilo che i sottomarini nucleari strategici saranno attraccati a Guam e diversi gruppi di portaerei si sono riunite in giro vicino al mar cinese per condurre esercitazioni. Le tendenze indicano che gli Stati Uniti e i loro alleati potrebbero continuare a tenere esercitazioni militari intorno alla Cina intorno o durante le Olimpiadi invernali di Pechino.

Secondo i resoconti dei media statunitensi, alti funzionari della Marina degli Stati Uniti hanno recentemente ammesso per la prima volta che la ricognizione ravvicinata della portaerei cinese Liaoning da parte del cacciatorpediniere statunitense USS Mustin nell’aprile dello scorso anno è stata una “operazione tattica deliberata”. quali opinioni hanno i cinesi su questo tema?

Wu Qian: Le Olimpiadi invernali di Pechino sono un importante evento sportivo per la comunità internazionale. Gli amici vengono e bevono del buon vino. La Cina sarà un buon padrone di casa e lavorerà con tutte le parti per organizzare Olimpiadi invernali semplici, sicure e meravigliose. Tuttavia, va sottolineato che l’esercito cinese è pienamente preparato per respingere le provocazioni ed emergenze esterne.
La parte cinese non è sorpresa che gli Stati Uniti ammettano che il “Mustin” si stava avvicinando deliberatamente per una ricognizione: questa è la verità. Già nell’aprile scorso, sulla base dello smaltimento in loco, l’esercito cinese aveva severamente confutato e fatto forti critiche al comportamento dell’unità navale USA. Tutavia quello che è scioccante è il fatto che, invece di vergognarsi di questa provocazione militare, gli Stati Uniti ne sono orgogliosi. Questa sindrome egemonica e il deterioramento cognitivo delle autorità statunitensi indicano davvero che è arrivato il momento di essere curati.

L’unità navale della US. Navy Mustin nelle acque del ar Cinese

La Cina mette in guardia gli Stati Uniti sull’Ucraina, afferma che le preoccupazioni per la sicurezza della Russia “dovrebbero essere prese sul serio”

La Cina ha esortato gli Stati Uniti a mantenere la calma e ad astenersi da azioni che fomentano tensioni sull’Ucraina, sottolineando che le preoccupazioni per la sicurezza della Russia in Europa dovrebbero essere “prese sul serio”, nel mezzo di una crisi in corso tra Mosca e l’Occidente.

Giovedì il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha espresso le sue osservazioni in una telefonata con il segretario di Stato americano Antony Blinken, mentre discuteva delle crescenti tensioni al confine russo-ucraino.

“Tutte le parti dovrebbero abbandonare completamente la mentalità della Guerra Fredda e formare un meccanismo di sicurezza europeo equilibrato, efficace e sostenibile attraverso i negoziati”, ha affermato Wang. “Le ragionevoli preoccupazioni per la sicurezza della Russia dovrebbero essere prese sul serio e risolte”.

Ha anche osservato che “la sicurezza regionale non può essere garantita rafforzando o addirittura espandendo i blocchi militari”, in un cenno alle preoccupazioni di Mosca sull’espansione verso est della NATO.

In risposta, Blinken ha detto alla sua controparte cinese che “l’attenuazione e la diplomazia” erano l’unico modo per risolvere la crisi in corso, aggiungendo che un'”invasione” russa dell’Ucraina porterebbe a “rischi economici e per la sicurezza globale”.

Ministro degli Esteri cinese


In una precedente comunicazione tra il cancelliere russo Lavrov e il ministro cinese Wang Yi, quest’ultimo ha manifestato la vicinanza di Pechino alla posizione assunta da Mosca nella crisi Ucraina ed ha esortato la Russia a non cedere sulle sue richieste di ottenere dagli USA le garanzie di sicurezza comunicate alla controparte statunitense. In ogni caso il cancelliere cinese ha ribadito che la Cina sarà al fianco della Russia nel sostenere la necessità di ottenere queste garanzie che sono necessarie per assicurare la stabilità e la pace non soltanto in Europa ma in tutto il mondo.

Gli Stati Uniti, i loro alleati della NATO e l’Ucraina hanno accusato la Russia di pianificare “un’invasione” dell’Ucraina nel mezzo di un potenziamento militare vicino al confine ucraino. Mosca respinge l’accusa e insiste sul fatto che gli schieramenti sono di natura difensiva.

Nota: La Cina e la Russia sono accomunate nella difesa dei medesimi principi e non condividono le iniziative unilaterali di carattere egemonico che gli USA ed i loro alleati portano avanti in varie parti del mondo.

Fonti: https://mil.news.sina.com.cn/ – Press Tv.ir

Traduzioen e nota: Luciano Lago

2 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 18:37h, 27 Gennaio Rispondi

    non mi fido della Cina. Non mi fido, non mi fido, non mi fido. Starà con la Russia per i suoi interessi, starà con gli ameri cani giudei per i suoi interessi

  • Giorgio
    Inserito alle 17:44h, 28 Gennaio Rispondi

    Non credo che la Cina terrà un piede in due scarpe, Certo la Cina farà quel che gli conviene, ma fare lo zerbino degli Usa non gli conviene per niente.
    In cambio di vantaggi economici nell’immediato sarebbe disposta a tollerare rivoluzioni colorate e separatismi tipo Hong Kong, Taiwan, Xiniang, Tibet ecc., ridando così ossigeno ai moribondi yankee ????
    Credo gli convenga maggiormente stare con Russia, Iran, Siria ecc. e godersi il continuo declino anglo americano dandogli il colpo di grazia al momento opportuno.

Inserisci un Commento