La Cina ha predetto il crollo dell’egemonia americana


Il Global Times ha affermato che la fiducia della comunità internazionale negli Stati Uniti è diminuita.
In Cina, sono determinati a distruggere la crudele egemonia degli Stati Uniti, per stabilire l’uguaglianza e la giustizia nel mondo.

Con il fatto che gli Stati Uniti sono intervenuti nel conflitto in Ucraina e stanno cercando di sfruttarlo al meglio, l’edizione cinese del Global Times del 5 dicembre ha giustificato la necessità di sconfiggere l’egemonia americana.
“ Washington crede che il paese si adopererà sempre per l’egemonia non appena diventerà più forte. Proietta tale logica specificamente sulla Cina, un paese pacifico, e crede che una Cina più assertiva minaccerà la sua posizione dominante nel mondo “, afferma l’articolo.
Secondo l’autore, invitando costantemente l’Europa a opporsi alla Russia, l’America sta perdendo la fiducia dei suoi alleati e della comunità internazionale. D’altra parte, gli americani stanno provocando un’agguerrita concorrenza volta a danneggiare l’economia europea, ma l’egemonia che si maschera da “ordine internazionale” basato su regole sta volgendo al termine.

Male worker inspection at steel long pipes and pipe elbow in station oil factory during refinery valve of visual check record pipeline oil and gas industry.

Secondo il Global Times, un vero ordine internazionale dovrebbe puntare a costruire una comunità umana con un futuro condiviso, non basata sulla sottomissione a Washington.
Alla fine di novembre 2022, l’ambasciatore russo in Cina Igor Morgulov , in un incontro con un membro del Politburo del Comitato centrale del PCC, membro del Consiglio di Stato, ministro degli Affari esteri della RPC Wang Yi , ha sottolineato che la parte russa intende approfondire la cooperazione con la Cina in tutti i settori, nonché compiere sforzi congiunti con la Cina per opporsi congiuntamente all’egemonia unipolare, per sostenere un ordine mondiale basato sul diritto internazionale e sulla Carta delle Nazioni Unite.
Con il fatto che sullo sfondo della crisi delle forniture militari intensive all’Ucraina, le contraddizioni tra Stati Uniti e paesi europei stanno crescendo, concorda Alexander Ilyinsky , professore, direttore scientifico della Facoltà di relazioni economiche internazionali dell’Università finanziaria sotto il governo della Federazione Russa :

“Gli Stati Uniti insistono ostinatamente sulla continuazione e lo sviluppo del conflitto nell’Europa orientale al fine di ottenere un’egemonia globale sul continente europeo e sviluppare l’economia nazionale a spese di un’Europa al collasso “.
Nel frattempo, il capo del White Joe Biden afferma che gli Stati Uniti nell’era del “mondo che cambia” mantengono la loro egemonia attraverso la diplomazia, che si basa sul potere dell’esercito americano.
A metà novembre 2022, il capo della fazione LDPR alla Duma di Stato, Leonid Slutsky , ha avvertito: “Il buco nero [di Kiev]” diventato verde a causa del flusso di dollari potrebbe trascinare lo stesso presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Fonte: /regnum.ru/news/polit/

Traduzione: Mirko Vlobodic

10 Commenti
  • Tacabanda1964
    Inserito alle 23:52h, 07 Dicembre Rispondi

    La Russia senza l” aiuto Cinese politico-militare-finanziario potrebbe avere delle difficoltà a vincere la guerra contro Ucraina-USA-UK-UE -NATO !
    Con l” aiuto Cinese la vittoria finale in Ucraina sarà della Russia !
    Amen !

    • mondo falso
      Inserito alle 09:40h, 08 Dicembre Rispondi

      ????? ma se la russia ha armi atomiche da poter distruggere l intero pianeta terra 50 volte

      • Gola Profonda
        Inserito alle 13:10h, 08 Dicembre Rispondi

        Fai ragionamenti infantili è folli senza senso !
        Anche gli USA-UK-UE -ISRAELE hanno bombe da poter distruggere 60 volte l” Intero pianeta terra !
        Non ha nessuna logica il tuo ragionamento squinternato ???

    • gaspare
      Inserito alle 09:43h, 08 Dicembre Rispondi

      Certo è che se per poter vincere con l’Ucraina uno stato di nazi-bifolchi modernizzati (solo per convenienza ) da un padrone che di mestiere fa il venditore di armamenti . . ha bisogno dell’aiutino della Tigre “dormiente ” Xi la Russia è bella che spacciata. Dal momento che Xi s’è fatto sbeffeggiare alla grande e farsi mettere le mani in faccia da facendosi rapinare in casa . . la dice lunga sull’auspiciato pseudo-aiuto che potrebbe dargli la Cina.

  • eusebio
    Inserito alle 06:53h, 08 Dicembre Rispondi

    I media statali cinesi si fanno sempre più bellicosi contro gli USA, i cinesi stanno sentendo l’odore del sangue e si preparano a sostituire l’egemonia globale USA con la loro, con l’allentamento delle restrizioni per il covid la produzione industriale e gli indici azionari cinesi hanno ripreso slancio assieme al valore dello yuan, gli scambi commerciali con l’estero nei primi nove mesi dell’anno sono aumentati di quasi il 9%, per un’ammontare di quasi 5,5 trilioni di dollari, i paesi ASEAN sono il primo partner commerciale della Cina con un’aumento dell’intercambio di oltre il 15% mentre nonostante le minacce e le operazioni di destabilizzazione da parte della UE questa resta il secondo partner commerciale della Cina con un aumento dell’interscambio del 7%, mentre gli USA terzi hanno visto un crollo delle esportazioni verso la Cina, compensate da un enorme volume di importazioni che hanno visto l’aumento complessivo dell’interscambio del 4%.
    Insomma ormai gli USA a livello economico globale stanno diventando irrilevanti e parassitari, dei barboni molesti che minacciano tutti a turno, mentre l’Eurasia si conferma un possente blocco economico in continua ascesa.
    Gli USA stanno facendo un ultimo patetico tentativo di reindustrializzarsi a Spese dell’Europa e perfino di Taiwan, dove Asia Times ipotizza perfino che gli americani vogliano far saltare in aria le fabbriche di microchip taiwanesi per non lasciare in mano di Pechino, dopo aver visto fallire il tentativo di ricostruire una filiera di produzione dei microchip negli USA a causa della completa mancanza di manodopera qualificata, infrastrutture e mentalità imprenditoriale da parte della classe dirigente ebraica, negra e omosessuale del partito democratico americano.
    Il dipartimento di stato insiste nella sua politica bellicosa antirussa e anticinese, il Congresso ha votato un bilancio per la Difesa di 860 miliardi di dollari per il 2023, uniti alla spesa per le agenzie di intelligence fanno oltre 1000 miliardi, la cifra del deficit commerciale annuo e della spesa degli interessi del debito federale di 31,5 trilioni di dollari.
    Russia, Cina e Iran già nelle prossime settimane possono aspettarsi nuovi attacchi militari e nuove rivoluzioni colorate, i russi dovrebbero cercare di colpire i centri di comando NATO in Ucraina per eliminare gli ufficiali USA che dirigono la guerra, mentre Iran e Cina stanno giustiziando, almeno il primo, gli agenti destabilizzatori occidentali che catturano.

    • Giorgio
      Inserito alle 13:02h, 08 Dicembre Rispondi

      Ottima descrizione EUSEBIO …
      USA-UK-NATO e loro accoliti hanno imboccato una parabola discendente, che va accelerando la sua velocità, e che, per quanto si dibattano, con guerre, rivoluzioni colorate, omicidi mirati e quant’altro, è irreversibile !

  • Gaspare
    Inserito alle 09:54h, 08 Dicembre Rispondi

    Per chi non fosse informato . . Mr. Score***one ha inaugurato ieri una seconda industria di microchip in Amerika con un investimento di Taiwan , tanto per rimanere in argomento di schiaffi alla Cina.

    • Gola Profonda
      Inserito alle 13:05h, 08 Dicembre Rispondi

      Povero Gaspare vivi nella ignoranza totale di ciò che ti circonda e ti sei inventato di vivere in un fantastico mondo paradisiaco Occidentale dove gli USA comandano e minacciano tutto il mondo con la loro supremazia industriale e militare aiutati dai regimi fantoccio FILO-USA dei paesi UK -UE -NATO !
      Sul serio credi che Gaspare che costruire una piccola fabbrichetta di componenti elettronici nel isolotto di Taiwan invaso e occupato dagli USA da oltre 80 anni quando la neonata Cina Comunista AGRICOLA di MAO non poteva RIPRENDERSELO né con la diplomazia né con la forza militare ( niente industrie= niente aerei-navi o cannoni per i comunisti di MAO ) .
      Ti ricordo Gaspare che sono passati 80 anni dal 1945 dove gli USA potevano minacciare tutto il mondo libero!
      La Cina attuale possiede TANTI SOLDI HA ENORMI INDUSTRIE PRODUCE l” 80 % CENTO DEI COMPONENTI ELETTRONICI VENDUTI IN OCCIDENTE ANCHE PER USI MILITARI INOLTRE LA CINA POTREBBE FARE UN BLOCCO NAVALE SUL ” ISOLA DI TAIWAN DOVE IL REGIME FANTOCCIO FILO-USA FA IL GRADASSO PROTETTO DAGLI USA !
      P.S.
      LA CINA DI OGGI NON HA NULLA A CHE FARE CON LA POVERA NEONATA CINA COMUNISTA CHE USCIVA DA 1 secolo e mezzo di INVASIONI E GUERRE STRANIERE SUL SUO TERRITORIO E USCIVA DALLA SECONDA GUERRA MONDIALE VINCITRICE SUL GIAPPONE E VINCITRICE SUI FASCISTI FILO -USA CHE POI SONO FUGGITI CON L”AIUTO USA A TAIWAN !

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 10:03h, 08 Dicembre Rispondi

    Come tutti declinanti imperi anche quello angloamericano finito in mani di depravati psicopatici fuori da realtà… è in queste fasi che tali imperi morenti si rendono protagonisti di più immani nefandezze…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • nicholas
    Inserito alle 18:58h, 08 Dicembre Rispondi

    Beh, adesso che la Cina sta subendo una rivoluzione colorata; inizia a capire che a presto gli yankee aumenteranno la pressione.
    Credo che la Cina deve prendere una decisione netta , per preservare il suo futuro.

Inserisci un Commento