La Cina ha fornito all’esercito siriano equipaggiamento militare per combattere il Partito Turkestan affiliato ad al Qaeda a Idlib

Secondo quanto riportato il 22 giugno dal sito di notizie siriano 7al.nete., la Cina sta fornendo armi ed attrezzature tecnologiche militari alle forze siriane che combattono per liberare la roccaforte di Idlib, dove sono presenti, fra gli altri, terroristi uiguri affiliati ai gruppi di Al Qaeda.

Un funzionario dell’esercito siriano ha affermato che l’equipaggiamento è stato consegnato alla 3a divisione corazzata dell’esercito e alla 25a divisione delle forze speciali. Entrambe le unità sono schierate sulle linee principali del fronte di Idlib.

Il Partito del Turkestan, composto principalmente da cinesi uiguri, opera vicino alla città di Yisr al Shugur, situata a nord-ovest di Idlib.

Il gruppo terroristico è uno stretto alleato di Hayat Tahrir al Sham (Fronte Al Nusra) e opera molto liberamente nelle immediate vicinanze delle forze turche nella regione. Conta circa 4.000 membri.

Secondo 7al.net, l’equipaggiamento fornito dalla Cina include un radar di allarme rapido JY-27 “Wide Mat” e sistemi di guerra elettronica non identificati.

I radar JY-27, che hanno un raggio di rilevamento fino a 390 km, sono stati già visti in Siria. Ma non si sa ancora con precisione come questi radar aerei potrebbero aiutare nella lotta contro il Partito del Turkestan a Idleb.

7al.net presume che sostenere l’esercito siriano potrebbe essere il primo passo verso un intervento militare cinese diretto a Idleb.

L’anno scorso, gli Stati Uniti hanno rimosso il Partito Turkestan dalla lista delle organizzazioni terroristiche. Questa decisione ha poi suscitato l’ira dei cinesi, colpiti dagli attentati del gruppo terroristico.

Giovedì 24 giugno, invece, i caccia delle forze aerospaziali russe hanno effettuato almeno tre attacchi aerei alla periferia occidentale della città di Idleb.

Uiguri, terroristi cinesi sostenuti da USA e Turchia

Gli attacchi aerei hanno preso di mira edifici e campi nella città di Ain Chib. La città di Idleb e la sua periferia sono controllate da Hayat Tahrir al Sham, affiliato ad Al Qaida.

Gli attacchi aerei russi nella città di Idleb hanno coinciso con i pesanti bombardamenti dell’esercito siriano sul monte Al Zawiya e in altre aree della campagna a sud di Idleb.

I recenti attacchi russi e siriani sono stati probabilmente una risposta agli attacchi di HTS e dei suoi alleati che violano quotidianamente il cessate il fuoco stabilito per Idleb. Le forze turche sostengono i terroristi a Idleb.

Secondo fonti corroboranti, gli attacchi aerei hanno distrutto il quartier generale e un campo di Ansar al Tauhid, affiliato di Al Qaeda e stretto alleato di HTS.

Fonte: Press TV – Al Manar

2 Commenti
  • ARMIN
    Inserito alle 00:25h, 26 Giugno Rispondi

    La Siria fa parte dell”Oriente. Gli Orientali non sono chiassosi come gli occidentali.
    Agiscono, hanno sani principi e solidarietà.
    Gli occidentali in generale sono allo sbando, sotto la “guida” dei padroni del vapore e dei loro lacché che non hanno più le idee chiare. Il futuro non gli arride come speravano.
    Parafrasando gli antichi Greci: “Dio è più potente degli uomini”.
    Auguri.

  • Francesco Funari
    Inserito alle 16:25h, 26 Giugno Rispondi

    Come tutti i cinesi hanno bisogno di verificare le loro nuove armi sul terreno

Inserisci un Commento