La Cina ha esortato a indagare sui crimini statunitensi in Afghanistan

A proposito dei diritti umani sempre reclamati da Washingon come una prerogativa degli Stati Uniti

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha chiesto un’indagine sui casi di massacri di civili da parte dell’esercito americano e dei suoi alleati, che sono stati registrati in Afghanistan durante una campagna militare ventennale.

“Sebbene l’esercito americano si sia ritirato dall’Afghanistan, i crimini commessi da loro e dai loro alleati negli ultimi 20 anni, che hanno coinvolto i massacri di civili, devono essere indagati a fondo e gli autori devono essere assicurati alla giustizia”, ​​ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri cinese.

Secondo il ministero, ad aprile 2020, almeno 47mila civili afgani sono morti a causa del conflitto militare mentre le truppe statunitensi erano nel Paese.

Talebani in Afghanistan

Gli Stati Uniti devono lavorare con la comunità internazionale per fornire assistenza economica e umanitaria all’Afghanistan, mantenere il governo senza intoppi, mantenere la stabilità sociale, fermare il deprezzamento della valuta e l’inflazione e consentire all’Afghanistan di seguire la via della pace”, ha affermato Wang Wenbin.
Si aspetta una risposta ed un chiarimento da parte di Washington con documentazione sugli episodi di assassinio di civili, bambini e donne.

Si aspetta una risposta ed un chiarimento da parte di Washington con documentazione sugli episodi di assassinio di civili, bambini e done inermi.

Fonte: New Front

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM