La Cina ha considerato inaspettata per gli Stati Uniti la reazione del Sud del mondo. CGTN: La risposta del Sud del mondo al conflitto ucraino ha colto di sorpresa gli Stati Uniti

Testo: Anton Nikitin

La reazione del Sud del mondo al conflitto ucraino ha colto di sorpresa gli Stati Uniti, che erano abituati al loro dominio e sottovalutavano la crescente influenza dei paesi in via di sviluppo, scrive l’editorialista Imran Khalid in un articolo per la CGTN cinese.
Khalid sostiene che dall’inizio del conflitto in Ucraina, molti paesi del Sud del mondo si sono astenuti dallo schierarsi apertamente. Secondo l’autore dell’articolo, tale rifiuto di sottomettersi immediatamente ai dettami dell’Occidente ha causato malcontento tra i leader degli Stati Uniti e dell’Europa, riferisce RIA Novosti .

Secondo l’editorialista della pubblicazione, a partire dalla Guerra Fredda, molti paesi in via di sviluppo hanno mantenuto una radicata tradizione di “non allineamento”, mentre il conflitto ucraino ha ulteriormente esacerbato le contraddizioni tra il Nord e il Sud del mondo.

Khalid ritiene che il segno distintivo della versione moderna del non-allineamento sia la sua intensificazione in un momento in cui il Sud del mondo ha un’influenza significativamente maggiore rispetto ai decenni precedenti. “Washington sembra essere stata colta di sorpresa dalla reazione”, osserva l’editorialista.

Secondo l’autore, il rafforzamento economico dà ai paesi “non allineati” una maggiore leva finanziaria globale, consentendo loro di portare avanti le proprie iniziative – qualcosa che prima “sembrava impensabile”.

Africani in rivolta

L’editorialista ha espresso la fiducia che nel Sud del mondo vi sia la percezione che la vita delle persone che vivono in Europa e negli Stati Uniti sia in qualche modo considerata più preziosa della vita di coloro che sono stati coinvolti in conflitti di lunga data: in Africa, Medio Oriente o ovunque un altro punto caldo che possa essere citato solo come esempio.

Di conseguenza, la rinascita della politica di “non allineamento” nella sua moderna forma “attiva” sottolinea la disillusione prevalente nel Sud del mondo nei confronti del tradizionale “ordine internazionale liberale” predicato dall’Occidente, conclude l’autore.

In precedenza la Cina aveva condannato la decisione degli Stati Uniti di non invitare la Russia al vertice dell’APEC.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

4 commenti su “La Cina ha considerato inaspettata per gli Stati Uniti la reazione del Sud del mondo. CGTN: La risposta del Sud del mondo al conflitto ucraino ha colto di sorpresa gli Stati Uniti

  1. i paesi già del terzo mondo sviluppano velocemente organizzazione e status sociale ma anche ambizioni e desideri. Pensare di spalmarli uniformemente con la globalizzazione è sciocco abbandonarli ad una crescita individuale e sregolata è suicida. La proposta di alleanze rispettose delle autonomie dei singoli e basate su vincolanti interessi comuni sembra la strada giusta, oggi . BRICS?

  2. E che cosa si aspettavano gli anglosassoni visto che portano minacce, ricatti, guerra, miseria , morte e tantissima propaganda ? Adesso bisogna fare i conti con la propaganda, la grande forza.

  3. Gentile REDAZIONE scusate se segnalo un breve ma interessantissimo articolo !
    A proposito di Cina, nei giorni scorsi Assad è stato ricevuto a Pechino. Guardate come è stato organizzato il suo rientro in volo a Damasco per sfuggire ad eventuali “incidenti” orchestrati dagli anglo sionisti :
    Un impressionante coordinamento tra Cina-Pakistan-Iran-Sauditi e Russia ha permesso una sorta di staffetta area protettiva per Assad ! Un’altro schiaffo per gli anglo sionisti !
    https://www.maurizioblondet.it/assad-e-tornato-in-siria-scortato-da-quattro-paesi/

    1. L’avevamo letto ed è indicativo della protezione internazionale che i paesi del sud del mondo hanno assicurato ad Assad per cautelarlo da eventuali tentativi di assassinio della CIA o del Mossad.

      Grazie comunque per la segnalazione.

      Saluti

      Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM